Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di WWE Money in The Bank 2019, l’evento si è svolto nella nottata italiana a Tacoma, Washington. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

WWE Cruiserweight Title Triple Threat Match: Drew Gulak def. Tony Nese (c) & Akira Tozawa via Pinfall

L’unico match per questo Kickoff del ppv, il WWE Cruiserweight Championship era in palio in questo incontro a tre. Il campione Tony Nese già dallo scorso ppv mi aveva tolto ogni dubbio sulla legittimità di dargli la cintura, ma se la sta meritando a pieno titolo. Drew Gulak e Akira Tozawa sono stati avversari degni di tali nome e con la “A” maiuscola. Come al solito il livello messo sul ring dai pesi leggeri della compagnia è stato veramente molto buono, sono bravissimi a mettere in piedi dei match dove è difficile staccare gli occhi almeno nel mio caso dalla TV. Akira Tozawa ha fatto uno dei suoi migliori match da quando è alla WWE. La rapidità e la grande tecnica messa in ballo dai tre è innegabile. Tony Nese sembrava in grado di rimanere campione, ma a spuntarla per mia sorpresa è stato Drew Gulak, era il più outsider dei tre per la mia modesta opinione. Però questo cambio di campione di voleva e Gulak può aprire una nuova era a 205 Live. Complimenti a tutti e tre i partecipanti, principalmente al nuovo campione Drew Gulak!

4 out of 5 stars (4 / 5)

RAW Women’s Championship Match: Becky Lynch (c) def. Lacey Evans via Submission

Una grande occasione per Lacey Evans nel match contro la Raw Women’s Champion Becky Lynch, ”The Man”. Anche Becky non ha bisogno di presentazioni per voi, è una superstar a tutto tondo e fino allo scorso ppv alla quale ha preso parte era la detentrice di ben due cinture, una cosa che è capitata a pochi nella compagnia. Lacey invece è una di quelle superstar che grazie alle scelte (ahime spesso sbagliate ma non in questo caso) di Vince McMahon che crede molto in lei sta facendo passi da gigante e sul ring con il suo stile di lotta mi piace veramente. Per me una scelta veramente azzeccata quella di pusharla in questo modo. La storyline che le ha portate fino al ppv è stata fatta veramente bene, il modo ideale per farle lottare una contro l’altra. La campionessa ha trovato pane i suoi denti rischiando più di una volta di essere schienata. Ma Becky è stata brava a trovare l’attimo giusto per chiudere Lacey nella sua letale presa al braccio che l’ha portata a cedere, una vittoria meritata per lei. Lacey a mio avviso si merita una nuova occasione.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Sami Zayn & Kevin Owens def. Xavier Woods & Big E via Pinfall

Quattro wrestler sul ring per questo match di coppia, la nascita dello stesso come altri match del ppv non è stata supportata da una storyline adeguata, su questo non posso dire niente di positivo, ma i New Day rappresentati da Xavier Woods  e Big E insieme ai loro avversari, Sami Zayn e Kevin Owens sapevano e sanno bene come rimettere in piedi un match non partito benissimo nella costruzione dello stesso. Hanno lottato ad armi pari, con una grande voglia di far vedere le loro migliori mosse. La prima parte del match è stata dominata da Zayn e Owens, dove hanno fatto vedere una grande capacità di lottare in coppia. Big E, appena ricevuto il tag da uno scremato Woods, ha poi ritrovato la parità sul ring mettendo in chiaro che non potevano fare i conti senza di lui. Ma dopo un susseguirsi di mosse da parte di entrambi i team a chiudere la contesa è stato Kevin Owens con la sua Stunner. Un match piacevole da seguire nel suo complesso, pieno di colpi di scena.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

