Benvenuti a Inside Smackdown dove vedremo cosa è successo in questa puntata di WWE SmackDown. Adesso partiamo con l’analisi dello show…

Alla caccia dell’ultimo nome

Per il team maschile del brand blu di Survivor Series mancava un nome da annunciare dato che Sami Zayn era stato escluso dallo stesso solo la scorsa settimana. A contendersi questa possibile sono stati Cesaro, Jinder Mahal, Ricochet & Sheamus. Quest’ultimo è tornato on screen dopo un infortunio che lo ha lasciato fuori nelle ultime settimane. Un Fatal 4 Way per decretare il quinto nome che rappresenterà il brand, quindi una grande occasione per tutti e quattro. E’ stato un incontro interessante, il livello sul ring è stato buono. Molto buona la prova di Ricochet, ha dato quella spettacolarità in più grazie ai suoi voli. Nel finale Sheamus ha trovato la vittoria, sarà lui a fare parte del team che rappresenterà SmackDown questa domenica. Un ritorno con il botto.

Un passo alla volta

Il team composto da Aliyah & Naomi ha affrontato Natalya & Shayna Baszler. Il match in se non è durato nemmeno un minuto. Dopo un buon inizio da parte di Aliyah sul ring, la canadese è stata in grado di trovare uno schienamento lampo su Naomi e con un conteggio rapidissimo da parte dell’arbitro. C’è lo zampino di Sonya Deville in ciò? Mi aspetto che nonostante la sconfitta Aliyah possa trovare la sua dimensione nel brand e possa essere considerata una buona superstar dai booker, il talento non le manca certamente ma deve avere le occasioni per dimostrarlo. Sono molto curioso di vedere la sua gestione post Survivor Series.

Un grande aiuto

Con la qualificazione al team di SmackDown per Survivor Series già in tasca, Jeff Hardy ha affrontato Madcap Moss. Non era un match che mi dava quell’hype massimo, ma il livello non è stato male nonostante Moss non lotti molto ultimamente. Happy Corbin era all’angolo di Moss mentre Hardy ha preso la sua precauzione portandosi Drew McIntyre al suo angolo, un bel vantaggio avere uno come l’ex WWE Champion al suo fianco. Di fatto proprio lo scozzese ha fatto la differenza per far si che Jeff trovasse la vittoria finale. Mi piace come Jeff si stia rilanciando, anche il fatto che abbia firmato da breve un nuovo contratto di un paio di anni è un fattore importante.

Non Title Match

L’Intercontinental Champion Shinsuke Nakamura, accompagnato da Rick Boogs, ha affrontato, Angel, lui invece accompagnato dal suo tag team partner Humberto Carrillo. Un match piacevole da seguire. In pochi minuti il nipponico ha trovato la vittoria confermando di essere pronto per questa domenica dove il suo avversario sarà niente meno che lo US Champion Damian Priest direttamente dal brand di Raw. Un match tra due campioni che seguirò con grande piacere. Per me sarà uno dei migliori incontri del ppv, ma questa domenica notte, o meglio lunedì notte, lo scopriremo.

Amiche o nemiche?

Una faida che sta crescendo show dopo show, Sasha Banks e Shotzi. Quest’ultima sta ricevendo un push importante che sembra quasi portarla a piccoli passi verso un turn heel. Mi piace questo lavoro che stanno facendo con lei. Entrambe in ogni caso faranno parte del team femminile di SmackDown per Survivor Series quindi non sarà una facile convivenza tra di loro. Nel finale Sasha ha trovato la vittoria grazie alla sua presa di sottomissione. Poi un segno di rispetto tra di loro come una stretta di mano come richiesto da Sonya, ma dopo ciò Sasha ha messo ugualmente al tappeto Shotzi prima di lasciare lo stesso. Saranno loro a costare a SmackDown il match o lotteranno per un bene comune?

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)