WWE WEEK #82

WrestleMania 32 ormai è realtà. La card è quasi totalmente definita, la WWE pur dovendo fare a meno delle sue stelle più luminose, è riuscita in qualche modo a creare hype per alcuni incontri, come l’Hell in a Cell Match tra Shane McMahon e Undertaker. Questa settimana si è scelta l’opzione “all in”, portando a Pittsburgh tutti i pezzi da novanta coinvolti nella Road To Wrestlemania. Bando alle ciance, cominciamo, Buona Domenica e Buon WWE WEEK!

Quello che dovrebbe essere il main event dell’evento più importante dell’anno, sembra essere passato in secondo piano, a causa di un Roman Reigns, ormai rigettato dai fan e della prevedibilità dell’esito finale. Proprio il samoano, dopo qualche settimana di pausa, ha fatto il suo ritorno, riproponendo con qualche differenza, l’angle in cui Triple H gli ruppe il naso. Questa volta non posso criticare ne il samoano e nemmeno il booking, finalmente abbiamo assistito a quello che avremmo dovuto assistere durante ogni episodio di Raw; Roman Reigns indemionato, niente parole, solo violenza. Lunedì però non sono riusciti ad ottenere i risultati di TLC, solo fischi, per tutta la durata del segmento. Purtroppo ormai è tardi, hanno totalmente fallito nella costruzione di Roman Reigns sin dal principio, proprio a TLC abbiamo avuto la sensazione che potesse cambiare qualcosa nonostante tutti i difetti e le lacune che presenta il samoano, ma anche in quel caso si è scelto di non sfruttare l’occasione, ed ecco il risultato, un main event che si colloca, a livello di importanza, alle spalle del match tra Shane McMahon e Undertaker, e addirittura dietro a quello tra Dean Ambrose e Brock Lesnar. Anche l’anno scorso siamo andati a sbattare contro un problema simile, ma sappiamo tutti come è andata a finire…

L’abbiamo già detto, Shane O’Mac vs. The Undertaker sarà il match più importante della notte texana, due grandi nomi si sfidano per qualcosa che potrebbe cambiare l’intero mondo della WWE. Proprio a Raw, Shane e il Phenom hanno avuto il primo confronto. Shane continua ad affermare il fatto che il becchino si sia ridotto ad esaudire le richieste di Vince McMahon, come fosse una semplice macchina da guerra pronta a schiacciare chiunque ostacoli il Chairman, ma Taker, colui che ha scritto la storia di questa compagnia non vuole ridursi a tutto ciò, non può essere la -puttana- di Vince. Per come si sta sviluppando la storyline, probabilmente Undertaker uscirà sconfitto dall’Hell in a Cell Match, ovviamente Shane non vincerà pulito, un’interferenza o un ripensamento del becchino che nel bel mezzo dell’incontro si scaglia contro l’Authority, decideranno le sorti della contesa.

Dopo la breve esistenza del team Y2AJ, il New Day ha trovato i prossimi sfidanti per WrestleMania 32. Dopo i match di Roadblock e Raw, dove i campioni hanno avuto la meglio, la prima volta domando Sheamus e King Barrett e la seconda volta sconfiggendo Alberto Del Rio e Rusev, a Dallas assisteremo al terzo incontro della faida, con tutti e 7 i protagonisti coinvolti nella lotta. Kalisto invece, dovrà risolvere un “grosso” problema di nome Ryback, un match che però lascia l’amaro in bocca vista l’inconsistenza del match uscito fuori, due settimane fa, da un banale promo nel backstage. Contentino anche per i Dudley Boyz, che affronteranno gli Usos, in un match tra gli esclusi dalla scena titolata.

Anche per oggi e tutto, appuntamento come sempre a Domenica prossima per un nuovo e imperdibile appuntamento con il WWE WEEK!

FCO

Caporedattore, newser ed editorialista, cura il WWE WEEK. Appassionato di wrestling, in particolare di WWE, amore soltanto per la Juve e Daniel Bryan.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com