Siore e siori, benvenuti ad un nuovo Impact Zone! Partiamo con un recap della puntata:

  • il roster della TNA saluta Kurt Angle, mentre Lashley lo innervosisce in vista del loro match nel Main Event
  • Eric Young batte Will Ospreay, Bram, Big Damo e Jimmy Havoc in un King Of Mountain Match, mantenendo l’omonimo titolo.
  • Confronto fra Mike Bennett e Drew Galloway.
  • Gail Kim batte Jade e mantiene il titolo Knockout
  • I Beer Money battono i Wolves e vincono i titoli TNA Tag Team
  • Eli Drake e Jessie Godderz attaccano Grado durante un promo, Mahabali Shera salva lo scozzese.
  • Lashley batte Kurt Angle, e poi lo attacca a fine match, turnando heel.

Partiamo da un principio molto chiaro: la TNA sta mettendo troppa carne al fuoco.

Il fatto di aver fatto durante un King Of Mountain Match appena 8 minuti è scandaloso. Soprattutto per il fatto che questo match non è stato minimamente costruito, mettendo tutti i nomi “speciali” del tour in un’unica pentola, quasi per metterli in mostra. Una mossa che trovo inspiegabile, visto anche la costruzione data ad Havoc e distrutta in meno di 120 minuti.
Una situazione surreale.
La TNA sta avendo delle buone storie, ma le sta buttando tutte assieme in un sol colpo. Come quando a Natale, stai mangiando e finisci quello che hai nel piatto, ma nel frattempo te lo stanno già riempendo, di nuovo, per la terza volta.
Il problema sta nel fatto che, sembra, che la TNA stia navigando a vista, con una programmazione che rasenta l’avanzo di due settimane. Ora vediamo se dal prossimo Impact la questione cambierà, ma credo di no, onestamente.
La storia fra Bennett e Galloway, è la storia infinita. I due si stanno scontrando oramai da settimane, e onestamente, non mi stanno facendo impazzire. Le doti in ring dei due sono buone, se non ottime, ma la mancanza di logica, manca in questo feud.
– Bennett ha attaccato Galloway…perché?
– Perché lo ha cacciato via durante l’apertura delle valigette del Feast or Fired!
– Ok, ma perché non sfidarlo ad un match direttamente? Perché ci vuole una storia!
– Ok, ma perché non crearla bene?
– Boh!
Per il discorso Knockout, il far mantenere il titolo a Gail Kim è coerente, in vista di un possibile feud titolato con Maria, che deve ancora dimostrare le sue capacità sul ring, in TNA. Diciamo che la coerenza, in questo caso, è suprema. Si, sembro uno sparaballe!
Voglio stendere un velo pietoso sul discorso Grado. Odio vederlo in queste scenette, dopo averlo visto (in altri contesti) come un fottuto schiacciasassi.
Il turn heel di Lashley è quello che gli serve. Un Lashley che da face non aveva più niente da dire, e così può dare veramente il suo contributo alla TNA. L’unico problema è come la stessa compagnia lo vuole proporre? Il top heel è Matt Hardy, quindi lo puoi proporre in faide secondarie…ma chi è il secondo face della compagnia, visto che EC3 è impegnato con Hardy? Galloway! Ma Galloway è impegnato con Bennett. E poi? Mboh.
Vediamo come la situazione si evolverà.
Beer Money campioni! Una storia già scritta da quando si son riformati, con il “ritorno” di James Storm. Nelle ultime due settimane ho maltrattato i Beer Money, ma devo essere sincero. Son contento per loro, anche perché da una ventata nuova alla categoria Tag Team. L’infortunio di Davey Richards, potrebbe aprire nuove strade ad Eddie Edwards, che può dare una mano alla Desaparecida X-Division.

Staremo a vedere!