WWE NXT TakeOver Brooklyn III (19/07/2017) Report

Salve a tutti, appassionati di wrestling. Eccoci giunti al tanto atteso Supershow targato NXT, con l’appuntamento annuale più atteso per i ragazzi sul ring a corde gialle: NXT TakeOver Brooklyn, ormai entrato di diritto nel programma di NXT e garante di grande spettacolo.

Johnny Gargano vs Andrade “Cien” Almas

Cominciamo con il ritorno in ring di Johnny Wrestling, rimasto a casa a lungo dopo il tradimento sofferto da parte di Tommaso Ciampa e che ha fatto di tutto per essere presente qui a Brooklyn. La sua sfida è stata accettata da un irriconoscibile Andrade Almas, tornato qualche settimana fa in compagnia della bella Celina Vega che sembra fargli da manager e che ha accettato per suo conto il match pur di garantirgli un posto nello show.

Il primo scontro arride a El Idolo, che riesce a non farsi fregare dalla tecnica dell’avversario e lo intrappola in una Arm Lock, quindi applica una Head Scissor da cui Johnny fatica a liberarsi, ma ci riesce a dopo aver subito una Shoulder Takle, risponde con una Hea Scissor Take Down e un Arm Drug. Andrade cerca la reazione, ma Johnny Gargano lo blocca in una Front Face Lock. Andrade Almas riesce a mettere all’angolo Johnny, ma la sua Chop fallisce e ne subisce un paio a sua volta, poi Gargano cerca la Irish Wheep che viene reversata. Cien attacca e riesce a parare il calcio difensivo di Johnny Wrestling per poi metterlo sulla seconda corda e affondare la Back Breaker. Andrade “Cien” Almas mette l’avversario all’angolo e lo colpisce con una Chop, quindi mette a segno una gomitata in rincorsa e lo Shining Wizard laterale. Solo due. Gargano si ribella e cerca di buttare Almas fuori dal ring. Il messicano si attacca alle corde e appena l’avversario è a tiro lo intrappola in una Triangle Choke Arm Bar attraverso le corde interrotta dall’arbitro. Solo uno. Andrade Almas chiude la Arm Bar che rimane a lungo, quindi Gargano riesce a liberarsi, ma Andrade è pronto e ribatte con una Vertical Suplex. Gargano riesce a sfuggirgli e impattare con una doppia Clothesline che li abbatte entrambi. I due atleti si rimettono in piedi e si scambiano una sedie di Forearm da cui esce vincitore Johnny Gargano, che riesce a mettere a segno una serie di Lariat, quindi delle Clothesline e il suo Rolling Down Kick. Gargano tenta di nuovo la carica, ma Almas lo anticipa e lo mette sull’aporn ring da cui Johnny riesce a colpire con la sua Spear a rientrate. Solo due. Almas si riprende e va per il German Suplex, ma Gargano si attacca alle corde e cerca di nuovo di lanciar fuori il messicano, che di nuovo si ancora alle corde, ma stavolta viene colpito dal Super Kick di Gargano, seguito dal suo Suicide Dive. Johnny Wrestling ributta dentro Almas e lo colpisce con la Sling Shot DDT. Solo due. Andrade Almas riesce a spingere via l’avversario, quindi tenta il Big Boot, ma fallisce: Gargano tenta quindi il Back Drop, ma fallisce a sua volta, così carica il messicano all’angolo, che lo alza e lo mette sull’apron. Johnny Gargano cerca di nuovo la Spear a rientrare, ma Almas lo prende a mezz’aria e esegue una sua versione della Silver Spoon DDT, quindi recupera l’avversario, si mette sulla seconda corda e esegue una Tornado Inverted DDT. Solo due. Andrade Almas mette l’avversario sulla terza corda e lo tiene buono con una Chop, quindi tenta il Super Plex, ma Gargano reagisce e va a eseguire la Sunset Flip Powerbomb. Andrade Almas cade però in piedi e colpisce con uno Spinning Back Elbow per poi caricare il suo Double Knee all’angolo che viene counterato da un Enzeguri Kick. Gargano attacca di nuovo, ma con un Hip Toss, Andrade “Cien” Almas lancia l’avversario contro l’angolo e lancia di nuovo il Double Knee. Johny Gargano evita il colpo e lanciandosi contro le corde procede con una Head Scissor che mette a terra il messicano e premette a Johnny Wrestling di applicare la Garga-No Escape. Andrade Almas riesce a reagire rialzandosi e a colpire con una Backle Bomb, quindi connette con il Runnning Double Knee. Solo due. Andrade “Cien” Almas continua a colpire con le sue ginocchiate contro il braccio sinistro di Johnny, che risponde con una Super Kick. Johnny Wrestling connette con un secondo Super Kick, quindi si carica il messicano su una spalla e lo lancia contro l’angolo per poi caricare il suo micidiale Super Kick basso. In quel momento Celina Vega lancia l’asciugamano di resa in faccia a Gargano distraendolo e permettendo al suo assistito di colpire con un Drop Kick e poi finire il match con la Hammer Lock DDT.

