Benvenuti a una nuova puntata di Inside Raw, oggi scopriremo insieme cosa è successo nella puntata andata in onda nella nottata italiana di WWE Monday Night Raw. La rubrica riprende dopo una settimana di stop a causa forzata delle vacanze estive. Vediamo nello specifico cosa è successo nello show…

Handicap Match

Nell’opener dello show i due “adepti” di Jinder Mahal, Shanky e Veer, hanno affrontato l’ex WWE Champion Drew McIntyre in un Handicap Match. Un due contro uno a tratti diventato anche un tre contro contro uno date le continue interferenze di Mahal. Come minutaggio è stato basso, quando improvvisamente Jinder ha colpito lo scozzese con una sedia l’arbitro non ha potuto che chiamare la squalifica in favore di Drew. Ci sta come faida questa per lui, alla fine non può essere sempre in lotta per un titolo, diventerebbe quasi monotona come cosa. Penso che probabilmente avremo il loro match conclusivo della faida a SummerSlam, sono curioso di vedere quale stipulazione potrebbe essere scelta, un ampio campo a disposizione dei booker.

Occasione da non perdere

L’ex WWE Women’s Tag Team Champion Nia Jax, accompagnata sempre da Shayna Baszler, ha affrontato una delle pretendenti a SummerSlam per il Raw Women’s Championship, Rhea Ripley. Un match che inizialmente non mi ispirava molto dato che poteva sembrava quasi scontata una vittoria per Rhea ma le sorprese potevano essere diverse dato ciò che aspetterà l’ex campionessa del brand al prossimo ppv, quindi un incontro dove avere gli occhi aperti. Nel corso del match Nia è stata in grado di metterei in netta difficoltà la sua avversaria, soprattutto grazie alla sua potenza. Rhea nel finale è stata brava ad evitare la distrazione portata da Shayna e chiudere Nia in un Roll Up per prendersi la vittoria. La rottura dell’alleanza tra Nia e Shayna sembra essere ormai a un passo.

Tag Team Action

Nella scorsa puntata di Raw Mansoor e Mustafa Ali hanno trovato una bella vittoria su T-Bar e Mace. Solo sette giorni dopo i due team hanno avuto la loro rivincita sul ring, un nuovo incontro tra di loro. Devo dire che il temo di Ali e Mansoor è decisamente interessante, un mix pieno di tecnica e rapidità. Questa settimana però l’esito finale è stato diverso, la vittoria è andata con merito ai due ex membri della Retribution, stable della quale Ali era proprio il leader. Sostanzialmente ora sono su un pareggio, la faida sta continuando a prendere sempre maggiore interesse. Quando avremo la resa dei conti tra di loro?

La faida prosegue

La WWE Women’s Tag Team Champion Tamina ha affrontato Eva Marie. Come ormai noto la tag team partner di Tamina, la canadese Natalya, ha riportato nella scorsa puntata del brand un infortunio legittimo alla caviglia che l’ha costretta nei giorni scorsi a sottoporsi a un intervento chirurgico. Per Eva Marie ha lottato come accade ogni match Doudrop, all’incirca quello che accadeva anche nel primo stint di Eva in WWE, non lottava quasi mai per conto suo se non in match di coppia. E’ stato un match tra due superstar molto potenti. Ad avere la meglio è stata la campionessa di coppia femminile, direi anche con merito.

Diretta conseguenza

John Morrison contro Damian Priest. Un match dove Priest sembrava in netto controllo fino a che The Miz che era a bordo ring non ha provato ad interferire in favore del suo tag team partner. Un piccolo momento di controllo per Morrison, poi però tutto è tornato come prima e Priest ha conquistato una solida vittoria. A quel punto dal backstage è arrivato lo US Champion Sheamus che ha attaccato il vincitore. Vi ricordo che nella scorsa settimana proprio Priest aveva sconfitto Sheamus in un match dove il titolo non era in palio. Per pareggiare i conti Ricochet è arrivato in aiuto di Priest. Insieme hanno messo fuori ring sia Morrison che il campione. Subito dopo la pubblicità il team formato da Ricochet e Damian ha affrontato Sheamus e Morrison. In pochi minuti i due “face” hanno trovato la vittoria. La lista per lo US Championship di Sheamus è decisamente piena di nomi interessanti.

Una prova di forza

Una sfida complicata per Riddle, contro di lui il possente campione di coppia del brand rosso Omos. Un match tutto da giocare sulla rapidità e sull’astuzia dato che mettersi al piano fisico e di potenza di Omos non era fattibile. Di fatto quest’ultimo ha letteralmente dominato sul suo avversario nonostante qualche buona reazione da parte di Riddle. In pochi minuti però il campione di coppia ha trovato una facile vittoria nel suo debutto in singolo nel brand, ma era assolutamente immaginabile come cosa. Difficile, anzi quasi impossibile, mettere al tappeto Omos. Decisamente una bella prova di forza vinta con successo per lui.

Non Title Match

Una nuova presenza a Raw per l’NXT Champion Karrion Kross. Ormai il suo passaggio nel main roster sembra solo una formalità, ciò che lo tiene per il momento ad NXT sembra solo la cintura massima del brand che ha alla sua vita. Sono certo che dopo SummerSlam il suo passaggio diverrà effettivo. Contro di lui una superstar di grande talento e che ha bisogno di rilanciarsi assolutamente come Keith Lee. Il livello si è alzato per Kross anche grazie al continuo salire di livello dei suoi avversari. Ovviamente il titolo di Kross non era in palio. Mi sta piacendo molto questa scala di crescita match dopo match per l’NXT Champion. Una cosa però devo dirla, l’entrata del campione perde tanto senza la presenza di Scarlett, ma forse è solo una mia impressione. Dopo un match che ho veramente apprezzato, tra i due migliori dello show, Lee ha trovato una bella vittoria. Complimenti ad entrambi.

24/7 Championship on The Line

Una nuova difesa titolata per il 24/7 Champion Reggie. Contro di lui il nipponico Akira Tozawa finalmente in vesti di un vero wrestler e non utilizzato solo come backstage o poco di più, si merita assolutamente più occasioni. Un incontro si in tono minore rispetto a tanti altri dello show, ma almeno è stato un vero match e in pieno stile pesi leggeri quindi alquanto piacevole. Reggie si è confermato ancora campione. Mi piace come cosa quella di vedere un lottato molto maggiore per questa cintura invece di usarla solo per dei segmenti vicini allo status del comedy.

No Holds Barred

Il main event della puntata. La Raw Women’s Champion Nikki A.S.H. ha affrontato una delle sue due rivali di SummerSlam, Charlotte Flair. La stipulazione del match un No Holds Barred, quindi in parole povere un incontro senza squalifiche. Il titolo non era in palio. Avevo delle buone aspettative per questo incontro. Charlotte ha avuto diverse occasioni importanti per arrivare alla vittoria tra cui anche due schienamenti da lei interrotti al conteggio di due. Volendo scherzare troppo con la campionessa ha ottenuto l’effetto contrario e nel finale Nikki ha trovato una bella vittoria. Non sarà facile ne per Charlotte ne per Rhea al ppv, Nikki non molla mai.

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)