Jim Ross è stato recentemente intervistato da James Walsh di Wrestling Epicenter, con cui ha parlato di diversi argomenti tra cui il recente calo di ascolti di Dynamite.

Lo show settimanale dell’AEW va in onda sin dallo scorso mese di Ottobre il Mercoledì, in contemporanea con NXT, con cui ha intrapreso una “guerra” di ascolti. Dynamite ha quasi sempre vinto il confronto, ma nel mese di Aprile lo show della WWE ha ripreso terreno, sconfiggendo Dynamite per un paio di settimane consecutive. Ross ha commentato:

Non sono preoccupato. Hai detto che i numeri stanno calando – ed è vero. Ma questo è lontano dal costituire un disastro. Il nostro show si trova incastrato tra la programmazione della WWE, che propone show il Lunedì, Mercoledì e Venerdì. Nonostante ciò, i nostri fan hanno ancora il desiderio di guardarci. L’arena vuota ci penalizza, non è l’ambiente in cui siamo abituati a lavorare. A volte, come hai detto, i fan sono parte integrante dello show.

Il nostro pubblico è molto giovane, provocatorio e fa un sacco di rumore. Mi manca tutto questo! Per quanto riguarda i numeri… Guarda, ho avuto la stessa esperienza tanti anni fa. Noi (la WWE) siamo stati presi a calci dalla WCW per 83 settimane di fila, e io mi occupavo delle relazioni tra talenti. Non avevamo molto tempo per preoccuparci dei rating perchè sapevamo che 6 giorni dopo averli ricevuti avremmo dovuto rifare tutto e preparare un altro show. Non c’è molto tempo per lamentarsi o festeggiare. Ecco perchè non sono preoccupato dei rating. Significano qualcosa, ma poco. Stiamo andando bene e sappiamo dove vogliamo arrivare.