Benvenuti a Inside Smackdown dove vedremo cosa è successo in questa puntata di WWE SmackDown. Adesso partiamo con l’analisi dello show…

Potenza e determinazione

Il team formato da Big E & Kevin Owens contro l’Intercontinental Champion Apollo Crews & Commander Azeez. Per quest’ultimo è stato il suo primo match ufficiale nel main roster e nel brand di Smackdown, ma già aveva combattuto qualche incontro nel periodo in cui Shane McMahon gestiva Raw Underground. Il match in se è nato durante la scorsa puntata dello show blu. Non poteva mancare la presenza di Sami Zayn, una costante pronta a esplodere in questa faida. La prova di Azeez è stata determinante per portare alla vittoria del suo team, ha dimostrato una grande potenza. Sami ha distratto fatalmente Owens per permettere ad Azeez di trovare il pin vincente su di lui. Un debutto sul ring di Smackdown importante per lui.

La corona in palio

Shinsuke Nakamura contro King Corbin. Una faida che sta facendo tornare Nakamura in uno status decisamente più interessante rispetto a quello che ha fatto prima di ciò nel brand. Ovviamente è tutta una questione di booking e gestione, Nakamura tecnicamente è uno dei migliori wrestler al mondo. La corona che il nipponico ha preso a Corbin era in palio in questo incontro, una stipulazione assolutamente particolare che ha dato un po’ di brio in più all’incontro. Nakamura è riuscito ad imporsi sul suo avversario in maniera pulita e confermarsi ancora padrone della corona.

Evoluzione

Otis in rappresentanza degli Alpha Academy contro Angelo Dawkins dei The Street Profits. Un incontro dove in pochi minuti Otis ha dimostrato tutta la sua dirompente potenza fisica. Ha dominato fin dall’inizio sul suo avversario. Alla fine non abbiamo avuto un vero vincitore dato che che il match è stato sospeso dagli arbitri per poter controllare le condizioni di Dawkins. In ogni caso Otis ha fatto una figura ottimale, sta raggiungendo ottimi risultati accanto a Gable.

Universal Championship on the line

Nel main event della puntata Roman Reigns ha messo in palio il suo Universal Championship contro Rey Mysterio in un Hell in a Cell Match. La prima volta che questa tipologia di incontro di è tenuta in una puntata di SmackDown. Una grande occasione per Rey per tornare a vincere un titolo in singolo nella federazione e per diventare allo stesso tempo detentore degli Smackdown Tag Team Championship e l’Universal Championship. Un incontro che si doveva tenere al ppv, ma poi è stato deciso di spostarlo nella puntata di SmackDown. I due si sono dati battagli senza timore all’interno della gabbia. Una grande prestazione per lo sfidante, ma Reigns si è confermato ancora una volta campione.

In conclusione…

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)