Stacco su una porzione particolare della platea, in cui troviamo Daniel Bryan e Kurt Angle a fare scouting. Con il primo vediamo ciarlare Peyton Royce e Billie Kay, mentre dal secondo stanno No Way Jose e Roderick Strong.

Authors Of Pain vs SAnitY

Siamo ora pronti per il secondo match della serata, che vede gli NXT Tag Team Championships in palio, i cui detentori, gli Authors Of Pain dovranno difenderli dall’attacco di SAnitY rappresentato da Killian Dain e Alexander Wolf. Per l’occasione al tavolo di commento si aggiunge un ex detentore di quei titoli Corey Graves.

Bardati con delle fighissime uniformi mimetiche da guerriglia nel deserto, gli AOP attaccano il duo di anarchici appena mettono piede sul ring cacciandoli fuori. Dain e Wolf riescono tuttavia a portare i guerriglieri di Ellering all’esterno del ring e a continuare la rissa, mentre Eric Young estrae e posizione un tavolo in diagonale contro le balaustre. Con Akam che porta sul ring Alexander Wolf, si può dare inizio all’incontro e gli Authors Of Pain sono subito in vantaggio con cambi rapidi e ginocchiate e colpi a tutto braccio nei confronti di un Alexander Wolf che non riesce a reagire. Akam fallisce lo Splash all’angolo e permette a Alexander Wolf di dare il tag, ma non a Killian Dain, bensì a Eric Young, che all’ultimo momento sostituisce il suo sottoposto entrando nel match. Young sfrutta la carica di Akam per lanciarlo fuori dal ring quindi colpisce con un Baseball Drop Kick. Il leader di SAnitY viene però buttato dall’altra parte della balaustra da Akam con una Clothesline, che tuttavia non può raggiungerlo per colpa di Alxander Wolf, che interviene sull’avversario, venendo prontamente arginato da Rezar. Eric Young si riprende e porta dall’altra parte delle balaustre anche Akam mentre sul ring salgono Wolf e Rezar. Eric Young viene lanciato con una Irish Wheep contro le transenne degli anelli superiori, ostacolo contro cui sbatte anche Akam, che con le cariche a testa bassa stasera non ha fortuna. I due tornano nei pressi del ring e rientra con Eric Young subito in vantaggio, ma fregato da un cambio non visto degli AOP che permettono a Akam di lanciare Young sulla spalla del compagno per una Canadian Back Breaker trasformata in una Face Slam. Solo due. Eric Young viene chiuso all’angolo, ma riesce a abbozzare una reazione, subito stroncata dalla manovra combinata di Side Slam e Big Stomp dalla seconda corda degli Authors Of Pain. Solo due. Nuovo cambio e Rezar tergiversa troppo riscendo però a riprendersi con una Power Slam e applicando una Arm Choke da cui il leader di SAnitY fatica a liberarsi, ma ci riesce e cerca di dare il cambio a Alexander Wolf. Rezar riesce a riprenderlo e riportarlo indietro per applicare di nuovo la Arm Choke. Eric Young si riprende e riesce a sfruttare una Irish Wheep per sfuggire a Rezar che comunque lo recupera dall’apron ring e mette a segno una Choke Power Bomb. Alexander Wolf cerca di distrarre Rezar che torna su Eric Young con un Elbow Drop, ma il leader di SAnitY lo evita facilmente e si mette in un angolo dove Rezar lancia la sua carica, prontamente evitata. Eric Young da il cambio a Alexander Wolf, che stende Akam con un Big Boot e torna su Rezar che viene colpito da una serie di Clothesline e un Bycicle