Devo essere onesto. Dopo dodici capitoli gli argomenti generali iniziano a scarseggiare per cui questa rubrica inizierà a virare sugli incontri, sui personaggi che ad EMG vengono in mente di volta in volta, in modo tale da potervi lasciare con una biblioteca di match e di nomi tali da potervi sbizzarrire come volete.

L’11 giugno del 2005 Samoa Joe e Necro Butcher si sfidavano nel main event di Something to Prove, evento della IWA Mid-South che si teneva a Philadelphia.

Il match fu durissimo, i colpi di Joe furono “stiffatissimi” e Necro Butcher chiuse quella contesa come una vera e propria maschera di sangue. L’atmosfera nell’arena era esplosiva ed il commento di Eddie Kingston, CM Punk e Dave Prazak fu fantastico. Sul mio personale taccuino si vede un nove grande come una casa.

Di Samoa Joe non credo sia necessario parlare, visto il suo essere già da tempo main stream. Mentre chi era Necro Butcher, chi era quell’omone che aveva tutto tranne che l’aspetto del wrestler se lo si incontrava per strada? (ps ho posato volontariamente un immagine fatiscente

Samoa Joe vs. Necro Butcher from IWA-MS 2005 | Views from the Hawke's Nest

Il suo vero nome è Dylan Keyth Summers nato il 13 luglio 1973 a Pine Grove West Virginia. Nella sua carriera si è fatto conoscere maggiormente per i suoi incontri hardcore e death ed ha combattutto in tantissimi federazioni indipendenti IWA Mid-South, PWG, BJW, CZW. Ma non solo, magari qualcuno di voi può averlo visto anche in Ring of Honor. Ops dimenticavo, anche nel film “The Wrestler”. Insomma è un personaggio che gli amanti di questo filone della disciplina conoscono molto bene.

Tornando al match, che potete vedere qui di seguito, volevo soffermarvi sul suo realismo, sulla violenza e l’intensità dei contendenti, messaggi immediatamente recepiti dal pubblico che terminerà cantando “Match of the Year” (in gergo MOTY). Un browling di altissimo livello della durata circa di 10 minuti che vi terrà incollati alla sedia e che al suo termine non vi lascerà indifferenti.

Dimenticavo leggetevi anche i quasi 300 commenti di questo video, meritano.

EMG F*****G OUT!

Non dimenticatevi che potete seguirci nei nostri canali social, FacebookTwitterYoutube e Instagram.