WWE Raw 03/07/2017 Report

Salve a tutti, appassionati di wrestling. Siamo tornati a Raw per l’ultima puntata prima dell’appuntamento con Great Balls Of Fire.

La puntata si apre con Enzo Amore, che ha ormai perso le speranze di poter tornare a fare squadra con Big Cass e ha preferito la via del ring lanciando una sfida all’ex compagno a Great Balls Of Fire. Il Certified G sbraita che per 5 lungi anni Big Cass gli è stato alle spalle, e per 5 anni lui è stato picchiato, pestato, mancato di rispetto, colpito con scale, tavoli, sedie, schiantato contro pali, angoli, pedane, gradoni, rampe, e tutto questo mentre Big Cass era dietro di lui a “guardargli le spalle”. Enzo Amore si rende conto adesso che Cass non gli ha mai guardato le spalle, ma se ne stava li a guardare di fronte a lui oltre Enzo Amore. Tutte le volte che Enzo è stato colpito e messo al tappeto per colpa del suo continuo parlare, però, si è sempre rialzato in piedi, e anche se non è il più grosso, il più forte o il più cattivo, è comunque uno dei migliori, perché lui è un Certifie G e ha piena fiducia in se stesso, perché è l’unica cosa che gli resta. Lui è uno uomo onesto con se stesso e con gli altri e ha fiducia nei propri mezzi, ha fiducia che prima o poi arriverà a qualcosa di grande e finiranno le volte in cui viene pestato e deriso, e questa fiducia è quello che differenzia Enzo Amore dagli altri, e non la si può insegnare. Anche adesso, lui è stato messo al tappeto, è stato distrutto ed è fisicamente provato, ma continuerà a rialzarsi, continuerà a lottare per scalare questa montagna e raggiungere il top, per questo non può farsi spaventare da un’altezza di due metri (7 feet tall, lo so che non rende la stessa idea, ma non so come metterla). Ora si rivolge a Big Cass, che per molto tempo ha considerato un suo amico, ma ora non è rimasto altro che due metri di catchphrases; scritte da Enzo Amore, che adesso sta per cancellare.

Passiamo negli spogliatoi, da dove Big Cass ha seguito il discorso di Enzo Amore, e dice al microfono di Charly Caruso che non ha mai sentito nessuno parlare così a lungo senza dire niente, ma a Great Balls Of Fire non gli basterà parlare per togliersi dai pasticci, e in quanto all’affermazione che Big Cass è due metri di catchphrases, vorrebbe ricordare che lui è la star dei due, lui è quello che fa arrivare i soldi. Cassady non conclude il discorso che viene assalito alle spalle da Enzo Amore, che riesce a metterlo a terra, ma viene subito soverchiato dalla potenza dell’altro, che si ferma costretto dagli arbitri, che intervengono a separarli.

Bayley e Sasha Banks vs Alexa Bliss e Nia Jax

Sasha Banks si è laureata prima sfidante nel match di Great Balls Of Fire, ma questo non ha fermato Nia Jax dal chiedere di poterle mettere le mani addosso. Alexa Bliss ha ovviamente spalleggiato Nia nella speranza di acquisire un vantaggio in vista per PPV, ma The Boss ha ancora una preziosa alleata in Bayley.

Vittoria di Sasha Banks e Bayley per sottomissione di Alexa Bliss alla Banks Statement.

Linea a Kurt Angle direttamente dal suo ufficio, da cui si sta occupando di alcuni affari al telefono quando entra Braun Strowman, che vuole sapere se Roman Reigns sarà in grado di combattere a Great Balls Of Fire. Angle non capisce cosa intenda, quindi Braun spiega che la settimana scorsa ha distrutto Roman Reigns lanciando il suo corpo privo di forze sull’ambulanza, e stasera il Big Dog non è nell’arena, quindi facendo due più due Strowman immagina che non sarà neanche sul ring questo weekend e lui vuole combattere. Kurt Angle assicura che Roman Reigns domenica ci sarà, ma per stasera non sa cosa fare, perché di tutto il suo spogliatoio non crede che ci sia nessuno che voglia affrontare Strowman così vicino a un PPV. Strowman avverte che prima della fine della serata salirà sul ring per combattere e spera che Kurt Angle si sia fatto venire un’idea per allora.