WWE US Championship Match: Ricochet def. Samoa Joe (c) via Pinfall 

Anche questo incontro titolato valevole per lo US Championship di Samoa Joe e messo in palio contro Ricochet poteva essere veramente interessante sulla carta, e se devo essere sincero con voi mi è totalmente piaciuto, nella sua interezza o meglio dire dall’inizio alla fine. Ricochet ha messo in mostra tutte le sue grandissime qualità sul ring, soprattutto come flyer, ma non c’e bisogno che ve lo dica io questa cosa. Samoa Joe sta a piccoli passi tornando a fare quello che faceva nella TNA, ancora non siamo su quei livelli ma la sua tecnica e la sua grinta stanno tornando seriamente quelle di qualche anno fa. Molto intenso nel contesto generale l’incontro e entrambi si sarebbero meritati di portare a casa la vittoria. Alla fine si è rivelato tutto ciò che mi aspettavo dall’incontro e sono felice che ci sia stato il passaggio di consegna del titolo, dopo la vittoria di Ricochet, a quest’ultimo. E’ un premio che si merita e per lui è una grande occasione per dimostrare ancora una volta tutto il suo talento, ma questa volta con una cintura alla vita. Una decisione azzeccatissima, può alzare molto il livello dello US Championship.

4 out of 5 stars (4 / 5)

WWE SmackDown Tag Team Title Match: Daniel Bryan & Erick Rowan (c) def. Heavy Machinery via Pinfall

I titoli di coppia del roster di Smackdown Live erano in palio in questo incontro, Daniel Bryan e Erik Rowan hanno dovuto difendersi da due wrestler che a NXT hanno dominato quasi a mani basse nella categoria di coppia come Otis e Tucker conosciuti da tutti come gli Heavy Machinery. Non era un mathc semplice da tenere in mano per i campioni e nemmeno da preparare dato che c’erano tre superstar che fanno della forza la loro base di lotta mentre l’unico tecnico era Daniel Bryan. Una bella occasione per gli Heavy Machinery, una chanche molto importante per loro nel main roster. Poteva rischiare di essere un match a basso contenuto tecnico invece alla fine si è rivelato un match piacevole da seguire. La vittoria di Daniel Bryan e Erik Rowan è arrivata per una furbata del primo, ma ci può stare contro questi avversari. In generale una vittoria meritata se trovata con molta fatica.

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

SmackDown Women’s Championship Match: Bayley (c) def. Alexa Bliss via Pinfall

Qui sono sguazzato dalla felicità, le due mie preferite superstar della divisione femminile della WWE una contro l’altra. La campionessa di Smackdown Live Bayley contro la sfidante Alexa Bliss. Personalmente non potevo chiedere di meglio, e l’attesa ha ripagato ogni mia aspettativa in merito hanno messo su un vero match di altissimo livello. Alexa Bliss ha fatto vedere tutta la sua bravura e pulizia tecnica così come la campionessa, niente da ridire in merito. Ho trovato ottimo quasi ogni attimo del loro match, entrambe hanno svolto perfettamente il loro compito senza errare. Bayley è stata sempre un passo avanti alla sfidante fin dall’inizio alla fine, ma Alexa non è stata da meno. Un bel match lottato quasi alla pari, alla fine però a spuntarla è stata la campionessa confermando la cintura alla sua vita e rendendo il suo regno ancora più importante. Non so quanto possa continuare l’alleanza creatasi tra Alexa Bliss e Nikki Cross, ho paura per un turn della seconda a breve.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Roman Reigns def. Drew McIntyre via Pinfall

Roman Reigns, Drew McIntyre, due nomi che potevano fin da subito capire il piano della WWE per il match. Da una parte Reigns che è una colonna della compagnia, un wrestler a tutto tondo che sa bene cosa fare sul ring per il bene del match ed è un abile conduttore dello stesso, diciamo una figura molto carismatica. Lo sfidante niente meno che lo scozzese McIntyre, colui che è veramente uno dei migliori sul ring per il lottato e la tecnica, ma che ancora aveva diverse cartuccie da mettere in mostra. Che dire, la storyline che ha portato al match non è stata il massimo ma poi l’incontro di per se è stato di un bel livello da parte di entrambi. Shane McMahon all’angolo dello scozzese ha provato anche a dargli mano per farlo vincere, ma spesso il suo intervento spesso non ha dato il risultato sperato, anche togliendo dal ring l’arbitro e colpendo Roman Reigns con un Coast to Coast la vittoria non è arrivata per il suo assistito. Roman invece prima con un Superman Punch, poi la Spear è riuscito a fare suo il match. In ogni caso un ottima prova dei due wrestler sul ring.

