WTW REVIEW: WWE Survivor Series 2018

Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di WWE Survivor Series 2018, l’evento si è svolto nella nottata italiana a Los Angeles. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

RAW vs. SmackDown 10-on-10 Tag Team Traditional Elimination Match: The Usos (Jey Uso & Jimmy Uso), The New Day (Big E, Kofi Kingston, Xavier Woods), Sanity (Alexander Wolfe, Eric Young, Killian Dain), Luke Gallows & Karl Anderson, and The Colóns (Epico Colón & Primo Colón) def. Chad Gable , Bobby Roode, The Ascension, Lucha House Party, The Revival, The B Team via Pinfall

Il primo dei due match tag team tra i due roster, si è tenuto nel kickoff dello show e come al solito è stata subito una lotta di roster, senza esclusione di colpi. I primi a essere eliminati sono stati i The Colons per il team blu, subito dopo hanno fatto la loro stessa fine il B Team facendo tornare i conti pari, i Sanity sono stati i successivi eliminati portando così in svantaggio il team di Smackdown Live. I The New Day sono stati in grado con Big E di togliere di mezzo i The Ascension dall’incontro, ma l’eliminazione di Luke Gallows e Karl Anderson ha nuovamente riportato i conti in pari. I capitani del team blu, I The Usos hanno fatto capire chi comandava sul ring schienando il membro dei Lucha House Party sancendo così la loro eliminazione. Chad Gable e Bobby Roode sono stati invece eliminati dai New Day dopo un bel segmento dove tutti i wrestler rimasti sul ring hanno messo in mostra le loro importanti doti atletiche facendo vedere come si vola dalla terza corda in corsa. I The Revival, ancora in corsa con mio grande stupore nella parte finale, hanno fatto una grande eliminazione, i New Day. Lo scontro finale è stato proprio tra i The Revival e i The Usos. In questa parte di incontro a mio avviso c’e stata la migliore di tutto il match, per intensità e le sequenze di mosse.  Dopo due ottimi double Superkick da parte degli ultimi rappresentanti del team blu, sono andati allo schienamento e hanno portato la vittoria per il roster. Un incontro molto buono per aprire le danze nel ppv.

(3,8 / 5)

RAW vs. SmackDown 5-on-5 Women’s Traditional Elimination Match: Nia Jax, Tamina Snuka, Ember Moon, Bayley & Sasha Banks def. Naomi, Sonya Deville, Asuka, Carmella & Mandy Rose via Pinfall

Il primo match del main show, si parte subito con il match a squadre per roster tutto al femminile, Raw ha dalla sua parte le due nuove entrate nel team Bayley e Sasha Banks, mentre il roster di Smackdown ha tirato in causa Mandy Rose come ultimo nome mancante per il team. Ricordiamoci che il team blu è orfano della loro ex capitana Becky Lynch alla quale auguriamo un rientro più veloce possibile dopo l’infortunio al setto nasale. I due team sono comunque ben composti e amalgamati, si passa dalla potenza alla tecnica, non manca niente sul ring. Tamina ha fatto la prima vittima sacrificale, Naomi. Però Carmella ha subito replicato eliminando la stessa Tamina. Mickie James ha subito la stessa sorte per mano di Mandy Rose. Carmella è stata la successiva eliminazione per mano di Bayley, Mandy Rose non ha potuto fare niente invece per difendersi dalla presa di sottomissione di Sasha. Sonya Deville e Bayley sono state invece eliminate per double count out. Asuka è rimasta l’ultima difesa del team di Smackdown contro Sasha Banks e almeno inizialmente un inerme Nia Jax. Asuka ha eliminato Sasha per sottomissione e le ultime due sul ring sono state Nia Jax e Asuka. Nia ha dominato sulla giapponese e ha portato a casa una bella vittoria per il suo roster. Incontro del livello che mi sarei aspettato prima che iniziasse, niente di altissimo livello, ma nemmeno di basso rango. Diciamo un buon match come valutazione finale.