Noam Dar vs Cedric Alexander

Nonostante di acqua sotto i ponti ne sia passata tanta sembra che tra Cedric Alexander, Noam Dar e Alicia Fox non sia ancora finita, quindi il Cruiserweight di colore decide di salire sul ring stasera per risolvere la cosa senza prolungare oltre un’inutile scaramuccia; e stavolta per sempre.

Vittoria di Cedric Alexander per schienamento dopo la Lombar Check.

Passiamo ora al Mix TV, con The Miz, Maryse e il Mizturage composto da Curtis Axel e Bo Dallas, che sul ring parlano della puntata del talk show della settimana scorsa, ribadendo che la famiglia Ball non piace al magnifico e che non comprende come abbiano potuto scegliere Dean Ambrose per rappresentare il loro brand quando l’unica cosa che può rappresentare Ambrose è lo spreco di talento. Dean Ambrose è una perenne promessa, uno che dal suo primo giorno in WWE tutti avevano capito essere bravo, ma la verità è che Dean Ambrose si è dimostrato incapace di mantenere il successo, cadendo sotto la pressione di essere al top. Questo è il motivo per cui Dean Ambrose non è degno e non è capace di tenere alto il valore dell’Intercontinental Championship come The Miz. Il Lunatic Fringe entra quindi in scena e dice che tutto quello che ha detto The Miz è vero e che in effetti lo consce piuttosto bene, per questo sa già che non importa se si circonda di bodyguard, Dean Ambrose non si farà problemi a salire sul ring e prenderlo a calci. Ma se lo conosce davvero bene sa che potrebbe prendersi la rivincita per l’Intercontinental Championship anche stasera stessa. Ambrose fa per avvicinarsi al ring, ma prima che lo raggiunga intervengono Heat Slater e Rhyno, con l’One Man Band che, sperando di non mancare di rispetto a nessuno, vuole ricordare che l’ultimo ad aver schienato The Miz in un match non è stato Dean Ambrose, ma Heat Slater, un uomo che non ha mai avuto una chance per ottenere un titolo intercontinentale in otto anni di carriera e che vuole che i suoi figli siano fieri di lui, perciò, dato che merita e ha bisogno di quell’opportunità, vuole averla adesso. The Miz zittisce gli astanti e dice che la toccante storia di Slater non gli interessa e che non ci sarà nessun match visto che lui e il suo Mizturage sono attesi a una festa per il 4 luglio a Los Angeles e non possono mancare. Entra però Kurt Angle, che dice che non è The Miz a decidere quando lottare, ma il General Manager. The Miz dice a Angle di andarsene e pensare ai fatti propri con Corey Graves e si sente intoccabile perché, a detta sua, è il miglior prodotto dello show e dell’intera WWE, quindi Angle non può permettersi di farlo arrabbiare, ma è comunque disposto a fargli il favore di difendere il titoloa Great Balls Of Fire, Angle deve solo decidere se il suo avversario sarà Dean Ambrose o Heat Slater. Kurt Angle afferma che Dean Ambrose avrà il suo rematch titolato a Great Balls Of Fire, ma questo non toglie che The Miz possa difendere il suo titolo stasera contro Heat Slater.

Heat Slater vs The Miz

The One Man Band ha quindi l’occasione di una vita. Mettendosi in gioco al momento giusto potrebbe arrivare a prendersi un posto da campione in PPV, sempre che riesca a superare The Miz.

