WWE NXT 13/01/2016 Report

Salve a tutti, appassionati di wrestling. Siamo come sempre alla Full Sail Arena di Orlando, casa base del grande settore di sviluppo della WWE, e stasera è tempo di NXT.

La puntata di oggi la apre il nostro amatissimo General Manager William Regal, che annuncia una Battle Royal per il posto di prima sfidante al titolo femminile di NXT, quindi lascia i riflettori puntati sul rientrante (finalmente) Sami Zayn. L’ex campione si presenta ai nofiti della Full Sail University Arena (come se ce ne fosse bisogno) come uno degli atleti che ha fatto di NXT ciò che è oggi e afferma di voler diventare il primo due volte NXT Champion. Il discorso di Zayn viene interrotto dall’entrata feroce di Samoa Joe, che afferma che il canadese non merita la title shot, dato che l’ultima volta che è salito sul ring per ottenerla è stato proprio Joe a salvargli la pelle, e che a Londra, il campione stesso è a mala pena sopravvissuto al suo assalto alla cintura, quindi consiglia a Sami Zayn di andarsene. Un terzo atleta si presenta sullo stage per reclamare il suo diritto a dire la sua, e il suo nome è Baron Corbin, che per uno volta a suo dire è d’accordo con Samoa Joe sul fatto che il posto che spetta a Sami Zayn al momento sono le retrovie, tuttavia a Londra Samoa Joe ha perso il suo match contro Finn Balor, mentre il Lone Wolf ha sconfitto un altro pretendente al titolo, Apollo Crews, il che fa di lui il primo sfidante ideale. Samoa Joe zittisce Corbin ricordandogli come lo abbia battuto a Brooklyn e dopo un’altra minaccia a Sami Zayn lascia il ring. Sami Zayn guarda Joe allontanarsi, ma viene colpito alle spalle da Baron Corbin, ma riesce a reagire e spedisce fuori ring il Lone Wolf con il suo Helluva Kick. Samoa Joe dopo un primo intento bellicoso, desiste dall’attaccare il canadese e se ne torna nel backstage.

Nel backstage Greg Hamilton chiede a Bayley come si senta dopo il suo estenuante match contro Nia Jax a Londra, dove, nonostante tutti i pronostici sfavorevoli data la differenza fisica, è riuscita a portarsi a casa la vittoria. La campionessa afferma che più che vincere contro Nia Jax le è sopravvissuta, e non senza fatica, e per quanto riguarda la Battle Royal di stasera, non vede l’ora di assistere, anche se le piacerebbe di più partecipare. Bayley chiude dicendo che a seconda di chi vincerà la Battle Royal, forse si meriterà un abbraccio.

Tommaso Ciampa vs Danny Burch

Ciò che più vicino a un italiano ci sia a NXT al momento sta per scendere in campo contro l’inglese Danny Burch, un lottatore che abbiamo visto spesso sul ring di NXT, ma che per ora ha raggiunto risultati molto modesti. Tommaso riesce ad atterrare l’avversario con una presa al braccio di una cattiveria immane, ma una volta rialzato, Burch si ripara all’angolo e para con le ginocchia l’assalto del Siciliano Psicopatico, andando quindi a segno con un Missil Drop Kick dalla seconda corda. Burch mantiene la pressione, ma provoca un po’ troppo l’avversario, scatenandone l’aggressiva reazione, che lo porta a mettere in confusione l’inglese con due gomitate e quindi a colpire con un Face Crusher rovesciato aiutandosi con le corde. Solo due. Danny Bruch di riprende in fretta, evita il Running Knee di Tommaso Ciampa e va a segno con un Enzeguri Kick, quindi stende l’avversario con un gancio destro che avrebbe ammazzato un maiale e lo schiena. Solo due anche per lui. Ciampa reagisce, ma la forza fisica di Burch gli impedisce di eseguire i suoi Irish Wheep, quindi, dopo aver incassato un paio di pugni dell’inglese, torna al browling, colpendo con gomiti e ginocchi la testa dell’avversario. Danny Burch non demorde, evita il Discus Elbow e tenta la Back Slide, ma Tommaso Ciampa ne viene fuori e applica una Arm Bar con ponte a cui Burch cede.

Nel backstage, Enzo Amore e Colin Cassady avvertono Dash & Dawson, che hanno ancora un conto in sospeso che verrà saldato la prossima che si incontreranno sul ring.

