WWE Raw 31/10/2016 Report

Salve a tutti, appassionati di wrestling. Siamo tornati a Raw dopo uno splendido Hell In The Cell e le novità non mancano, ma andiamo a analizzarle una alla volta durante la puntata.

Il sipario lo apre Goldberg, di nuovo a Raw per un confronto con Brock Lesnar in vista del loro match in programma per le Survivor Series, e invece si ritrova Paul Heyman. Niente di nuovo sotto il sole, dunque, neanche stasera The Beast Incarned incontrerà il suo avversario e Goldberg sembra non poco contrariato della cosa. Parlerà in sua vece il suo avvocato, che esordisce dicendo che non gli piacciono i cori pro-Goldberg e non piacciono neanche al suo cliente, e tra l’altro è bravissimo a farci credere che Lesnar stia per arrivare. Quando Goldberg comincia a farsi cattivo nei confronti dell’avvocato, appare non Brock Lesnar, ma Rusev, che affronta l’ex campione assoluto e dice che Goldberg non è ne un supereroe come si crede, ne il grande lottatore che è stato in passato. Molto tempo è passato dai tempi delle Spear e dei Jackhammer, e il Bulgarian Brute non crede che Goldberg abbia ancora la prestanza fisica e il cuore necessari per quelle manovre; Goldberg è diventato debole, e Rusev odia i deboli. Rusev parte con un gancio destro, ma Goldberg quasi non lo sente e i due cominciano una violenta colluttazione che termina con la sconfitta del bulgaro e Goldberg che esegue su di lui il Jackhammer e quindi una Spear su Paul Heyman.

Enzo Amore vs Luke Gallows

Dopo la sconfitta a Hell In The Cell, i Certified G ci riprovano la sera dopo a ranghi ridotti in un match senza squalifiche a tema Halloween. Da notare che Enzo Amore e Big Cass arrivano vestiti da Buz Lightyear e Woodie superando di gran lunga la soglia del ridicolo.

Vittoria di Enzo Amore per schienamento dopo una DDT in salto dal paletto su una zucca.

Vediamo adesso la partenza dell’ambulanza con dentro Paul Heyman.

TJ Perkins vs Brian Kendrick

La cintura di WWE CW Champion ha cambiano mano a Hell In The Cell. Con un trucco abbietto poco meno di lui, Brian Kendrick è riuscito a strappare la vittoria e il titolo a TJP che ha chiesto subito il suo rematch titolato per stasera.

Vittoria di TJ Perkins per Count Out. Dopo il match, TJP va ad attaccare il rivale sulla rampa d’ingresso e applica il Knee Barr, ma viene fermato dagli arbitri.

Nel backstage troviamo adesso Mick Foley intento a discutere con un tecnico. La mano che dolcemente come un macigno di un quintale cala sulla spalla del GM è quella di Braun Strowman che chiede faccia a faccia a Foley di essere parte del Team Raw alle Survivor Series per trovare della vera competizione e se il GM non glielo permetterà, distrufferà mezzo roster. Mick Foley dice che Strowman non può ottenere quello che vuole semplicemente minacciando, quindi dice che ci sarà una Battle Royal stasera a Raw e il vincitore farà parte del Team Raw alle Survivor Series.

Mick Foley è chiamato adesso sul ring per chiarire le controversie scoppiate in seguito alla vittoria di Kevin Owens nell’Hell In The Cell Match di domenica notte grazie all’aiuto di Chris Jericho. Foley dichiara di essere fiero di tutti nella serata del PPV, tranne che di Jericho e Owens che tecnicamente hanno avuto un comportamento corretto, ma non per lui. I due Best Friends entrano quindi sul ring e chiedono a Mick Foley è più irritato per il fatto che Kevin Owens abbia vinto, se perché Chris Jericho sia stato più furbo degli altri, o perché Kevin Owens abbia rubato le luci della ribalta a tutti diventando la star indiscussa dello show. Inoltre Jericho rimarca quanto Mick Foley abbia bisogno di due grandi star come loro se vuole averla vinta contro SmackDown alle Survivor Series e il GM si vede costretto ad ammettere che hanno ragione. Kevin Owens continua a infilare il coltello nella piaga dicendo che Mick Foley è geloso di lui perché Kevin Owens è uscito vincitore dal suo primo Hell In The Cell Match, mentre Mick Foley ne ha persi quattro in carriera. Foley replica che ce l’ha con lui non perché sia uscito come campione dalla gabbia, ma perché ha sprecato l’opportunità di uscirvi come una leggenda e afferma che ha dovuto convincere a fatica Stephanie McMahon per non lasciare Chris Jericho fuori dal Team Raw, perché Stephanie voleva solo Kevin Owens, mentre Foley ha capito che uno che avesse il coraggio e l’astuzia di interferire con un Hell In The Cell Match potesse essere utile nella battaglia contro SmackDown. Quindi si, ha bisogno di entrambi, ma più di loro ha bisogno di un altro uomo, uno di cui ha fiducia. L’uomo in questione è Roman Reigns, uscito vincitore dall’estenuante Hell In The Cell Match contro Rusev difendendo lo U.S. Championship. The Guy si presenta sul ring e tira tre o quattro battute talmente tristi che eviterò di riportarle tra queste righe. Jericho non la prende bene e dice che nonostante lui sia canadese e sarebbe uno U.S. Champion migliore di Roman Reigns e potrebbe strappargli il titolo di dosso stasera stessa, ma l’Ariete è probabilmente indisposto a combattere dopo il temendo scontro con Rusev dove è stato preso a calci, quindi ritira la proposta, ma Roman non è dello stesso avviso e dice che Chris Jericho può farsi avanti e Mick Foley rende la cosa ufficiale.