Kick che lo stende, quindi rientra Akam, che si becca la Exploder Suplex di un Alexander Wolf che non sembra lui. Liberatosi di uno dei due guerriglieri, l’uomo di SAnitY esegue un Big Boot e quindi una Germa Suplex sull’altro e si lancia con una Clothesline dalla terza corda. Solo due per Wolf a causa di Akam che interviene a bloccare lo schienamento e si libera di Eric Young per poi ottenere il cambio e eseguire con il compagno una combo di Neck Breaker e Powerbomb. Solo due. Nuovo cambio per gli Authors Of Pain, con Rezar che si prepara per una Powerbomb dalla seconda corda con Akam che fa la guardia per prevenire interferenze. Tuttavia, un eroico Alexander Wolf riesce a fregare l’avversario con una Frankesteiner e lancia fuori ring Akam per poi dare il tag a Eric Young, che connette con il Jumping Neck Breaker e sale sulla terza corda. Rezar si riprende in tempo per buttarsi sulle corde e far perdere l’equilibrio all’avversario che cade e viene raggiunto dal gigantesco avversario che tenta il Super Plex. La tecnica di Rezar non è delle migliori e il suo compagno deve venire a dargli man forte, mettendosi sotto di lui in posizione da Powerbomb per una Tower Of Doom. Interviene Nikki Cross, che tenendo la gambe di Eric Young lo aiuta a tenersi fermo e Akam esegue la Powerbomb solo sul compagno, venendo poi trascinato fuori dal ring da Alexander Wolf, che viene tuttavia spinto contro le balaustre. Eric Young affonda l’Elbow Smash, ma il conto non arriva a tre grazie al solito Akam che trascina fuori il compagno. Eric Young lancia il Suicide Dive colpendo Akam, quindi si lancia anche Alexander Wolf da oltre la terza corda per abbattere anche Rezar. Anche Nikki Cross vuole aggiungere del suo, ma viene in un primo momento ostacolata da Paul Ellering, che viene però allontanato dall’arbitro mentre la ragazza si lancia dalla terza corda, venendo presa al volo da Akam. Killian Dain, evidentemente annoiato, si lancia con il Body Avalache colpendo Nikki Cross e Akam che finiscono attraverso il tavolo piazzato a inizio match. Rientrano sul ring Rezar e Eric Young, che da il cambio a Alexander Wolf, con cui esegue una manovra combinata di Back Suplex e Jumpin Neck Breaker dalla seconda corda che vale per Wolf il conto di tre su Rezar e i titoli per la sua squadra. Alexandr Wolf e Eric Young di SAnitY sono i nuovi NXT Tag Team Champions. All’esterno del ring, durante i festeggiamenti di SAnitY, c’è un’invasione di campo e due atelti attaccano Killian Dain lanciandolo contro i gradoni. Solo Bobby Fish e Kyle O’Reilly, che entrano nel ring e mettono KO anche Eric Young e Alexander Wolf con una combinazione di calci. O’Reilly e Fish ne hanno anche per Rezar, che viene lanciato contro il paletto, quindi eseguono su Eric Young una combinazione si Double Jumping Knee e spazzata bassa per poi guardare con desiderio gli NXT Tag Team Titles.

Hideo Itami vs Aleister Black

Si prevedono botte talmente forti da far tremare la terra da questo match tra due di più devastanti strikers a disposizione della WWE: Hideo Itami, l’esperto giapponese di colpi diretti, e Aleister Black la furia olandese ancora imbattuto dal suo debutto e che nelle settimane passate è stato prima provocato e poi attaccato dal giapponese alla fine di un suo match.

