Tutto è tranquillo con loro, ho chiesto scusa e ci siamo stretti la mano, anche con il sig. Levesque, con il quale non ero andato d’accordo su molte cose, specialmente su come e il modo in cui terminarono, però , non avrei dovuto oltrepassare la linea e mancargli di rispetto in quel modo. All’epoca, stavo vivendo un periodo difficile della mia vita, un anno e due mesi nei quali ho dovuto vincere la battaglia più difficile della mia via. Una battaglia contro me stesso (…). Tornare in WWE prima di ritirarmi, non è una questione del “se voglio o non voglio”. Non spero e non voglio tornare, così come loro non sperano che io ritorni o vogliono che ritorni. Però ci siamo riavvicinati, soprattutto per fare la pace e la cosa lascia aperta una porta nel senso che prima di attaccare gli stivali al chiodo, potrei avere alcuni ultimi momenti in WWE. Per essere chiari: non mi stanno supplicando, ne io li sto supplicando. Solamente la porta è aperta.

Queste le parole rilasciata da Alberto del Rio durante un intervista rilasciata a Super Lucha, relativamente ai suoi rapporti con la WWE.