(3,5 / 5)

RAW vs. SmackDown: Seth Rollins def. Shinsuke Nakamura via Pinfall

Due ottimi wrestler sul ring per questo match tra due campioni dei roster, da una parte l’Intercontinental Champion Seth Rollins, il suo avversario lo US Champion Shinsuke Nakamura. Mi aspettavo qualcosa di decisamente interessante tra di loro dato che secondo me sono due wrestler con uno stile di lotta non troppo diverso e che hanno un’ esperienza tale da poter permettere loro qualche libertà in più sul ring. Entrambi hanno dato il meglio di se durante tutto l’incontro e devo dire che nessuno dei due ha dominato sull’altro, cioè a mio avviso sarebbe stato il pareggio (anche se nel wrestling non esiste) il risultato più giusto. Il finale è stato un misto tra mosse finali evitate fa parte di entrambi e dove Rollins è stato il più lesto tra i due. Lo schienamento vincente è stato il suo. Un gran bel match per i miei personali gusti, bravissimi entrambi.

(4 / 5)

RAW vs. SmackDown:  The Authors of Pain (Akam, Rezar) def. The Bar (Cesaro, Sheamus) (w/Big Show) via Pinfall

Uno scontro dove a sfidarsi sono stati i rispettivi campioni di coppia del roster, da una parte Sheamus e Cesaro come rappresentanti di Smackdown insieme al loro manager per l’occasione Big Show, mentre i loro sfidanti i neo campioni di coppia del roster di Raw, gli AOP. Come sfida si proponeva del tutto fisica, la tecnica non poteva avere molta prevalenza in un incontro del genere. Si è visto fin da subito come non ci fosse un divario insuperabile tra i due team titolati. L’esperienza dello svizzero Cesaro e dello scozzese Sheamus ha dato certamente una mano nella parte iniziale del loro match, mentre la spregiudicatezza e la potenza del duo campione di Raw (sono nella WWE e nel mondo del pro wrestling solo dal 2016) hanno dato continuità all’azione dell’incontro. Non è stato sicuramente il più rapido e intenso della serata, ma anche quello era già una cosa che dovevo tenere in conto. La distrazione che Big Show ha portato verso il manager degli avversari è costata invece cara ai “suoi” wrestler dato che Akam e Rezar ne hanno approfittato per fare la loro mossa finale di coppia e andare alla vittoria.

(3,5 / 5)

WWE Cruiserweight Title Match: Buddy Murphy (c) def. Mustafa Ali via Pinfall

L’unico titolo in palio durante l’evento era il Cruiserweight Championship di Buddy Murphy. Il suo sfidante Mustafa Ali dopo che aveva conquistato durante 205 Live la possibilità di questo incontro titolato. Una faida ben costruita la loro, arrivano a questo match con delle ottime sensazioni. Poi quando si parla di 205 Live e i suoi talenti non puoi che aspettarti un livello tale che ogni azioni sul ring ti possa far capire cosa si intende per davvero come spettacolarità nel mondo del wrestling. Quindi le mie aspettative era decisamente di alto livello.  Personalmente non sono rimasto per niente deluso da quello che i due wrestler hanno fatto vedere a grandi linee, rapidità e tecnica l’hanno fatta da padroni dando un nuovo volto all’incontro. Ovviamente Murphy ha anche molta potenza nelle sue corde e questa cosa non poteva che essere un punto in più a suo favore. Seppur il campione sia stato messo in difficoltà durante tutto l’arco dell’incontro, nel finale dello stesso ha ripreso il controllo e ha portato a casa una bella e sicuramente convincente difesa titolata.

(3,8 / 5)

RAW vs. SmackDown 5-on-5 Men’s Traditional Elimination Match: Braun Strowman, Dolph Ziggler, Drew McIntyre, Finn Balor & Bobby Lashley def. Shane McMahon, Jeff Hardy, The Miz, Samoa Joe & Rey Mysterio via Pinfall