Si parte subito con un furioso scambio di Big Boot entrambi a bersaglio, quindi i due continuano a scambiarsi calci alti, specialità di entrambi, ma è Black a avere la meglio con una ginocchiata all’addome che mette in ginocchio Itami e lo costringe alla ritirata. Aleister Black esegue la sua finta di Suicide Dive ormai diventata un marchio di fabbrica e para i due seguenti colpi del giapponese, un pugno e un calcio, mettendolo poi in ginocchio con una combinazione di colpi e affondando il Running Knee laterale. Solo due. Hideo Itami viene chiuso all’angolo e colpito con dei calci laterali, ma riesce a mettere Aleister Balck sull’apron grazie a una Irish Wheep. Qui la furia olandese commette un errore cercando di rientrare con una spallata, ma Hideo la evita e colpisce con un calcio per poi mettere l’avversario sulla terza corda e colpire con un Guillotine Knee Drop dalla terza corda. Solo due. Hideo Itami prosegue con l’offensiva, quindi mette a segno alcuni calci e applica una Neck Lock da cui Aleister Black si libera con una certa facilità, cercando poi una Irish Wheep che viene reversata e Hideo Itami mette a segno la sua ginocchiata in rincorsa all’addome dell’avversario, seguita da un calcio alla schiena. I colpi alla schiena continuano, quindi Itami chiud la Head Lock per poi colpire ancora con di Knee Drop. Dopo tre di questi, Itami provoca l’avversario imitando la sua posa a gambe incrociate, cosa che effettivamente ha effetto sull’olandese, che reagisce in maniera violenta con una scarica di pugni bloccati da Hido Itami che sfrutta la carica per mettere a segno una DDT. Solo due. Itami applica di nuovo la Hea Lock, quindi Aleister Black riesce a uscire con una Arm Breaker e evita lo Splash all’angolo del giapponese per poi colpire con una serie di calci laterali che combinati tra loro mettono Hideo Itami in posizione precaria, facile preda del Legswip dell’olandese che va a segno con il Running Knee. Aleister Black mette a segno la Irish Wheep seguita da uno Springboard Moonsault. Solo due. Aleister Black rialza Itami per la Black Mass, ma il giapponese accorcia le distanza per impedire al colpi di partire. Black lo allontana con un Back Elbow costringendo Hideo Itami all’angolo, quindi lo carica, ma impatta contro il Double Knee difensivo. Hideo Itami si difende di nuovo e riesce a eseguire una Tornado Neck Snap sulla terza corda, quindi sale sull’angolo e va a segno con la Clothesline. Solo due. Itami applica la Front Face Lock e colpisce di nuovo con la Fisherman Suplex, ma Aleister Black esegue di nuovo il Kick Out e cerca di reagire con un calcio laterale. Hideo Itami lo para e risponde con una combo di schiaffi che confondono la furia olandese e lo costringono all’angolo dove è bersaglio della Running Drop Kick che però viene anticipata e Black esegue in rincorsa un Roll Up. Solo due. Con un calcio laterale alto, Aleister Black si rimette in partita e sale sulla terza corda. Hideo Itami riesce a raggiungere l’avversario, che però lo ricaccia indietro a gomitate. Itami si rimette immediatamente in piedi e con un calcio in volo abbatte Black, che subisce una Super Michinoku Driver. Solo due. Con qualcosa di inquietantemente simile al risveglio di The Undertaker, Aleister Black si riprende e risponde colpo su colpo a Itami, Forearm su Forearm, calcio su calcio, fino a piazzare un devastante Jumping Knee che tuttavia non scompongono il giapponese che esegue con nonchalance la Falcon Arrow. Solo due. Senza attendere, Hideo Itami colpisce con il suo Running Drop Kick su Aleister Black e carica la GTS. Black si libera, ma non riesce a contrattaccare a causa della ginocchiata dell’avversario. Frustrato, Hideo Itami si mette a litigare col pubblico, permettendo a Aleister Black di rialzarsi, così, quando il giapponese attacca con la Clothesline, Black evita il colpo e va a segno con il Black Mass vincendo il match.

Ember Moon vs Asuka

Il prossimo match è quello valido per l’NXT Women Championship tra la campionessa Asuka e la sfidante Ember Moon, al suo tanto sudato match uno contro uno contro The Emperess Of Tomorrow.

