WWE Top Story #58: Chad Gable

Si è fatto un gran parlare della storyline del figlio “illegittimo” del General Manager di Raw: a breve termine, sicuramente, sono in arrivo soddisfazioni per Jason Jordan che ne è protagonista.

Siamo però proprio sicuri che alla fine lo split non farà più bene a qualcun altro? Pensateci bene… da quando gli “American Alpha” sono stati sciolti, abbiamo visto un’evoluzione notevole dell’altro membro della coppia: Chad Gable.

Il trentunenne di Minneapolis, infatti, mi sembra quello che (pur senza alle spalle una storyline forte come quella del compagno) stia facendo parlare di sé: anche la costruzione che la WWE sembra gli stia dando, pare indirizzata verso grandi orizzonti futuri.

Si è iniziato con l’intervista nel backstage, face to face, con Renee Young: in essa Gable ha manifestato un palese disappunto per il fatto di aver scoperto del “segreto” di Angle e Jordan solo durante Raw, per poi affermare che ora ognuno percorrerà la sua strada e che per lui questa sarà una grande occasione per iniziare un nuovo percorso.

Indubbiamente poche parole, in tutto il segmento è durato circa due minuti, ma che fanno capire come sicuramente il personaggio verrà indubbiamente ricostruito: e, per ora, sembra che la cosa stia andando proprio nel verso di qualcosa di grandioso.

Chad Gable ha avuto tre match con nomi già affermati: Kevin Owens, AJ Styles e Rusev. In tutti e tre ha tirato fuori del cilindro prestazione maiuscole, portando i ben più quotati rivali al limite. Ha perso, certamente, ma la sua credibilità è uscita rafforzata.

Pensiamo ad esempio all’ultimo match con Rusev di qualche giorno fa: ad un certo punto, lo stesso pubblico presente in arena si aspettava la vittoria dell’underdog. Credo quindi che, se effettivamente la WWE ha scelto per lui una strada, lo vedremo perdere ancora magari qualche incontro con avversari di prestigio: fino a che, all’improvviso, arriverà il lampo dal nulla con una vittoria che farà parlare per settimane.

Da lì, la sua carriera, potrebbe davvero proiettarsi a vette di successo incredibili: dall’altra parte, giusto per spendere due parole anche sull’ormai ex compagno, temo invece che Jason Jordan (anche se magari nei prossimi mesi otterrà un certo riscontro) sia destinato presto a perdersi nell’anonimato.

Non lo dico perché ritenga il “figlio illegittimo” di Kurt Angle scarso (personalmente preferisco dieci volte di più Chad Gable, ma è innegabile che il talento ci sia anche in Jordan): temo però che una storyline come quella attualmente in corso possa avere il potere di ammazzare a lungo termine la carriera di un wrestler comunque capace, ma non certo irresistibile.

Quando un tag team viene smembrato, infatti, si porta spesso come pietra di paragone i leggendari “The Rockers”: Shawn Micheals ha indubbiamente avuto una carriera più luminosa dell’ex compagno Marty Jannetty (anche se per motivi diversi e complessi). In tante interviste abbiamo sentito dire, anche a scopo di derisione, “lui è il Marty Jannetty dei due”.

Bene, tralasciando il fatto che per mia personale antipatia verso HBK ho sempre amato di più Marty, temo che stavolta l’attuale Jannetty della situazione (Chad Gable) finirà col vendicare il capostipite degli underdog e a trasformarsi nel più splendente Shawn Micheals a discapito di chi
ora occupa quel ruolo (Jason Jordan).

Mi sono esposto troppo? Ho appena detto un’eresia? Questo mio articolo sarà ricordato come la più grande cavolata degli ultimi vent’anni? Lo dirà il tempo.

Alla prossima!

 

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com