WWE WEEK #88

Agenda fitta di impegni per la WWE che concluso Payback, PPV che ha aperto alla grande il Mese di Maggio, concentra subito le attenzioni sull’evento del 22, Extreme Rules. “Nuova Era”, sono queste le due parole più utilizzate nell’ultima settimana, una nuova era che sembra aver spostato l’asticella verso il “buon wrestling”, e Payback ne è il manifesto. E’ arrivato il momento di entrare maggiormente nel dettaglio quindi…Buona Domenica e Buon WWE WEEK!

A New Era, a New Steph, a New interesting story
Lunedì abbiamo assistito al primo Raw della gestione Shane-Steph, con una Stephanie dalle nuove attitudini. La moglie del Triplo sembra avvicinarsi sempre di più nella zona dei “buoni”, o almeno così vuole far credere. Una cosa però è certa la WWE ha preso una nuova strada che la sta indirizzando verso la giusta direzione, alla fine non c’era soluzione migliore di quella adottata, l’idea di mettere al comando entrambi i McMahon era la soluzione più logica e corretta, l’esordio perfetto di una storyline “a lungo termine”, si perchè questa storia andrà avanti per parecchio tempo, probabilmente solo a Summerslam avremo i primi verdetti. Per il momento mancano ancora tasselli importanti: Triple H, Seth Rollins, John Cena. Il primo senza ombra di dubbio ritornerà per ricoprire un ruolo importante, le possibilità di un possibile coinvolgimento sono molto elevate anche per Rollins e Cena. Ripeto, siamo solo all’inizio, accadranno molte cose interessanti.

Good Job Roman
Eh si, sembra un’assurdità, bisogna dirlo, buon lavoro Roman! O forse dovremmo dire buon lavoro WWE!? La compagnia di Stamford ha tirato su un grande feud che sta offrendo grande wrestling e grandi emozioni. I meriti quindi potrebbero essere attribuiti interamente alle scelte di booking sino a questo momento azzeccatissime, mettendo in secondo piano il contributo di uno dei protagonisti della faida, ovviamente non parlo di AJ Styles, ma del tanto odiato samoano. Bisogna essere onesti e razionali, mettendo da parte le sciocchezze mentali, i conflitti ridicoli e i ragionamenti mark/smart, provate ad ignorare tutto ciò, sono sicuro che riuscirete a cogliere tutto ciò che di buono ci ha fatto vedere nelle ultime settimane. Ovviamente lottare con un’atleta del calibro di AJ Styles aiuta e non poco, ma nel complesso Roman Reigns non ha sbagliato nulla, ne dal punto di vista del lottato, ne nello storytelling. Adesso bisogna vedere se la WWE ha intenzione di consolidare questi progressi, affrendogli il tanto atteso turn heel.

US and Intercontinental Plans
Già durante Payback abbiamo capito che il prossimo match valido per il Titolo Intercontinentale sarebbe stato uno spettacolo. Non è ancora ufficiale, ma salvo imprevisti catastrofici, a Extreme Rules, assisteremo ad un Fatal 4-way tra The Miz, Cesaro, Sami Zayn e Kevin Owens. Rusev, dopo Ryback, sarà il prossimo Big Guy a puntare il Titolo degli Stati Uniti di Kalisto. Il Bulgaro si è guadagnato la possibilità di sfidare il campione mascherato, aggiudicandosi in quel di RAW, una Battle Royal.

Goodbye Guys!
Settimana dei licenziamenti in casa WWE. Nella giornata di Venerdì, a salutare la compagnia di Stamford sono stati, Cameron, King Barrett, Zeb Colter, Damien Sandow, Hornswoggle, El Torito, Alex Riley e Santino Marella. Si tratta di gente che era ormai fuori dall’orbita WWE da parecchio tempo, fatta eccezione per King Barrett, utilizzato costantemente nell’ultimo periodo, ma che già aveva manifestato la volontà di non voler rinnovare il suo contratto. Un altro nome che probabilmente si aggiungerà alla lista citata in precedenza è quello di Ryback. In settimana il Big Guy, attraverso il suo blog, ha scritto parole coraggiose riguardanti lo status all’interno della compagnia dei così detti Jobber (leggi qui).
Anche per questa settimana è tutto, appuntamento a Domenica prossimo per una nuova ed imperdibile edizione del WWE WEEK!

FCO

Caporedattore, newser ed editorialista, cura il WWE WEEK. Appassionato di wrestling, in particolare di WWE, amore soltanto per la Juve e Daniel Bryan.