Un nuovo match tradizionale per questo ppv, il terzo della serata tra il preshow e il main show. Il team di Raw così come quello di Smackdown Live non è che andassero molto d’accordo tra di loro date le faide che ci sono state nell’ultimo periodo in entrambi gli show, la pace interna non esisteva in partenza in nessuno dei due team. Il rischio di perdere il posto per Baron Corbin era una clausola obbligata posta da Stephanie che doveva dare grande forza ai membri del suo team, ma a qaunto pare nessuno ha recepito il suo messaggio. Il primo a essere eliminato è stato un membro del team blu, Samoa Joe, per mano di McIntyre. Il segmento dove prima è partita la rissa generale, poi Shane volando dalla terza corda ha fatto rompere il tavolo a Braun Strowman è un grosso punto di forza per il match, a mio avviso la cosa migliore di tutto l’incontro. Rey Mysterio è riuscito a eliminare Finn Balor dopo la 619 e poi la Frog Splash. La successiva eliminazione di Ziggler da parte di Shane McMahon ha messo ancora più nei casini il team di Corbin. Braun Strowman ha fatto una tripla eliminazione consecutiva prima con Jeff Hardy, poi con Rey Mysterio e per finire con The Miz. Ha quindi anche chiuso il match con lo schienamento decisivo su uno stremato Shane McMahon. Alla fine del match è successo la cosa più impensabile, un nuovo attacco da dietro ai danni di Braun Strowman da parte di Baron Corbin. Come reagirà adesso Stephanie?

(3,8 / 5)

RAW vs. SmackDown: Ronda Rousey def. Charlotte Flair via DQ

L’incontro per il quale avevo più hype, Ronda vs Charlotte trovava di fronte due wrestler che fanno del loro stile di lotta aggressivo e più portato verso la lotta greco romana un punto di forza. Poi sono delle maghe delle sottomissioni, non c’e niente da insegnare in questo campo a Ronda e Charlotte. Si tratta del primo vero incontro di altissimo livello per la campionessa del roster rosso, non voglio sminuire le altre wrestler affrontate fino a ora sia chiaro, ma Charlotte è di tutto un altro livello. Si tratta di una che ha partecipato fin da subito alla “Women’s Revolution”, ha vinto i titoli di entrambi i roster più volte e viene dalla famiglia Flair dove il wrestling è una questione di vita. Ronda però si è difeso con le unghie e ha fatto vedere che non la temeva in nessun modo, venendo dal mondo dell’ MMA ha trovato tante avversarie come Charlotte. Ha fatto vedere tante delle tecniche in cui è decisamente cresciuta e che nei match precedenti non aveva avuto modo di dimostrare. Nel finale di match, dopo che Charlotte era stata messa in netta difficoltà dalla campionessa del roster di Raw, ha perso la testa e ha prima attaccato essa con un bastone da kendo, poi ha continuato il suo assedio con violenza con l’uso di una sedia di acciaio rischiando molto utilizzandola alla testa di Ronda. Un comportamento del genere merita qualche spiegazione durante Smackdown Live e deve essere sicuramente convincente.

(4,3 / 5)

RAW vs. SmackDown: Brock Lesnar def. Daniel Bryan via Pinfall

Il main event del ppv, la prima volta in carriera in cui Daniel Bryan ha affrontato Brock Lesnar. A livello fisico non esiste confronto tra i due, ma la differenza sta nella testa dove Bryan è a mio avviso nettamente superiore. Le tattiche adottate dai due wrestler sono state ovviamente ben diverse, quella di Lesnar è stata la solita, lotta fin dall’inizio e attacchi diretti sul suo avversario, mentre Bryan ha optato per provare a innervosire fin dall’inizio con delle fughe fuori dal ring l’Universal Champion. Diciamo non una tattica non perfettamente azzeccata almeno nella prima fase dato ceh Bryan ha subito una serie di suplex impressionanti e di colpi che erano molto difficile da sopportare senza un minimo dolore. Bryan ha poi ripreso la corretta via del match rientrando nello stesso a grandi passi, ha quasi fatto cedere Lesnar, ma alla fine una nuova F-5 del campione ha fatto si che arrivasse allo schienamento finale. Non voglio premiare il match per la velocità o per altre cose relative alla lotta, ma soprattutto per la psicologia che i due ci hanno messo nell’affrontarsi l’un l’altro.

(4 / 5)

PPV RATE

(3,8 / 5)

 

 

Lorenzo Fanti

Un fan da sempre della WWE, seguo la compagnia da quando era su Mediaset con Rey, Chris Benoit, Kurt Angle, JBL, Booker T e tanti altri. Inoltre seguo con grande passione Impact Wrestling, una compagnia spesso sottovalutata ma che fa ottimi show. Poi ho interesse anche nelle Indy europee. Non disdegno di seguire anche tutte le altre federazioni, ognuna può dare qualcosa alla passione della gente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com