Grudge Match: Mark Fit vs Damian Dunne
Già due volte le strade di questi due atleti si sono incrociate, nell’arco di un weekend, nel maggio 2014, quando l’ASCA fece tappa a Pizzoli per un weekend ricolmo di stelle europee. In entrambe le occasioni, l’italiano ebbe la meglio sull’atleta britannico, illegalmente dapprima, ma poi regolarmente, guadagnandosi così la stima del suo avversario. Mark tuttavia non è cambiato da allora, rimanendo un atleta dalle capacità grandi almeno quanto il suo ego, se non di più. Mi aspetto una sfida che, ancor più che nelle occasioni precedenti, sfoci nel personale, con Mark che miri ad umiliare un atleta più esperto e blasonato, ma rispetto al quale l’italiano continua a sentirsi superiore, confortato anche dalle passate vittorie. Vedremo un match spettacolare, perché non basterà un semplice schienamento per potersi ritenere il migliore dei due, sarà necessario vincere e convincere, trionfare e ottenere l’attestazione definitiva della propria superiorità anche dal punto di vista estetico. Si tratterà dell’occasione in cui vedremo i due dare definitivamente fondo al proprio arsenale.

FCW Tag Team Titles: HeadHunters (c) vs “Italian Fight Club” Veleno & Enrico Fernandez vs Shock & Horus vs Brutus & Graves
La coppia più sorprendente dell’anno in Italia di fronte alla necessità di ribadire la propria superiorità affermata all’interno della FCW affrontando addirittura tre coppie, due delle quali inedite, con il rischio di perdere le cinture anche senza venire schienati. Gli HeadHunters si trovano quindi davanti alla prova più difficile della loro carriera, dovendo affrontare due avversari più esperti di loro (Veleno e Fernandez), poi due più cattivi (Shock e Horus) ed infine un duo di atleti decisamente pazzi, che più pazzi non si può (Brutus e Graves). Mi aspetto perciò una contesa completamente imprevedibile, tante sono le differenze tra le coppie coinvolte, e tanti gli elementi inediti coinvolti in questo scontro. Mi viene l’acquolina in bocca anche solo a pensare a tutti gli incroci possibili: Shock vs Kronos, Entertrainer vs Veleno, Graves vs Horus…

Super 8 Cup First Round: TG vs Zack Gibson
Finalmente si entra nel vivo del torneo….se avessi dovuto immaginare un avversario italiano ideale per Zack Gibson, wrestler ancora oggi molto sottovalutato, ma che ha seminato per tutto il Regno Unito grandi match contro gli avversari più disparati e nelle federazioni più diverse (giusto per citarne due match, come non ricordare lo scontro in PROGRESS con Zack Sabre Jr, o il Cage Match in Futureshock contro Dave Rayne?), avrei citato sicuramente TG tra i due tre nomi migliori. E se avessi cercato un avversario europeo ideale per tirare fuori il massimo da TG, è proprio il nome di Gibson quello che per primo avrei tirato fuori dal cilindro. I due atleti hanno davvero molto in comune. Entrambi sono attivi da molti anni, eppure non hanno goduto delle meritate luci della ribalta, trovandosi nelle condizioni di imporsi davvero solo ora, nel corso di questo 2015, che è a mio modo di vedere per entrambi l’anno migliore della carriera. TG ha portato con onore il titolo della FCW, Gibson ha finalmente brillato nelle maggiori compagnie del Regno Unito, e ora i due nomi sono sulla bocca di tutti gli appassionati delle rispettive nazioni, accompagnati da un grosso interrogativo: “Ma dove sono stati questi due finora? Perché non erano tra i wrestler più noti, celebrati e decantati di Italia e Inghilterra?”. Poco male, perché è finalmente giunto il momento in cui entrambi si stanno prendendo le proprie rivincite. Purtroppo però, solo uno dei due potrà coronare questo 2015 portandosi a casa il trofeo. E sono sicuro che, così come ci hanno sorpreso nel corso di quest’anno solare, continueranno a farlo anche in questo match, mostrando al pubblico quanto vaste e diversificate siano le loro capacità. Due wrestler in grado di fare davvero di tutto…aspettatevi l’inaspettato!

Super 8 Cup First Round: Trent Seven vs Kyo Kazama
Capire cosa Trent Seven e Kyo Kazama abbiano in comune per rendere IMPOSSIBILE il non scegliere di farli scontrare già al primo turno è ancora più semplice che nel caso del match precedente. Due wrestler estremamente esperti, due veterani che incarnano al meglio lo spirito delle rispettive federazioni (Fight Club Pro e ASCA) le quali a loro volta si somigliano, con le dovute misure, sotto molti punti di vista, avendo entrambe perseguito con sicurezza e continuità l’unico scopo di portare il wrestling indipendente nelle rispettive nazioni. Poi, oltre a questo, Kyo e Trent sono due wrestler che fanno una presa enorme sul pubblico, per via dei loro character goliardici all’ennesima potenza: mi aspetto che il pubblico non sappia dove schierarsi, e del dubbio, tifi per entrambi rendendo l’ASCA Dome una vera e propria bolgia. Attendo inoltre che i due, compresa la situazione, scelgano di superare il rumore dei cori in loro favore con quello dei propri colpi diretti, duri, efficaci. Vorrei vedere e penso che vedrò davvero una sorta di carneficina, attuata dai due con il sorriso sul volto, a rendere ancora più insano e sconvolgente il tutto. Maestri dello strong style declinato nella sua accezione più dura e spettacolare…è un vero peccato che solo uno dei due possa andare a giocarsi le semifinali.