Vittoria di The Miz per schienamento dopo la Skull Crushing Finale. Dopo la fine dell’incontro, The Miz lancia Slater fuori dal ring in pasto al Mizturage, che comincia a colpire senza pietà. Dean Ambrose accorre, ma una volta colpiti Axel e Dallas si fionda su The Miz, che però gli sfugge e permette ai suoi tirapiedi di colpirlo alle spalle e abbattere il Lunatic Fringe con una combinazione di Back Drop e Neck Breaker. The Miz rientra sul ring e sbatte in faccia all’avversario la cintura di campione, quindi va a segno con la Skull Crushing Finale.

Passiamo ora al backstage con i primi due uomini del Titus World Wide Titus O’Neil e Apollo Crews. O’Neil propone al suo assistito di combattere contro Braun Strowman, dicendo che in caso di vittoria il Titus World Wide potrebbe crescere di importanza come mai prima d’ora. Apollo Crews non è proprio convintissimo di volersi far massacrare in un modo creativo, ma alla fine si fa convincere che l’impresa è possibile e accetta.

Torniamo sul ring con Goldust, che sulla sua sedia da regista che ci da il benvenuto alla premiere del suo film The Shattered Truth, un film che brilla ancora più di una stella… che brilla come l’oro. Questo non è altro che la mattanza ai danni di R-Truth della settimana scorsa, ma con montate anche le immagini riprese dal suo cameraman personale. Il film termina e Goldust non si accorge che io suo attore secondario è apparso alle sue spalle con un barattolo di pop-corn, e quando lo ve inquadrato è troppo tardi. R-Truth riesce a avere la meglio su Goldust e colpisce l’Uomo Da 24 Carati lanciandolo contro il paletto e facendolo capitombolare fuori dal ring.

Torniamo nell’ufficio di Kurt Angle, che riceve la visita dei Raw Tag Team Champions Sheamus e Cesaro, convocati per sentirsi annunciati che il loro match titolato contro gli Hardy Boyz a Great Balls Of Fire sarà un Ironmen Match da 30 minuti. Sheamus e Cesaro sono entusiasti di partecipare a questo match, ma Cesaro dice di voler combattere anche stasera. Kurt Angle gli propone Braun Strowman, ma The Swiss Superman vuole Finn Balor. Kurt Angle, pensando a quanto il pubblico potrà essere contento, gli concede il match, ma gli dice anche di stare attento a quello che desidera.

Curt Howkins vs Seth Rollins

Si rinnova la sfida di Hawkins a Seth Rollins, che accetta con un certo entusiasmo.

Vittoria di Seth Rollins per schienamento dopo il Jumping Knee Strike. Dopo la fine dell’incontro, durato solo pochi secondi, Seth Rollins si rivolge a Bray Wyatt, che si vanta di essere ovunque, ma quando lui cerca battaglia, chissà come è impossibile da reperire. Seth dice che Bray Wyatt pensa di capirlo e di conoscerlo, ma non sa quello che dice, perché Seth Rollins non ha bisogno di essere salvato, perché sa quali sono i suoi errori passati e li affronta ogni giorno. Ma questo glielo spiegherà meglio a Great Balls Of Fire, quando dimostrerà che Bray Wyatt non è un dio, e nemmeno un uomo, ma solo un codardo.

Siamo ora giunti all’intervista doppia a Samoa Joe e Brock Lesnar, per sicurezza tenuti in due stanza distinte. Joe interrompe subito Michel Cole e gli dice che è da quando ha conquistato la sua posizione attuale che non fa altro che rispondere a delle domande, quindi ora vuole farne al suo avversario, quindi chiede a Paul Heyman come ci si sente a… non riusciamo a sentire la fine perché Samoa Joe viene interrotto da Brock Lesnar. Non da Paul Heyman; da Brock Lesnar, che parla per se stesso e ricorda a Joe che domenica non affronterà Heyman, ma lui stesso e che la questione è solo tra loro due, che si affronteranno a Great Balls Of Fire, ma Brock Lesnar entrerà e uscirà come campione dal PPV, mentre lo sfidante non riuscirà a fare niente. Samoa Joe risponde che sono parole dure dette da uno che per due settimane è stato a guardarlo non facendo niente. Lesnar replica che il problema è questo: lui non sta a guardare Samoa Joe, è Samoa Joe che guarda verso Brock Lesnar, perché lui è il campione e tutti vogliono essere campioni, ma Brock Lesnar non ha nessun motivo per guardare cosa fa Samoa Joe. Il seguito è un casino e mi è passata la voglia di rimettere a posto le parole di questi due, quindi passiamo al momento in cui Samoa Joe si alza a va a cercare Brock Lesnar, ma viene fermato da Kurt Angle e dagli uomini della sicurezza a un passo dalla stanza di Lesnar.

