Benvenuti a una nuova puntata di Inside Raw, oggi scopriremo insieme cosa è successo nella puntata andata in onda nella nottata italiana di WWE Monday Night Raw. A scrivere oggi sarò io, il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo all’interno del WWE ThunderDome da Tampa in Florida…

#1 Contender Match

Nell’opener della puntata Drew McIntyre ha affrontato Kofi Kingston. In palio c’era il ruolo di #1 contender per il WWE Championship di Bobby Lashley a Hell in a Cell. Due avversari molto diversi, potenza contro rapidità, un ottima scelta della federazione per aprire la puntata. Un incontro molto intenso e assolutamente di alto livello. Quando MVP e Bobby Lashley hanno attaccato i due contendenti è scattato un No Contest finale. Chi sarà il prossimo sfidante di Lashley? Come proseguirà questa faida?

2 Minute Beat The Clock Challenge Match

Finalmente dopo diversi mesi di assenza a causa di mancanza di idee è tornata sul ring del brand rosso una superstar del livello di Nikki Cross. Al suo ritorno ha affrontato la Raw Women’s Champion Rhea Ripley in un Beat The Clock Challenge Match senza il titolo in palio. Solo due minuti di tempo per la campionessa per avere la meglio sulla sua avversaria, ha provato a trovare una vittoria veloce, ma la scozzese si è ben difesa ed è riuscita a passare indenne i due minuti facendo suo il match. Una bella prova per lei che è tornata al meglio e con una gimmick decisamente interessante. Potrà rientrare nella lotta titolata?

Una cintura per due

Asuka contro Charlotte Flair, due contendenti che sono entrambe in cerca della cintura di Rhea Ripley seppur con delle motivazioni molto diverse. Mi piace come è stata impostata la loro faida. Charlotte ha lavorato fin da subito alle ginocchia della nipponica, sopratutto al sinistro. Un match piacevole da seguire per me, avere due superstar come Charlotte e Asuka nel roster fa la differenza assolutamente. Charlotte dopo una prova quasi impeccabile per come ha tenuto il ring dall’inizio alla fine dell’incontro ha trovato una meritata vittoria.

Faida longeva

Shelton Benjamin contro Cedric Alexander, gli ex Raw Tag Team Champions e membri dei The Hurt Business hanno intrapreso una faida poco dopo la loro uscita dalla stable guidata da MVP. Una buona da middle card senza ombra di dubbio. Due superstar che hanno tanto da dire, Shelton con la sua esperienza importante e Cedric con la sua grande tecnica a rapidità. Sinceramente Alexander non mi dispiace nemmeno al microfono, ha fatto un buon promo pre match. Come incontro in se è stato piacevole e di un buonissimo livello. Cedric ha meritato assolutamente la vittoria finale.

Metamorfosi

Questo match ha visto confrontarsi Riddle e Xavier Woods. Il tutto è nato nelle scorse puntate del brand. Riddle sta crescendo moltissimo accanto a una superstar di grande esperienza come Randy Orton, un tag che funziona molto bene. Riddle e Xavier sono stati in grado di far un match molto interessante, seppur a mio avviso leggermente penalizzato dalle troppe pause pubblicitarie al suo interno, non hanno dato una continuità che poteva fargli fare un salto di qualità maggiore. Vedere come nel finale del match Riddle ha chiuso la contesa in suo favore con una mossa totalmente collegata a Randy Orton come l’RKO mi ha fatto capire quanto la federazione punti sia su Riddle che sul tag con Orton. Alla fine però devo ammettere che è stato un signor incontro.

Colpo illegale

Il Raw Tag Team Champion AJ Styles contro Jaxson Ryker, anche questa faida sta venendo portata avanti da qualche settimana. Dopo pochi minuti di match Elias, che era nascosto a bordo ring, ha colpito illegalmente il Grand Slam Champion. Il suo tag team partner ne ha immediatamente approfittato e ha trovato una insperata vittoria contro AJ. Omos che non si era accorto di ciò ha attaccato immediatamente sia Ryker che Elias mettendoli in fuga. Ma ad Elias è andata peggio del previsto dato che Omos lo ha spedito contro una schermata sullo stage.

Non Title Match

Una crescita veramente esponenziale quella di Humberto Carrillo, sia a livello fisico che a livello di tecnica. La faida contro lo US Champion Sheamus lo sta sicuramente mettendo in luce davanti agli occhi dei fan della WWE. In questa puntata il titolo dell’irlandese non era in palio. Una prova molto buona per Carrillo, ma a spuntarla é stato il campione. Quando post match ha provato ad attaccare ancora il suo sfidante dal backstage é arrivato Ricochet che lo ha salvato. Vedremo un match a tre al ppv?

Women’s Tag Team Championship on The line

Natalya e Tamina hanno messo in palio i loro WWE Women’s Tag Team Championship contro Nia Jax e Shayna Baszler. Le ex campionesse hanno avuto una nuova chance per riprendere le cinture di coppia femminili. Shayna ha voluto che Reginald rimanesse nel backstage e non desse distrazioni a bordo ring. Questa assenza é però durata poco. Shayna avrebbe anche portato la vittoria al suo team ma Reginald ha distratto l’arbitro al momento sbagliato e Natalya ne ha immediatamente approfittato per chiudere la sua rivale in un Roll Up che le ha portato la vittoria. Natalya e Tamina si sono confermate ancora campionesse.

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)