WWE Raw 17/04/2017 Report

Salve a tutti, appassionati di wrestling. Riprendiamo con Monday Night Raw da dove ci eravamo interrotti, con i mille problemi del post ShakeUp della scorsa settimana e un Braun Strowman pesantemente fuori controllo, a cui dovrà far fronte il General Manager Kurt Angle.

E apriamo proprio con The Monster Among Men, fresco di assalto gratuito ai danni del suo ormai bersaglio prediletto Roman Reigns, che si è visto attaccare durante un’intervista e sballonzolato per tutto il backstage e finito con uno spettacolare ribaltamento di un’ambulanza. Braun Strowman afferma di essere fiero di quanto ha fatto la settimana scorsa e si gode il momento di gloria dato dal fatto che Roman Reigns non potrà essere qui stasera. Adesso che Reigns è fuori dai giochi, Strowman ha intenzione di mettere a ferro e fuoco l’intero spogliatoio, ma c’è una persona che non è per niente d’accordo, e costui è Kurt Angle, che si presenta sul ring per dire al mostro che ha già fatto abbastanza danni ed è il momento di smetterla. Strowman replica che non è ancora finita, ma Angle lo sorprende dicendo che è la stessa cosa che ha detto Roman Reigns e che ha chiesto e ottenuto di disputare un match contro The Monster Among Men a Payback. Strowman afferma che questo sarà il funerale di Roman Reigns, ma per stasera vuole lottare. Kurt Angle risponde che per stasera verrà invece sospeso e il mostro replica indispettito che già Mick Foley provò su di lui questa tattica e che non ha mai funzionato. Kurt Angle non cede un centimetro e Strowman è costretto per il momento a lasciare il ring.

Samoa Joe vs Chris Jericho

Assistiamo per prima cosa all’entrata in scena di Seth Rollins, che ha chiesto e ottenuto un match a Payback contro Samoa Joe, che stasera dovrà però vedersela con un altro atleta di pari livello: Chris Jericho, che vuole vendetta per il trattamento riservatogli due settimane fa da Kevin Owens e lo stesso Joe.

Vittoria di Samoa Joe per sottomissione di Jericho alla Coquina Cluch. Dopo la vittoria, Samoa Joe si rivolge a The Architect e sedicente King Slayer, avvertendolo che quando gli ha rotto il ginocchio nella sua prima apparizione a Raw, era solo una questione di affari, solo un lavoro da svolgere per Triple H, suo benefattore. Adesso, invece, la questione è ben più personale, perché The Samoan Submition Machine tiene molto ai suoi clienti, e per quello che Seth Rollins ha fatto a Triple H e a Stephanie McMahon, dovrà pagarla cara, e gli farà passare le pene dell’inferno. Seth Rollins sale in piedi sul tavolo di commento e replica che ovviamente la cosa sarà personale dato che Joe gli è quasi costato la carriera, ma a Payback lo avrà esattamente dove vuole: alla sua mercé al centro del ring.

Passiamo al backstage con Luke Gallows e Karl Anderson, che incrociano Elias Samson intento a suonare la chitarra.

Altro lato del backstage dove i Golden Truth si avviano verso il ring per il loro match proprio contro il Club, ma vengono attaccati da Braun Strowman, che lancia Goldust attraverso una recinzione e colpisce con un pugno in petto R-Truth per poi lanciarlo conto una cassa. Il mostro viene fermato dall’intervento di Jemie Noble, Finn Finley e Joey Mercury, che vanno poi a soccorrere i due.

Ritroviamo Strowman nello spogliatoio dove un arbitro gli ricorda che Kurt Angle gli ha ordinato di lasciare l’arena. Il mostro risponde che decide lui quando andarsene e il messaggero se ne va intimorito.

The Club vs Enzo & Cass

Sembra quindi che Gallows e Anderson siano rimasti senza avversari e ne richiedono due a Kurt Angle, che non trova niente si meglio della coppia di italo-americani Enzo Amore e Colin Cassady, egualmente al club appena fuori dal giro titolato, ora monopolizzato di Professional Warrior.

Vittoria del Club per schienamento di Karl Anderson su Enzo Amore dopo un lancio di ginocchi sulla terza corda.