Super 8 Cup First Round: Jimmy Havoc vs Mr.Excellent
Sono due cattivi diversi, estroverso il primo, introverso il secondo. Ma il loro cuore è nero fin nel profondo, grazie all’enorme sicurezza che i due possono vantare nelle proprie immense capacità tecniche e strategiche. Sanno che sono i migliori, e sanno di potersi spingere più in là di chiunque altro per ottenere il loro scopo. E’ un incontro, anche questo, tra due veri maestri della disciplina, che vantano conoscenze e competenze allucinanti, spesso ben superiori a quelle degli avversari che si trovano ad affrontare. Sarà un match per palati fini, sicuramente molto tecnico, basato su uno scontro tra psicologie deviate e profonde.

Super 8 Cup First Round: Zack Sabre Jr. vs Iceman
Quanto ho aspettato questo match! Si potrebbe dire che l’ho aspettato per tutta la mia vita di IndyFan. Da quando sono andato a vedere il mio primo show wXw, e sono rimasto completamente coinvolto dall’atmosfera, dalla qualità enorme del lottato, dall’esaltazione dei tifosi, dalla mancanza di barriere tra atleti e pubblico…talmente tanto che ho deciso, allora, che avrei voluto riportare tutto questo in Italia. E Zack Sabre Jr. era lì quel giorno, e mi impressionò più di tutti gli altri, diventando in breve il mio wrestler preferito in assoluto. Oggi Zack Sabre Jr. è riconosciuto praticamente all’unanimità dai fan del wrestling indipendente come il miglior wrestler del pianeta, quello che garantisce gli incontri migliori; ha anche conquistato per due anni di fila il premio come miglior wrestler tecnico al mondo secondo Wrestling Observer, laddove questo premio è andato anche a wrestler della WWE, sconfiggendo quindi anche la concorrenza dei wrestler più celebri del pianeta. Non potevamo che mandargli contro un wrestler che non ha paura di nessuna sfida, capace di affrontare alla pari Tommy End dopo aver già disputato due incontri la stessa sera, capace di portare avanti questo 2015 senza patire NESSUNA sconfitta, capace di superarsi in ogni singolo match che combatte, un po’ come (speriamo) fa l’ASCA in ogni proprio show. Il nostro ACE, il nostro volto, il nome principale del nostro roster: questa sarà una sfida tra due numeri uno. Tra due atleti con un enorme background marzialistico, ma anche due macchine perfette per fare wrestling.

Damian Dunne vs Doblone
Il primo dei match già annunciati per la seconda parte dello show, quella “notturna”, è un incontro che davvero fa fremere tutto il booking team. Doblone, uno dei wrestler che sta avendo la massima resa in ASCA, un performer capace di innovarsi e sorprenderci ogni volta, finalmente godrà di un avversario internazionale…lui che probabilmente proprio nei match con gli stranieri ha dato il meglio nella sua carriera, se si pensa ad esempio alle straordinarie contese nelle quali ha incrociato il norvegese Adrian Storm….Mi aspetto una contesa divertente, frizzante, con un finale al cardiopalma, perché i due atleti sono molto simili sia per caratteristiche fisiche che tecniche, per cui è pressoché impossibile delineare un favorito della vigilia.

Grudge Match: Extreme Panther vs Brutus
L’ultimo degli incontri già annunciati, è una delle poche contese ripetutesi nella storia dell’ASCA. Questo già dovrebbe essere sufficiente per far capire quanto ci aspettiamo da questi due, se è vero che, dopo Best in Italy, non vedevamo l’ora di una rivincita! Brutus e Panther sono sicuramente due tra i wrestler più migliorati nel corso del 2015: il secondo si sta raffinando parecchio, grazie all’esperienza che sta acquisendo all’interno dell’academy ICW, all’interno della quale non manca di brillare in ogni sua apparizione; il primo invece, mio personale pupillo, sta dando prova di essere un performer affidabilissimo, capace di tirarti fuori lo show stealer praticamente in ogni occasione. A mio modo di vedere Brutus è vittima di un forte equivoco, che lo vede considerato principalmente un wrestler hardcore; è vero, sa prendersi grandi rischi, tuttavia il suo vero talento a mio modo di vedere sta proprio nel wrestling “normale”, dove svetta per la cura maniacale nelle costruzione del match e nell’efficacia dei singoli colpi, qualità che ne fanno sempre ed immediatamente un beniamino di qualsiasi tifoseria, tanto per via della sua credibilità quanto per quel suo carisma animale che trasmette. Il fatto che i due contendenti si conoscano da quasi un decennio sul ring, e ciò nonostante abbiano avuto ancora poche occasioni di scontrarsi, aggiunge ulteriore pepe al match, se ce ne fosse bisogno.

Super 8 Cup: aspettatevi match mozzafiato, incontri tra atleti che sembrano nati apposta per scontrarsi, un tifo sfrenato e tanti, tanti colpi di scena!

A cura di Andrea Tagliabue.