Battle Royal

La Battle Royal che vedrà come oggetto del contendere un posto nel Team Raw delle Suvivor Series avrà luogo adesso e i partecipanti sono: Cesaro, Sheamus, Bo Dallas, Titus O’Neil, Jinder Mahad, R-Truth, Goldust, Curtis Axel, Darren Young, Neville, Sami Zayn e, come precedentemente accennato, Braun Strowman.

Vittoria di Braun Strowman che elimina per ultimo Sami Zayn.

Nel backstage, il New Day sta festeggiando Halloween con i loro travestimenti e dopo un momento di silenzio per Francesca II, rotta da Sheamus domenica notte e prontamente rimpiazzata da un nuovo trombone, ci confermano che saranno i capitani del Team Raw per la categoria tag team delle Survivor Series. Dopo aver commentato negativamente tutti i tag team di SmackDown annunciano che con il potere della positività dalla loro parte non potranno non vincere.

Rich Swann, Cedric Alexander e Lince Dorado vs Drew Gulak, Tony Nese e Ariya Daivari

Il match in questione lo abbiamo già visto nel Kick Off di Hell In The Cell, ma stasera gli sconfitti avranno la loro rivincita.

Vittoria di Cedric Alexander, Rich Swann e Lince Dorado per schienamento di Rich Swann su Drew Gulak dopo il Swann Kick.

Vincitrice e nuova campionessa femminile dello show rosso, Charlotte si è rivelata la migliore all’interno del primo Hell In The Cell Match femminile della storia e adesso viene a prendersi i suoi meriti sul ring di Raw. Charlotte afferma che Sasha Banks non deve sentirsi in colpa per aver perso, perché non c’è oggettivamente nessuna in grado di stare sullo stesso piano di The Queen, le altre possono solo lottare per il secondo posto e sarà meglio che se ne facciano una ragione. Questa vittoria la porterà alle Survivor Series come capitano del Team Raw contro SmackDown e grazie alla sua guida distruggeranno Nikki Bella, Becky Lynch e le altre ragazze di SmackDown. Quindi Charlotte chiama sul ring l’altro membro che Mick Foley ha scelto per il suo team: Bayley, che si presenta al cospetto di The Queen. La Abbraccia-Tutti si complimenta con Charlotte per l’ottima performance a Hell In The Cell, ma deve ritirare tutto, perché la risposta di Charlotte Flair le fa capire che il successo le ha dato alla testa e che non vorrà mai diventare una campionessa come lei. Charlotte risponde che Bayley non sarà mai una campionessa e che non riesce mai a distinguerla da una grande fan come tante tra il pubblico e decide di saggiare le sue capacità in un match che la vedrà opposta a una delle sue compagne alle Survivor Series, che non sarà come immagina Bayley Dana Brooke, bensì Nia Jax.

Bayley vs Nia Jax

Il match che una volta vedeva sulla linea l’NXT Women Championship avrà quindi luogo immediatamente qui a Raw e Nia Jax sembra intenzionata a far valere la sua forza in vista di un possibile ruolo chiave a Survivor Series. Charlotte invece si mette al tavolo di commento.

Vittoria di Nia Jax per schienamento dopo un Samoan Drop.

Cesaro e Sheamus vs Shining Stars

Il match per i Raw Tag Team Championships non ha sorriso alla strana coppia nella maniera migliore possibile, perché con una vittoria per squalifica del Naw Day nulla potrà evitare una richiesta di un rematch per i due, sempre che si mettano d’accordo su chi dei due dovrà dirlo a Mick Foley. Nel mentre Cesaro e Sheamus si riscalderanno contro i rappresentanti Primo ed Epico degli Shining Stars.

Vittoria di Cesaro e Sheamus per sottomissione di Epico alla Cloverleaf di Sheamus.

Vediamo ora una piccola avventura dei Golden Truth nella casa del terrore.

Nel backstage, Chris Jericho sembra abbastanza fiducioso di poter ottenere l’unico titolo che non ha mai detenuto in WWE e chiede al suo amico di guardagli le spalle durante il match con Roman Reigns.

Roman Reigns vs Chris Jericho

Il main event della serata vedrà quindi il campione degli Stati Uniti Roman Reigns difendere nuovamente il suo titolo dall’assalto di Chris Jericho e potenzialmente anche di Kevin Owens se questi dovesse interferire in qualsiasi modo.

Vittoria di Roman Reigns per squalifica a causa dell’attacco di Kevin Owens. I due canadesi continuano a colpire Roman Reigns che va a beccarsi una Pop-Up Code Breaker (in pratica Owens lancia in aria l’avversario come una Pop-Up Powerbomb e Jericho lo prende con la Code Breaker). Ecco che interviene però Seth Rollins, da molti ritenuto ancora incapace di lottare, che attacca Kevin Owens mettendolo fuori gioco e esegue la Sling Blade su Chris Jericho e lanciandosi quindi su Kevin Owens con un Suicide Dive per due volte di fila, quindi torna sul ring per il Flying Knee su Jericho e chiuderebbe con il Pedigree, ma Owens arriva in tempo per salvare l’amico.

Sullo sguardo tra Roman Reigns e Seth Rollins si chiude la puntata di oggi di Raw di oggi. Noi ci vediamo la settimana prossima per gli aggiornamenti sulle fazioni che parteciperanno alle Survivor Series; e a questo proposito, io consiglio di fare un po’ di scouting anche su SmackDown Live.

Riccardo Magliano

Reporter WWE e TNA qui su WeTheWrestling.net