Benvenuti a una nuova puntata di Inside Raw, oggi scopriremo insieme cosa è successo nella puntata andata in onda nella nottata italiana di WWE Monday Night Raw. Vediamo nello specifico cosa è successo nello show…

Non Title Match

L’opener della puntata, la Raw Women’s Champion Charlotte Flair ha affrontato Shayna Baszler in un Non Title Match. In favore di Shayna c’era però la possibilità che in caso di vittoria avrebbe ottenuto un futuro match titolato valido per il titolo femminile del brand rosso. Un incontro basato principalmente sulla potenza, quello era chiaro fin dall’inizio. Charlotte sembrava essere in controllo sul ring fino a quando non è arrivata Nia Jax dal backstage. Propria una distrazione portata da Nia alla fine è stata fatale per Shayna, Charlotte ha avuto il tempo di metterla al tappeto e prendersi la vittoria con in pin decisivo. Nia ha reso quello che Shayna gli ha fatto nella scorsa puntata. A fine match Alexa Bliss è arrivata sul ring per alimentare la faida che porterà all’atto finale del match titolato di Extreme Rules. Alexa riuscirà a conquistare la cintura?

Six Man Tag Team Match

Il team formato dall’ex WWE Champhion Drew McIntyre e i Viking Raiders ha affrontato Jinder Mahal, Veer & Shanky. La faida tra lo scozzese e Mahal sta andando avanti dopo la vittoria del primo all’ultimo ppv della federazione, SummerSlam, tenutosi tre settimane fa circa. Le voci vogliono uno spostamento a SmackDown per Drew durante il draft che quest’anno si terrà in due serate, di fatto potrebbe essere fattibile come cosa. Il match è cominciato ancor prima dell’inizio effettivo dato che Jinder, Veer e Shanky hanno attaccato Drew prima che venisse raggiunto sul ring dai suoi tag team partner. Come incontro non è durato molto, per Drew e i Viking Raiders la vittoria è stata rapida e meritata.

Open Challenge

L’ United States Champion Damian Priest ha messo in palio il suo titolo in un open challenge. A rispondere alla sfida è stato Jeff Hardy. Finalmente un match importante per Jeff dopo diversi mesi in cui ha fatto solamente poche presenze televisive e incontri di poca importanza. Un match titolato è stato decisamente un passo in avanti, sperando che la federazione possa continuare ad avere questo push su di lui e soprattutto possa fargli fare una faida di livello. Raw ha bisogno di Jeff, un nome che riesce sempre a infiammare il pubblico. Prima che incominciasse l’incontro Sheamus, l’avversario per lo US Championship a Extreme Rules, ha raggiunto il tavolo di commento. Una buona prova sul ring per Jeff. Nel finale, dopo un incontro veramente ottimo nel lottato e di grande intensità, Damian si è confermato campione.

Dal backstage al ring

Un match nato pochi secondi prima di essere annunciato per una rissa nel backstage tra Rhea Ripley e Nikki A.S.H. da una parte contro Tamina e Natalya. Rhea e Natalya avevano già un match annunciato per la serata, quindi ad affrontarsi sono state Nikki e Tamina. Seppur senza titolo alla vita Nikki piace molto al pubblico e come al solito la federazione deve guardare chi è nelle grazie del pubblico presente nelle arene. Tamina non è che sul lottato mi dica molto, è potente si, ma per me carisma quasi assente dal suo personaggio. Tamina sembrava essere in totale controllo del match, ma Nikki ha piano piano riprese il controllo sulla sua avversaria e ha ottenuto una inaspettata vittoria nel finale. Non ho capito bene se la vittoria sia frutto di un botch di Tamina nell’uscire dalla schienamento, ma in ogni caso vittoria nelle mani della scozzese. Subito dopo è partito l’incontro tra Rhea Ripley e la canadese Natalya. Un match decisamente più alla pari e più combattuto rispetto al precedente. Nikki ha dato una grande mano a Rhea per arrivare alla vittoria. Hanno sconfitto entrambe una delle due WWE Women’s Tag Team Champions. Mi fa pensare che al ppv potranno avere la loro chance titolata.

8 Man Tag Team Match

Il team composto da Mansoor, Mustafa Ali & i The New Day contro AJ Styles, Omos, Mace & T-Bar. Tutti e quattro i team solo una settimana fa hanno preso parte al Tag Team Turmoil. Un match che ho apprezzato, tanta intensità sul ring e un bel livello raggiunto a livello tecnico. Non c’è stata nemmeno troppa confusione, cosa che ti puoi aspettare in un incontro del genere. Omos ha portato la vittoria al suo team con il pin vincente su Mustafa Ali. La battaglia per chi sarà il prossimo sfidante degli RK-Bro per i titoli di coppia del brand è appena iniziata.

Rivincita

Doudrop contro Eva Marie, la rivincita per entrambe. Da alleata Doudrop, che mi piace chiamare con il suo vecchio ring name Piper Niven, è diventata una spina nel fianco per Eva Marie. E’ una superstar che tiene bene il ring con potenza e con carisma, può venir fuori bene se ben sfruttata, cercatevi i suoi vecchi incontri in Insane Championship Wrestling, nelle Indy britanniche e nel brand di NXT UK, una superstar con la “S” maiuscola. Mai in discussione la vittoria di Doudrop nel corso del match, pochi minuti e una bella vittoria per lei. Può diventare un tassello importante del roster deve solo avere le giuste occasioni.

WWE Championship on the line

Nel main event dello show il WWE Champion Bobby Lashley ha messo in palio la sua cintura contro il Raw Tag Team Champion Randy Orton. Basta pensare che nella sua carriera Randy ha avuto alla sua vita ben dieci volte la cintura in questione, non è da tutti conquistare per ben dieci volte il WWE Championship senza contare gli altri titoli detenuti nella sua carriera. Tanta attesa per questo incontro, un grande interesse per esso. Randy ha cercato molto di lavorare con intelligenza. Nonostante una bella prestazione da parte dello sfidante Lashley nel finale si è confermato campione. Una vittoria di livello per lui. A fine match Big E ha incassato la sua valigetta conquistata a Money in The Bank sfruttando la stanchezza e il probabile infortunio in storyline per Lashley. Big E ha sconfitto Lashley diventando il nuovo WWE Champion.

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)