Mustafa Ali vs Neville

Ufficiale quindi che a Great Balls Of Fire Neville affronterà Akira Tozawa, ma stasera il campione deve affrontare uno come Mustafa Ali, che di sfigurare non ci pensa nemmeno.

Vittoria di Neville per sottomissione di Mustafa Ali alla Rings Of Saturn.

Parola a Bray Wyatt, che dallo sfondo direi che si trova in Arizona (o in Basilicata, fate voi), pronto a spiegare come il sole sia una divinità distruttiva che porta benessere, ma acceca chiunque ha il coraggio di guardarla negli occhi. Per questo ha deciso di diventarne la forza avversa, il caos che si oppone allo strapotere della luce e che spegnerà le fiamme del sole. Bray Wyatt chiama Seth Rollins, dicendo che lui è ovunque, che non può essere toccato, che lui è colui che può guardare Dio negli occhi e non essere bruciato, ma bruciare l’altro.

Passiamo ora a Alexa Bliss, che, intercettata da Charly Caruso, dice che stasera ha intenzionalmente fatto vincere Sasha Banks per darle un falso senso di sicurezza, e che fa tutto parte della sua strategia.

Cesaro vs Finn Balor

Signore e signore, preparate i pop-corn, il cappello da sollevare mettetevi l’anima in pace nel vedere due super umani fare cose che noialtri ci sogneremmo soltanto: stanno per affrontarsi sul ring di Raw Finn Balor e Cesaro.

Vittoria di Finn Balor per schienamento dopo la Coup The Grace.

Braun Strowman vs Apollo Crews

Sul finale di puntata arriva Braun Strowman, pronto a combattere contro chiunque abbia il coraggio di trovarselo di fronte. A raccogliere la sua sfida è Apollo Crews, convinto dal suo manager che sia una buona idea. Prima del match, però, The Monster Among Men afferma che se davvero Roman Reigns si mostrerà domenica notte, finirà esattamente come la settimana scorsa, sul retro dell’ambulanza, e stavolta non riuscirà mai più a rimettersi in piedi.

Vittoria di Braun Strowman per schienamento dopo tre Running Powerslam. Dopo la fine del match, Titus O’Neil interviene per salvare il suo uomo dall’assalto del mostro e affronta Strowman sul ring, ma rimedia solo una Clothesline e una Running Powerslam. Strowman recupera Apollo Crews e lo porta verso l’ambulanza e lo mette dentro, quindi batte sulla carrozzeria del mezzo perché parta, ma l’ambulanza non si muove. Strowman va al posto dell’autista per vedere cosa sta succedendo, ma ci trova Roman Reigns che lo attacca e lo fa sbattere contro la portiera. The Monster reagisce e lancia il Big Dog conto l’ambulanza e poi contro le balaustre, quindi lo lancia sullo stage, ma ci mette troppo a raggiungerlo e Reigns riesce a reagire lanciandolo contro i led, poi prende la mira e colpisce con la Spear da sopra lo stage attraverso un tavolo che si trovava sotto.

Questo è tutto per oggi da Raw. Il tutto è rimandato a questo weekend con Great Balls Of Fire.

Riccardo Magliano

Reporter WWE e TNA qui su WeTheWrestling.net