4 out of 5 stars (4 / 5)

Steel Cage WWE Championship Match: Kofi Kingston (c) def. Dolph Ziggler 

Un match meritato per Dolph Ziggler, una grande occasione titolata per lui che dopo qualche mese in cui è stato messo un po’ in “off” dalla compagnia per mancanza di idee sul suo personaggio è tornato a fare quello che sa fare meglio, cioè lottare e a ottimi livelli. Il suo avversario, il WWE Champion Kofi Kingston che nonostante la sua grande tecnica e rapidità si è trovato in difficoltà contro un rinato Ziggler. La stipulazione scelta per il match è stata quella dello Steel Cage per evitare che ricapitasse ciò che è successo a Super ShowDown dove gli altri membri del New Day hanno dato la vittoria a Kofi Kingston confermandolo campione. Ziggler ha fatto valere tutta la sua voglia di rivalsa, rivincita provando a uscire dalla gabbia in ogni modo e fermando ogni tentativo di uscita di Kofi, ma il campione è stato sempre pronto a reagire e nel finale ha anticipato l’uscita dalla porta con un volo passando in mezzo alla seconda corda e si è confermato ancora una volta campione. Kofi una prestazione superlativa, Ziggler una sconfitta immeritata.

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

WWE Universal Championship Match: Seth Rollins (c) def. Baron Corbin via Pinfall

Per molti questo incontro poteva essere la rivelazione dell’intero ppv, ma io almeno inizialmente ero decisamente scettico su questa affermazione, poi invece mi sono dovuto ricredere e Baron Corbin nonostante sia pieno di hater nei fan presenti nelle arene è un buonissimo wrestler almeno nella parte di hell, un ruolo che sa interpretare bene. Seth Rollins non ha nessun bisogno di presentazione e tutti voi come me sapete che sul ring è un vero talento, poi il fatto di detenere l’ Universal Championship lo ha fatto migliorare ancora un passo in più nel mio personale range. L’incontro di per se è stato veramente ben fatto, di un ottima fattura in fatto di tecnica e mosse eseguite. Inoltre l’intensità che entrambi hanno messo sul ring è stato un punto a loro favore. La scelta dell’arbitro speciale ricaduta su Lacey Evans è stata una totale sorpresa, inaspettata per tutti. Diciamo che l’arbitraggio è stato molto a favore dello sfidante, ma la cosa era ovvia fin dall’inizio. Il cambiamento delle regole in corsa ha reso il tutto ancora più interessante, prima un match senza conteggio fuori ring, poi un No Dq. L’arrivo di Becky Lynch che ha messo fuori gioco Lacey ha reso il tutto di nuovo normale e il match si è concluso con la vittoria e conferma titolata di Seth Rollins.

4 out of 5 stars (4 / 5)

PPV RATE

3.8 out of 5 stars (3,8 / 5)

Il primo evento della WWE sotto il nome di “Stomping Grounds”, quindi la prima edizione di questo PPV. Le attese non erano il massimo ad eccezione di tre o quattro match al massimo, ma per me invece è stato un buonissimo ppv, ovviamente qualche match è stato superiore, qualcuno inferiore ma è nella normalità della cosa. Ci sono stati importanti cambi di titoli, Drew Gulak è il nuovo Cruiserweight Champion, finalmente Ricochet ha vinto un titolo importante come lo US Championship. Un ppv che può essere considerato apripista per arrivare tra circa tre settimane a uno dei più importanti della compagnia, Extreme Rules.