Partiamo in quarta con Ember Moon che con un Drop Kick stende la campionessa e ribadisce con un Leg Swip, quindi colpisce con il Baseball Drop Kick e schiena. Solo uno. Asuka reagisce con un calcio laterale, ma Ember Moon lo para e esegue una Snap Suplex e The Emperess Of Tomorrow deve ritirarsi fuori dal ring. Emebr Moon va a segno con la Baseball Slide, ma Asuka le sfugge di nuovo e contrattacca con un Reverse Kick cercando poi di tornare sul ring. Ember Moon colpisce dall’apron con un calcio laterale, quindi sale sulla seconda corda e esegue una Cannon Ball. Ember riporta Asuka sul ring, ma la campionessa le sfugge di nuovo all’esterno per attirarla fuori e farla sbattere contro i gradoni. Asuka colpisce l’avversaria con i suoi pugni, ma Ember cerca di reagire, quindi la campionessa la piega ancora con dei colpi diretti e la porta in una porzione di stage scoperto per eseguire una Hammerlock Snap Suplex. Asuka riporta l’avversaria sul ring e ricomincia con i suoi calci, puntando alla spalla sinistra, a cui Ember era stata infortunata. Asuka chiude la Arm Bar, quindi Hammer Lock. A suon di culate e Back Elbow, la predatrice della notte si libera, ma Asuka non demorde e dopo che l’avversaria è riuscita a sfuggire alla seconda Hammer Lock, piega e colpisce con una Hammer Lock Leg Swip. Asuka continua a applicare le sue torsioni alle braccia di Ember Moon, che non riesce a contrattaccare, quindi la campionessa applica la Black Widow. Ember Moon riesce a liberarsi, ma Asuka chiude la Fujuwara Arm Bar da cui la predatrice notturna riesce a liberarsi sollevandola in una Elettric Chair con una solo spalla. Asuka torna in piedi, ma EMber riesce a contrattaccare con una combinazioni di calci da più direzioni e un Enzeguri Kick. Solo due. Asuka si ripara all’angolo e Ember va a colpire con l’Hip Attack, ma la campionessa la prende al volo e esegue il German Suplex contro l’angolo stesso. Asuka respinge l’attacco dell’avversaria e cerca di chiudere la Asuka Lock, che le riesce per metà a causa degli sforzi di Ember, che riesce a reversare la mossa e applica a sua volta la Asuka Lock. Il braccio di Ember è tuttavia troppo debole e Asuka ci mette poco a liberarsi e chiudere di nuovo la presa. Cadendo all’indietro Ember Moon riesce nuovamente a liberarsi e riesce a eseguire un Roll Up, ma il conto di ferma a due e Ember riesce con una Running Lariat a prendere un po’ di fiato. Asuka è di nuovo in piedi, e dopo aver evitato la Clothesline di Ember Moon riesce a mettere a segno il Running Hip Attack. Solo due. Asuka carica di nuovo e mette a segno per metà il secondo Running Hip Attack, quindi si appresta a continuare, ma Ember la blocca e, mettendosi sulla seconda corda, mette a sego una Tornado Vertical Suplex. Solo due. Le due si rialzano insieme, ma è Asuka ad attaccare per prima con i suoi Forearm. La serie viene interrotta da Ember Moon che colpisce con le sue ginocchiate all’addome e continua con un Running Knee, ma poi si fa fregare dalla reazione della campionessa, che colpisce con la sua combo di colpi diretti culminante con un Back Elbow, Ember Moon reagisce e dopo aver subito il calcio di Asuka riesce a colpire con un Side Wall Proto Bomb. Solo due. Ember Moon sale sulla terza corda, ma Asuka la ferma a metà strada e tenta la Hammerlock Super Plex, ma Ember la respinge e tenta la Power Bomb. Asuka si ancora alle corde, quindi Ember la colpisce alla gamba facendola cadere a testa in giù sulla seconda corda e colpisce con il Double Foot Stomp. Solo due. Ember Moon torna sulla terza corda e connette con al Eclipse. Solo due. Ember è disperata e sale una volta ancora sulla terza corda, ma Asuka si fa scudo con l’arbitro e Ember ripiega su un Cross Body che va a segno, ma The Emperess Of Tomorrow lo ribalta in uno schienamento aggrappandosi al costume dell’avversaria. L’arbitro se ne accorge (la prima volta che succede da quando seguo la WWE) e interrompe il conteggio. Ember Moon approfitta delle lamentele della campionessa per affondare il Super Kick. Solo due. Asuka si riprende e tenta di applicare la Cross Arm Breaker, trovando invece il Roll Up della sfidante, che viene ribaltato in favore della Asuka Lock. Ember Moon cerca di ribellarsi, ma alla fine cede e Asuka continua a rimanere NXT Women Champion.

