WWE Top Story #60: let’s get ready to Rumble

“For the thousands in attendance, and the milions watching around the world….. Let’s get ready to Rumble !”: i meno giovani di Voi ricorderanno di certo che così gridava Micheal Buffer, storico announcer della WCW, durante i main event di Nitro o dei PPV.

Perché questa frase? Beh, un anno è passato e siamo di nuovo alle porte di Gennaio: da anni, per antonomasia, gennaio in WWE significa Royal Rumble.

Penso sia dunque il caso di iniziare a spendere qualche parola su uno degli eventi più importanti del panorama wrestling: tante sono le voci, ma pare che quest’anno (almeno al momento in cui Vi sto scrivendo) non ci sia ancora un sicuro vincitore di questo affascinante match.

Per cercare di azzardare qualcosa, vediamo di analizzare il momento attuale di Raw e Smackdown: nello show rosso comanda Brock Lesnar che, dopo aver sconfitto Goldberg a Wrestlemania, si è sbarazzato anche di Braun Strowman, AJ Styles ed è sopravvissuto a Summerslam ad un match a più persone. All’orizzonte non si vede un nome già pronto per insidiarlo.

Nello show blu, AJ Styles e Jinder Mahal ruotano attorno al titolo: indipendentemente dal risultato di Clash of The Champions, è lecito comunque attendersi che i due allungheranno il brodo fino alla Royal Rumble.

Non va infine dimenticato che a Survivor Series, unico PPV in cui i due show incrociano i guantoni, è stata Raw a trionfare: per questo, dovessi scommettere ora, andrei con un vincitore della Royal Rumble del roster di Smackdown.

Vediamo quindi di capire chi potrebbe essere, e con chi potrebbe scontrarsi: per esperienza e basandomi sulla mia memoria storica, tendo ad identificare Wrestlemania con la consacrazione di un personaggio. Tale wrestler, durante l’anno, in modo più o meno dubbio cerca di affermarsi nel roster e poi mette la classica “ciliegina sulla torta” durante l’evento più importante dell’anno.

Chi potrebbe essere costui, nell’attuale show blu? A me viene in mente un solo nome: Kevin Owens. La sua limitazione, però, è che è attualmente schierato trai cattivi e raramente si è visto trionfare questa sponda a Wrestlemania: sarebbe però un modo davvero notevole di consacrare il ragazzo, in un’impresa (trionfare da heel nel match principale) riuscita a pochi.

Se invece restassimo nel canovaccio classico, devo ammettere che andrei in difficoltà: non esiste un face attualmente in grado di ricoprire quel ruolo, o comunque lanciato allo stesso modo di Owens.

Altra discriminante sarebbe il campione in carica: io credo che alla fine Jinder Mahal tornerà campione, in qualche modo, e potrebbe essere lui ad andare a Wrestlemania con la cintura alla vita.

In questo caso la necessità di pescare un face sarebbe imprescindibile: due le soluzioni. O si riesce in modo convincente a spostare Kevin Owens dall’altra parte della barricata (split con Zayn, ribellione alla Austin contro Shane Mc Mahon, appoggio di Daniel Bryan alla sua causa), altrimenti c’è il rischio di un clamoroso flop.

Orton e Nakamura non li vedi in grado di essere minacce credibili (entrambi sconfitti in più occasioni da Mahal), Bobby Roode potrebbe esserlo ma non è per niente costruito e nemmeno pare debba esserlo a breve, resta l’incognita del free-agent John Cena che potrebbe comparire a sorpresa e terminare quel discorso iniziato con Mahal lo scorso Agosto.

E se invece fosse di nuovo Raw a vincere la Rumble ? Effettivamente Smackdown ha già trionfato l’anno scorso, non è un’ipotesi da escludere a priori. Anche in questo caso, però, chi ?

Braun Strowman ? Finn Balor ? Seth Rollins? Dean Ambrose? Al momento tutti hanno una limitazione: gli ultimi due bazzicano la divisione tag team, il secondo pare non ancora pronto per riconquistare quella cintura cui aveva dovuto rinunciare per infortunio, ed il primo sembra impegnato in altre faccende.

Pronostico secco dunque ? Al momento direi John Cena con ingresso a sorpresa, non pubblicizzato.

Vedremo comunque che accadrà… alla prossima !