Nelle ultime settimane prima di WrestleMania 36 il Wrestling Observer Newsletter aveva riportato che il WWE Hall of Famer Hulk Hogan avrebbe potuto avere un importante ruolo nello show, ma i piani sono cambiati con la pandemia del Covid-19 e il ppv si è quindi dovuto tenere a porte chiuse nel Performance Center di Orlando e altre sedi esterne. Inizialmente WrestleMania avrebbe dovuto svolgersi a Tampa, città dove Hogan vive. Inoltre The Immortal, insieme a Scott Hall e Kevin Nash sarebbero stati introdotti collettivamente come nWo nella Hall Of Fame della WWE. L’idea era quella di far partecipare Hogan all’ André the Giant Memorial Battle Royal e farlo uscire vincitore. Una fonte interna alla federazione avrebbe confermato all’importante sito americano che Hogan non avrebbe subito colpi all’interno del ring e avrebbe dovuto eliminare solo uno o due wrestler prima di ottenere la vittoria finale e fare festa con i suoi fan. L’idea sarebbe stata approvata da Vince McMahon e di fatto le trattative tra le due parti erano a un passo dalla conclusione positiva. Tutto però è saltato a causa della pandemia.

Non dimenticatevi che potete seguirci nei nostri canali social, Facebook, Twitter, Youtube e Instagram.