Bobby Roode vs Drew McIntyre

Main Event della serata. Accompagnato da dei suonatori di cornamusa, Drew McIntyre, che fino a adesso è rimasto impossibile da schienare dal giorno del suo debutto a NXT, si appresta a affrontare un Bobby Roode sempre più pieno di se con il suo solito beatmania su tastiera e tonnellate di fumo all’entrata.

La potenza fisica di McIntyre si manifesta immediatamente, vincendo la prova di forza con Bobby Roode, che piccino non è, e mettendolo all’angolo, con il Glorious One che riesce a rispondere con delle Chop. McIntyre si mette in vantaggio con uno Shoulder Takle, ma Bobby Roode si ritira fuori dal ring con Drew che lo attende. Bobby Rood rientra, ma si rende conto che non può vincere sula forza bruta e cerca di battere l’avversario in rapidità. Le Chop del Glorious One riescono a mettere in difficoltà lo scozzese, che rimane vittima della presa di Roode, pronto per la Glorious DDT. McIntyre si divincola e fugge spaventato in un angolo. Bobby Roode provoca McIntyre, che mantiene la mente fredda e si affida al Clinch, che però il campione ribalta in una Arm Lock rimettendosi in vantaggio. Drew McIntyre lancia la Irish Wheep e Bobby Roode cerca di evitare la carica dell’avversario con un salto all’indietro. Viene però anticipato e McIntyre connette con un calcio rovesciato che fa fare a Roode due metri in volo, quindi mette Roode all’angolo e comincia a picchiare con le sue Chop; Bobby Roode reagisce e il fu Chosen One lo mette al tappeto con un Big Boot. Drew McIntyre esegue una Veritcal Suplex con rilascio a mezz’aria, quindi attacca Roode con una Clothesline e lo butta fuori dal ring. Stavolta lo scozzese segue Roode e continua a colpire con le Chop, quindi con una Gorilla Press lancia il campione contro la balaustra, spaventando a morte le due procaci signorine in prima fila, torna sul ring per interrompere il Count Out e torna su Bobby Roode pronto per il Body Slam. The Glorious One sfugge a McIntyre e si mette sull’apron da cui può piazzare un paio di calci che allontanano da lui lo sfidante e permettono a Roode di eseguire un Running Cross Body. La manovra viene bloccata da Drew McIntyre prendendo al volo l’avversario, ma i suoi piani di lanciarlo contro il palo vengono ribaltati. Per fortuna McIntyre riesce a non impattare contro il paletto e colpisce con un Back Elbow, ricevendone uno a sua volta. Bobby Roode carica a testa bassa e Drew McIntyre lo countera con una Swinging Back Breaker sull’apron, così può rimettere l’avversario sul ring e salire sulla terza corda. Bobby Roode gli si ancora a una gamba per non farlo saltare, quindi dall’apron, McIntyre cerca il Vertical Suplex. Bobby Roode countera con una ginocchiata e cerca di colpire l’avversario venendo respinto. Appena Drew cerca di rientrare però, Bobby Roode mette a segno una Swinging Neck Breaker sulla seconda corda. Bobby Roode esce dal ring per recuperare il rivale, che subisce i colpi diretti del Glorious One che lo lancia contro le balaustre e colpisce con un Guillotine Elbow sull’apron. Bobby Roode tiene all’angolo McIntyre con le sue Chop, quindi mette a segno una Irish Wheep seguita dalla Swinging Neck Breaker. Solo due. Bobby Roode mette a segno la Irish Wheep cui segue un Missile Drop Kick dalla seconda corda. Solo due. Il campione applica la Head Lock, ma l’avversario si libera, costringendo a provare con la Sleeper Hold. McIntyre si libera correndo contro l’angolo, ma ecco che Bobby Roode torna all’attacco, vanificato