Benvenuti a una nuova puntata di Inside Raw, oggi scopriremo insieme cosa è successo nella puntata andata in onda nella nottata italiana di WWE Monday Night Raw. A scrivere oggi sarò io, il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo all’interno del WWE ThunderDome da Tampa in Florida…

Raw Tag Team Championship on The Line

AJ Styles e Omos dopo aver vinto i Raw Tag Team Championship a WrestleMania sono rimasti fuori dallo show per qualche settimana per una motivazione mai rivelata dalla federazione, forse per motivi collegati direttamente o indirettamente al Covid-19? Tutto è possibile. Finalmente i nuovi campioni hanno fatto il loro ritorno nel brand e hanno messo in palio le cinture contro gli ex detentori delle stesse, i The New Day, in un rematch di WrestleMania. Una buona prova per i campioni, Omos ha dimostrato ancora una volta un grande strapotere a livello fisico e di potenza, per me è anche migliorato nettamente. AJ e Omos si sono confermati quasi senza problemi ancora campioni.

La risalita della “Regina”

Dopo la sua “sospensione” Charlotte Flair ha ripreso la sua strada verso un opportunità titolata per il titolo femminile del brand rosso. Per il momento la sua prima opportunità a WrestleMania Backlash sembra essere sfumata dato che la federazione ha annunciato che a sfidare la Raw Women’s Champion Rhea Ripley sarà proprio l’ex detentrice della cintura Asuka, ma un’aggiunta non è impossibile per la WWE, anzi sarebbe nella norma. Nel corso della puntata Charlotte ha affrontato Dana Brooke. Quest’ultima a mia grande sorpresa ha messo in netta difficoltà la sua avversaria, ma a spuntarla é stata Charlotte per sottomissione quando ha bloccato Dana nella sua presa alle gambe.

Faida in costruzione

La faida che vede impegnato Damian Priest con John Morrison é un diretto collegamento della vittoria di Priest con Bad Bunny a WrestleMania contro proprio Morrison e The Miz. Il match tra Priest e Morrison é stato di buon livello e piacevole da seguire. Miz, che era a bordo ring, ha provato a dare mano in più occasioni al suo tag team partner, ma nonostante ciò Priest é riuscito ugualmente a trovare la vittoria per schienamento, direi anche meritata. É una superstar che può dare tanto al roster, a NXT ha fatto vedere delle cose veramente importanti e può assolutamente replicare ciò nel brand rosso.

L’ennesima sconfitta

Da quando Cedric Alexander & Shelton Benjamin sono stati “cacciati” dai The Hurt Business si sono ritrovati a lottare in coppia quasi in maniera stabile ma con dei risultati decisamente altalenanti e spesso con esito negativo. In questa puntata dello show rosso hanno affrontato i Lucha House Party, avversari decisamente alla loro portata. Ma dopo una prova almeno inizialmente positiva i due messicani hanno trovato la via della vittoria, quindi hanno portati una nuova sconfitta agli ex campioni di coppia del roster. Quando Alexander ha preso il microfono a fine match ha dichiarato in maniera indissolubile lo split del team. Sarà così o i due si riconcilieranno? In caso di split definitivo mi aspetterei un buon push in singolo per entrambi, se lo meriterebbero.

Nuovi spiragli?

Due superstar non molto utilizzate ultimamente almeno a Raw, ma con grande talento in prospettiva a mio avviso. Da una parte il latin lover del brand, Angel Garza, contro di lui l’ex 24/7 Champion Drew Gulak. Il match che hanno tirato fuori é stato decisamente di ottima fattura sia sul piano tecnico che sulla rapidità. Angel ha trovato la vittoria finale per schienamento. Non gli manca niente per sfondare nel brand, ha carisma, bravura tecnica e una gimmick che può funzionare benissimo, sarà forse un paragone molto azzardato ma in un certo modo rivedo in lui un Eddie Guerrero nella fase iniziale della sua carriera.

La scommessa “vinta”

Il team composto da Riddle e Randy Orton poteva sembrare una pura casualità, credo invece che la WWE ci abbia visto assolutamente bene nel farli lottare in coppia, i due funzionano bene e si completano alla perfezione, l’esperienza di Orton con la grande capacità di Riddle. I due hanno affrontato Jaxson Ryker e Elias, rei di averli colpiti con i pomodori precedente nel backstage. Orton e Riddle hanno conquistato con grande facilità un’altra vittoria. Spero che la strada intrapresa dal team gli possa portare fino a lottare per le cinture di coppia. Per me insieme hanno un potenziale enorme.

US Championship on The line

Una nuova Open Challenge lanciata dallo US Champion Sheamus, questa volta ha scelto il suo avversario direttamente nel backstage, il nuovo arrivato dal brand di NXT Mansoor. Quest’ultimo lo avevo definito una superstar decisamente talentosa e di buona prospettiva poco tempo fa e continuo assolutamente a crederlo tale. Per me la sua promozione nel brand di Raw è stata meritata. Ha fatto un buon match con il campione, ma il tutto si é interrotto quando Humberto Carrillo arrivato dal backstage ha attaccato Sheamus e quindi é scattata la squalifica e la vittoria dell’irlandese. Sembra che la loro faida stia per raggiungere il picco, mi piace lo stile di Carrillo. Potrà anche conquistare la cintura? Per me si.

WWE Women’s Tag Team Championship on The line

Le WWE Women’s Tag Team Champions Nia Jax e Shayna Baszler hanno messo in palio i loro titoli contro Lana e Naomi. Quest’ultime sono arrivate al match titolato dopo una bella serie di prove e vittorie anche in singolo sulle campionesse. Lana avrebbe anche portato la vittoria nelle mani del suo team stato per la distrazione portato da Reginald verso l’arbitro. Tale distrazione ha permesso a Shayna di uscire dallo schienamento e bloccare la stessa Lana nella sua presa di sottomissione. Non ha potuto far altro che cedere. Una bella prova di forza per Nia e Shayna.

Preludio

Nel main event della puntata il WWE Champion Bobby Lashley ha affrontato Braun Strowman in un Non Title Match. La scelta del campione e poteva ricadere su uno dei suoi due sfidanti di WrestleMania Backlash. Un incontro come era facile aspettarsi tutto basato sulla potenza dei due contendenti. L’arrivo di Drew McIntyre dal backstage ha dato una buona mano a Lashley. Proprio una distrazione portata dallo scozzese ha permesso al campione di andare a segno con la sua Spear su Braun. Ciò lo ha portato alla vittoria. Poi Drew ha colpito entrambi con la sua Claymore. La prossima puntata vedremo Drew contro Lashley, anche in quel caso senza titolo in palio.

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)