Dopo il suo arrivo in apertura della puntata scorsa di Monday Night Raw, è ora che The Miz porti agli spettatori dello show rosso il suo Miz TV. Con Maryse al suo fianco, il Magnifico parte con la presentazione della puntata odierna, ma viene interrotto dall’arrivo di Dean Ambrose, che si mette a giocare con il pubblico dell’arena battibeccando con il presentatore e sua moglie. Miz si rompe le scatole e parte con un’invettiva contro il Lunatic Fringe dicendo che lui non si comporta come una degna superstar della WWE, non è al livello dell’Awsome One, che si comporta con classe e non come un generico wrestler dell’ultima delle federazioni indipendenti. Dean Ambrose lo disgusta perché è riuscito nel giro di sei mesi a buttare all’aria tutto il momentum che aveva mantenuto dal Draft fino a SummerSlam, ricadendo poi nel baratro del KickOff a WrestleMania. Dean Ambrose, dice The Miz, non avrà mai successo, non perché non abbia talento, ma perché è pigro, irrispettoso e lamentoso. Il Lunatic Fringe risponde per le rime al Magnifico dicendo che lui non è un lottatore qualunque, lui è Dean Ambrose, non gliene frega niente di apparire, di stare attento a cosa si mette, a cosa dice o a cosa tweetta, lui ama lottare, ama sudare, sanguinare, picchiare e essere picchiato sul ring, e per questo è Intercontinental Champion mentre The Miz è a condurre un Talk Show. Si intromette Maryse, che dice a Ambrose che non può definirsi campione solo perché si porta appresso una cintura, perché un vero campione deve comportarsi come tale, perché non è il titolo a fare l’uomo, ma l’uomo a fare il titolo. The Miz rincara la dose dicendo che durante il suo regno l’Intercontinental Championship è diventato grande come mai prima d’ora, poi Dean Ambrose ha vinto un singolo match e quello stesso titolo è diventato l’immagine di chi lo porta: uno scherzo. Il Lunatic Fringe termina la pazienza e attacca il Magnifico che tuttavia riesce grazie all’aiuto della moglie, a sfuggire alla Dirty Deeps e fuggire.

Passiamo al backstage, dove Braun Strowman ha trovato Kalisto e lo sta trascinando in giro fino a un bidone dell’immondizia dove il luchador viene lanciato. Appena voltate le spalle, tuttavia, Strowman viene attaccato da Big Show, che con uno Showlder Takle lo fa sbattere conto una saracinesca e lo mette a terra, urlandogli contro che è brutto trovarsi contro uno più grosso.

TJ Perkins vs Jack Gallagher

La situazione di TJ Perkins è in bilico, da una parte si sta riavvicinando al giro titolato grazie alla vittoria riportata ai danni di Austin Aries la scorsa settimana, dall’altra questo è possibile grazie ai consigli ricevuto dall’attuale detentore della cintura cruiserweight Neville. Stasera, per dimostrare ancora una volta quanto vale, Perkins affronterà stasera The Gentleman Jack Gallagher.

Vittoria di TJ Perkins per schienamento dopo il Detonation Kick.

Torniamo negli spogliatoi dove Akira Tozawa sta parlando con Apollo Crews, dicendo che è molto felice di averlo a Raw. Il giapponese viene interrotto da Titus O’Neil, che chiede ad Apollo come ha pianificato di avere un impatto forte sul suo nuovo show. Crews dice che l’unico suo piano è il lavoro duro e sconfiggere tutti i suoi avversari, ma O’Neil è sicuro che non basterà e dice di volerlo aiutare come curatore di immagine. Le idee di Titus non entusiasmano l’atleta, ma accetta ugualmente il suo biglietto da visita.

Linea a Mike Rome, che ha al suo microfono gli Hardy Boyz, a cui chiede cosa li abbia sorpresi della WWE dopo il loro ritorno. Matt e Jeff rispondono che sicuramente è l’atmosfera; la WWE è molto cambiata durante la loro assenza, nuovi volti, nuove grafiche, ma soprattutto la nuova atmosfera che si respira, con tutta la folla esultante di WrestleMania a impazzire per loro. Ecco apparire Cesaro e Sheamus, loro diretti concorrenti, che dicono di voler fare le congratulazioni ufficiali per il ritorno degli Hardy da parte di tutto lo spogliatoio di Raw, ora che dopo lo ShakeUp sono a tutti gli effetti membri del roster. Sheamus ovviamente non perde occasione per mettere parole di troppo e dice che ha molto rispetto per le capacità degli Hardy Boyz, coloro che hanno inventato i TLC, i migliori per quanto riguarda le scale sul ring, e sarà per loro un onore sconfiggerli a Payback e riprendersi i loro titoli di coppia ora che le scale non saranno di mezzo. Matt Hardy aggiunge che non hanno assolutamente bisogno di scale per vincere i loro match, e Cesaro decide di chiudere qui portandosi via il partner.