dalla Belly To Belly Through di Drew. Drew McIntyre si difende dall’attacco dell’avversario con un Back Elboow, quindi esegue un Body Drop contro il paletto mettendo un freno all’offensiva del campione. Seguono due Runing Elbow e un Elbow Smash dalla terza corda. Drew McIntyre subisce la controffensiva del campione, consistente in un Knee Lift, ma subito riesce a caricarselo a spalle dopo il tentativo di Cross Body e esegue la Irish Cross. Solo due. Bobby Roode rotola sull’apron, e con una jaw Breaker si libera dalla pressione dello sfidante per poi salie sulla terza corda dove McIntyre lo raggiunge. Si due battaglianoad alta quota, ma McIntyre ha la peggio e viene buttato giù da Bobby Roode, che cerca di nuovo di saltare, ma lo sfidante non demorde e cerca il Super Plex, trovandosi invece seduto sulla terza corda con Bobby Roode, che lo appende a testa in giù e cerca di affondare il Double Stomp, ma McIntyre si tira su e afferrando il campione per la testa lo lancia dall’altra parte al centro del ring. Lo scozzese è di nuovo in piedi e carica il suo Running Kick, ma Bobby Roode sembra svenuto. avvicinatosi troppo, Drew McIntyre finisce nl Roll Up del campione che però non va a segno. Non va a segno neanche la Future Shock dello scozzese che subisce il calcio di Bobby e la Back Stabber. Solo due. Bobby Roode colpisce all’angolo l’avversario con una serie di pugni e Chop, quindi connette con la Clothesline all’angolo e tenta la Singing Neck Breaker che viene ribaltata in una Back Slide. Solo due. Drew McIntyre esegue la Future Shock, ma il conto si ferma ancora a due e McIntyre si carica in Fireman Carry Bobby Roode per salire sulla seconda corda. La Celtic Cross è pronta a partire, ma Bobby Roode sugge alla presa del rivale e esegue una Powerbomb. Solo due. I due non hannop più energie e cominciano a scambiarsi colpi a casaccio finché The Glorious One non riesce a crearsi un passaggio con un Enzeguri Kick. Drew McIntyre risponde con la Clean Board (Running Kick), ma Bobby Roode è vicino alle corde e gli basta mettere un piede sula terza corda per evitare la sconfitta. Bobby Roode esce dal ring e Drew McIntyre non ha intenzione di perdere così il titolo, quindi si lancia con una Cannon Ball da oltre la terza corda centrando il campione. Drew McIntyre riporta Bobby Roode sul ring e carica il Clean Board, ma il campione counterà con una Spine Buster e tenta la Glorious DDT. Drew McIntyre resiste e evita anche il Roll Up, ma con una manovra aerea degna di un flyer, Bobby Roode riesce a rimettersi in posizione e a connettere con la Glorious DDT. Solo due. Bobby Roode mette a segno una seconda Glorious DDT, quindi si rialza per la terza, ma Drew McIntyre lo allontana con una spinta e lo stordisce con un Head Butt, quindi prende le misure e connette la Clean Board per lo schienamento vincente. Drew McIntyre è il nuovo NXT Champion. Dopo la fine del’incontro, sul ring si presentano Bobby Fish e Kyle O’Reilly, che distraggono il campione mentre alle sue spalle appare Adam Cole che lo attacca, venendo poi aiutato da Fish e O’Reilly.I tre della Ring Of Honor scolpiscono l’NXT Champion e alla fine è Cole a dargli il colpo di grazia con il Super Kick.

Questo è tutto per questa edizione di NXT TakeOver Brooklyn. Noi ci vediamo questo giovedì per la prossima puntata di NXT, dove restiamo a Brooklyn per lo show di coloro che non si sono esibiti stasera.

Riccardo Magliano

Reporter WWE e TNA qui su WeTheWrestling.net