Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di NXT Takeover WarGames III, l’evento si è svolto nella nottata italiana alla Allstate Arena di Rosemont, Illinois. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Angel Garza def. Isiah “Swerve” Scott via Pinfall

L’unico match del kickoff, il messicano Angel Garza contro Isiah “Swerve” Scott. La tecnica è stata la padrona dell’incontro mettendo subito in clima l’arena. Due wrestler molto rapidi e tecnici capaci di fare vedere delle ottime cose e che saranno decisamente il presente e il futuro di NXT e della stessa WWE. Entrambi si sarebbero meritati la vittoria e forse, se devo essere sincero con voi, ho visto Garza un pelo più avanti rispetto al suo avversario. Alla fine la vittoria è finita nelle mani del messicano.

4 out of 5 stars (4 / 5)

WarGames match: Candice LeRae, Dakota Kai, Rhea Ripley & Tegan Nox def. Bianca Belair, Io Shirai, Kay Lee Ray & Shayna Baszler via Pinfall

Il primo storico WarGames Match al femminile, il team di Rhea Ripley ha subito subito nel pre show la defezione di Mia Yim che è stata portata portata via in ambulanza (ovviamente si tratta di storyline) e al suo posto è entrata Dakota Kai, una buonissima wrestler capace di cose molto interessanti.  Il team guidato da Bianca Belair ha avuto fin da subito la sua formazione completa, senza nessuna defezione. Come dicevo fin dal preview, due team decisamente ben formati e composti dalle loro capitane. Le prime due a salire sul ring sono state Io Shirai e Candice LeRae. Bianca Belair è arrivata a dar manforte alla sua compagna di squadra. Rhea Ripley è entrata per far quadrare i conti e ha iniziato subito a far salire le armi sul ring, non mancava nulla dai bidoni ai bastoni da kendo. Kay Lee Ray ha fatto il suo ingresso facendo diventare il match un 3 vs 2. L’attacco di Dakota Kai ai danni della sua compagna di squadra Tegan Nox è stata una sorpresa inaspettata, molto probabilmente fa parte di un turn heel molto vicino. Ma in questo modo il suo team è rimasto in inferiorità numerica. Il tutto si è reso ancora più complicato con l’ingresso di Shayna Baszler che ha fatto diventare il match un 4 vs 2. Ma la tenacia di Candice e Rhea è stata ripagata e alla fine grazie a un suo schienamento su Shayna hanno conquistato la vittoria. Un bellissimo incontro come opener.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

Triple Threat match # 1 Contendership NXT Championship: Pete Dunne def. Damian Priest & Killian Dain via Pinfall

Il match almeno da me più atteso del ppv, un triple threat match per decretare il nuovo #1 contender per l’NXT Championship e che stanotte affronterà il campione Adam Cole a Survivor Series. Che dire, sono rimasto veramente colpito da questo match e oltre a Dunne che sapevo e speravo facesse veramente la parte del protagonista sul ring, anche Damian Priest e Killian Kain mi hanno colpito un sacco per quello che hanno fatto vedere. Dopo un incontro pieno di colpi di scena e schienamenti interrotti a spuntarla è stato Pete Dunne che ha prima chiuso Dain in una Sleeper Hold poi ha chiuso per schienamento su Priest. Una prova eccellente la sua e domani notte potrà affrontare Adam Cole con in palio il suo titolo. Una grandissima occasione per lui.

4 out of 5 stars (4 / 5)

Finn Bálor def. Matt Riddle via Pinfall 

Il passato (e ora di nuovo presente) del roster di NXT nel nome di Finn Balor, contro di lui uno che ha un carisma incredibile come Matt Riddle. Un incontro che potevo aspettarmi fin dall’inizio tra i migliori del ppv e non ha deluso in minima parte le mie aspettative. Da molti poteva essere considerato un dream match che fino a questo NXT Takeover non si era mai tenuto, e non posso che essere d’accordo con queste persone. Finn Balor e Matt Riddle si sono affrontati a viso aperto dimostrando di essere in grado di tenere insieme sul ring un incontro di altissimo tasso tecnico e di grande intensità. Il risultato ne è stato un qualcosa di veramente spettacolare. Riddle e Balor non si sono dati pace, e dopo ogni mossa riuscivano a rialzarsi e continuare a lottare. Hanno rubato la scena senza problemi, due veri “re” del ring. Finn Balor nel finale ha trovato una serie di mosse che lo hanno portato verso la vittoria. Come hanno detto anche nel commento live “The King is Back”.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5) 

WarGames match: Dominik Dijakovic, Keith Lee, Tommaso Ciampa & Kevin Owens def. The Undisputed Era (Adam Cole, Bobby Fish, Kyle O’Reilly & Roderick Strong) via Pinfall

Il secondo WarGames Match della serata americana, e nottata italiana, questa volta tutto al maschile. Gli Undisputed Era erano già al completo e sono stati come al solito una formazione perfetta e unita sul ring. Il team di Ciampa invece aveva soltanto altri due membri annunciato come Dominik Dijakovic e Keith Lee. Sulla sua ultima scelta era rimasto il mistero. I primi a salire sul ring sono stati Tommaso Ciampa e Roderick Strong, due prime scelte per questo match. Poi gli hanno raggiunti Bobby Fish, Kyle O’ Reilly, Dominik Dijakovic e Keith Lee facendo tornare i conti per le due squadre. Adam Cole ha completato la formazione per gli Undisputed Era. Lo stesso piano di Cole però lo ha messo fuori gioco, (per un po’ di tempo) il tavolo piazzato fuori ring è stato destinato a lui. A sorpresa l’ultimo nome del team di Ciampa è stato Kevin Owens, un pop incredibile nell’arena per il suo ritorno a NXT. Da sottolineare i cori dei fan “Welcome Back Kevin” per capire ciò che ha fatto in questo roster. La sua presenza è stata fondamentale fino alla sequenza di tavoli rotti, il primo da Dijakovic, poi dallo stesso Owens e infine con il volo dalla cima della gabbia che ha dato al team Ciampa la vittoria. Un grandioso match per concludere questo ppv.

4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

PPV RATE

Come al solito NXT è una garanzia e anche con questo ppv è stata in grado di mettere in piedi veramente un grandissimo evento. Due match vicini alla perfezione, altri di pregevolissima fattura. Finn Balor contro Matt Riddle è stato veramente spettacolare, i due match WarGames, il match per determinare il nuovo #1 contender all’ NXT Championship nel quale ha vinto Pete Dunne, e anche il match del Kickoff tra il tecnico Angel Garza e Isiah “Swerve” Scott, riguarderei ogni match più volte. In generale un grande ppv per il roster giallo della WWE. Spero che posso ritenermi così soddisfatto anche domani con Survivor Series, ma anche lì le premesse sono decisamente ottimali.

4.3 out of 5 stars (4,3 / 5)