Passiamo al backstage, dove Billie Kay, Deonna Purazzo e Emma fanno dicono la loro sulla Battle Royal di stasera.

Ci spostiamo quindi nell’ufficio del General Manager, dove William Regal, ha assistito al diverbio di inizio puntata e ha deciso che tutti e tre i contendenti hanno valide argomentazioni e che il primo sfidante all’NXT Championship sarà deciso sul ring tra due settimane in un Triple Threat Match tra Samoa Joe, Baron Corbin e Sami Zayn.

Dash & Dawson vs The Ascension

Coloro che una volta erano considerati il più dominante tag team di NXT, ma che nel main roster hanno combinato poco o nulla, si apprestano stasera a ripristinare la loro supremazia sullo show giallo affrontando gli NXT Tag Team Champion, i quali devono anche guardarsi le spalle dai possibili attacchi dei loro diretti avversari Enzo e Big Cass.

Vittoria di Dash & Dawson per schienamento di Wilder su Connor dopo la Shatter Machine.

Torniamo nel backstage, dove troviamo Nia Jax, che non si è ancora ripresa dal suo match di Londra contro Bayley e per questo il medico di NXT non le da l’ok per partecipare alla Battle Royal, e William Regal non se la sente di andare contro il parere medico. Eva Marie cerca di consolare l’amica dicendo che potrà rifarsi più avanti, e che intanto vincerà al Battle Royal per entrambe (per carità…)

In parti diverse dell’arena troviamo Carmella, Peyton Royce e Alexa Bliss che si prefigurano già vincitrici della contesa.

Elias Samson vs Corey Hollis

Nuovo match tra due lottatori tra i meno noti dello show giallo: Elias Samson, che dopo la fallimentare esperienza in tag team è sparito per diverso tempo ed è adesso più agguerrito che mai, e Corey Hollis, che mi pare di averlo già visto lottare, ma al momento non ricordo. Samson parte con una Head Lock di pura potenza, facendo valere i chili che rende all’avversario e colpisce duro il suo avversario una volta intrappolato all’angolo. Hollis risponde a suon di gomitate, ma viene immediatamente calciato via da uno strafottente Elias Samson, che si prende una pausa sulla seconda corda, quindi colpisce ancora l’avversario alla testa e chiude il match con lo schienamento dopo una rapidissima e potente Swinging Neckbreaker. Dopo il match, Elias Samson annuncia che ciò che a NXT serve è ciò che lui è. Quindi prende la sua chitarra e se ne va.

Nel backstage troviamo ancora Greg Hamilton che intervista Finn Balor riguardo il suo match con Samoa Joe a Londra. I campione risponde che Samoa Joe è un vero mostro e il match di Londra è stato uno dei suoi match più duri mai disputati. Per quanto riguarda il Triple Threat che si terrà fra due settimane, dice che affronterà chiunque uscirà da quell’incontro a testa alta, che sia Joe, di cui ha già provato le capacità, che sia Baron Corbin, che lui ritiene uno sbruffone dato che se definisce un campione senza corona, che sia Sami Zayn, che il campione tiene ingrande considerazione sia come lottatore che come uomo e amico.

A poco tempo dalla Battle Royal, le ultime concorrenti dicono la loro, trattasi stavolta di Cameron (che in effetti mi ero chiesto dove fosse stata messa), della debuttante Aliyah, Liv Morgan e infine Asuka.

Battle Royal

Le partecipanti alla Battle Royal che assegnerà il posto di prima sfidante al titolo di NXT Woman Champion sono già sul ring, le partecipanti si sono presentate nel corso della puntata e sono pronte a darsi battaglia.

Vittoria di Carmella, che elimina per ultima Eva Marie, che a sua volta elimina Asuka (le ultime due rimaste erano credute entrambe eliminate e rientrano solo nel finale). Come promesso, Bayley accorre sul ring per abbracciare la prossima avversaria e sua grande amica, mentre Asuka, sullo stage, sorride meditando vendetta.

Questo è il finale da attacco di panico della puntata di oggi di NXT (no, sul serio, quando ho visto Eva Marie eliminare Asuka volevo morire). Noi ci vediamo la settimana prossima con una nuova puntata dello show in giallo, che ci preparerà al grande Triple Threat che deciderà il prossimo avversario di The Demon per il titolo massimo.

Riccardo Magliano

Reporter WWE e TNA qui su WeTheWrestling.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com