Sasha Banks vs Micky James vs Nia Jax vs Alexa Bliss

Dopo l’addio di Charlotte Flair e il sovrabbondare di concorrenti per il Raw Women Championship, si è deciso di organizzare questo Fatal Four Way Match per decretare la nuova prima sfidante di Bayley a Payback.

Vittoria di Alexa Bliss per schienamento su Sasha Banks dopo che questa ha subito il Samoan Drop di Nia Jax.

Passiamo la parola a Big Show, che dice a Charlie Caruso che Braun Strowman ha decisamente passato il segno e stasera proverà un po’ della sua stessa medicina Gigant Style.

Curt Hawkins vs Finn Balor

Torniamo sul ring con Curt Hawkins, per cui si notano le somiglianze con l’Heat Slater del post Draft, intento a fare il suo discorso di arrivo a Raw, interrotto brutalmente da Big Show la settimana scorsa. Hawkins chiama a se sul ring chiunque abbia il coraggio di raggingerlo in quella che di fatto è una Open Challenge. Alla sfida risponde Finn Balor, che la settimana scorsa ha ricevuto un inquietante avvertimento da parte di Bray Wyatt.

Vittoria di Finn Balor per schienamento dopo la Coup De Grace.

Passiamo ancora la linea a Mike Rome e a Chris Jericho (che continua a scambiare l’intervistatore per Tom Phillips), dispiaciuto, ma senza vergogna per la sconfitta subita da Samoa Joe, che è un tremendo lottatore e ci può stare che riesca a sconfiggerlo. Questo però non lo distoglie dal suo obbiettivo principale: il rematch contro Kevin Owens a Payback, un Kevin Owens che ora si vende come il volto dell’America, ma che in fin dei conti non può farlo, perché l’America merita un volto migliore del suo, tipo quello di Jericho, che in caso di vittoria passerebbe a SmackDown Live. Poi, con una gag degna dei Looney Toons, Jericho convince Mike Rome di essere Tom Phillips e lo vuole aggiunge di nuovo alla lista (probabilmente come Tom Phillips), mentre sullo sfondo passa un Elias Samson selvatico, che va a finire sulla List Of Jericho al posto di Mike Rome.

Appare adesso sullo schermo Bray Wyatt, che fa il suo discorso sulla paura che unisce i popoli, mentre lui controlla la paura, e per estensione controlla i popoli. Poi si rivolge a Randy Orton, che a Payback subirà assurde torture per mano sua.

Negli spogliatoi vediamo Alicia Fox e Dana Brooke, con la prima che mostra all’altra il replay della scorsa puntata di 205 con lo scherzo della farina in faccia ai suoi danni. Appare Emma, che dice a Alicia Fox che Dana Brooke ha riso a crepapelle durante quel segmento, e a nulla valgono le proteste della Total Diva, Alicia Fox lascia la stanza dicendo che non vuole più essere amica di Dana.

Cesaro vs Jeff Hardy

Siamo adesso pronti per un assaggio a ranghi ridotti del match titolato di coppia di Payback. Stasera Jeff scenderà in campo in vece della coppia per affrontare one on one Cesaro.

Vittoria di Jeff Hardy per schienamento dopo la Senton Bomb. Dopo il match abbiamo la stretta di mano tra i due tag team.

Siamo di nuovo con Mike Rome, che ci informa che i Golden Truth e Kalisto sono ancora in infermeria, ma non ci serve sapere altro a quanto pare, perché passano Heat Slater e Rhyno, contenti matti per essere passati a Raw. L’entusiasmo viene pesantemente smorzato dal passaggio di Braun Strowman, che spaventa a morte gli ex SDL Tag Team Champions.

Big Show vs Braun Strowman

Siamo infine giunti al main event della serata. Scontro tra giganti qui a Raw, adesso che Braun Strowman ha finito di seminare il panico nel backstage, sul ring si prepara ad affrontare Big Show.

Il match finisce in No Contest causa collasso del ring in seguito al Super Plex di Braun Strowman su Big Show. Alla fine però è The Monster Among Men a rialzarsi in piedi.

Questo è tutto per oggi da Raw. Noi ci vediamo la settimana prossima con un nuovo appuntamento dello show rosso, a una settimana soltanto da Payback.

Riccardo Magliano

Reporter WWE e TNA qui su WeTheWrestling.net