Sunday, January 24th, 2021

Lascia o raddopia. In questo caso la H2O raddoppia ed in uno stesso giorno presenta due eventi. No Pity for the weak è il secondo, quello serale, quello più importante, quello nel quale verranno difesi tutti i titoli della compagnia.

H2O No Pity For The Weak 2021 -

H2O Tag Team Title Match

White Trash Forever (Bruce Grey and Tyler Voxx) def. The Kidz (Austin Luke and Marcus Mathers) (c) 6.5 out of 10 stars (6,5 / 10)

I WTF ritornano ad impossessarsi delle cinture e lo fanno alla loro maniera, cioè in modo sporco. L’incontro non è stato sicuramente di alto livello, ma è stato costruito per creare una storyline che probabilmente vedrà coinvolti ancora i Kids e The Brand. Onestamente mi aspettavo di più, ma ci si è trovati semplicemente davanti ad un incontro in cui il lottato è stato messo da parte per una costruzione futura.

H2O Hybrid Title Match Open Challenge

Frankie Pickard def. Rocket 7 out of 10 stars (7 / 10)

Scontro fratricida. Alla open challenge di Pickard risponde Rocket membro del suo stesso gruppo in un incontro che parte in amicizia ma che prosegue in modo diverso. Devo essere onesto, l’idea del booking mi è piaciuta, ma l’incontro, nonostante alcune buone combinazioni non mi ha convinto totalmente. Pickard alterna buone prestazioni ad altre meno convincenti, Rocket dal suo lato si rivela un ragazzo con dei numeri importanti ma ancora molto grezzo. Nel complesso comunque un incontro discreto.

G-Raver def. Alex Stretch 8 out of 10 stars (8 / 10)

Alla fine dell’incontro, al commento definisco quanto visto come disgustoso. Questa sensazione è esattamente ciò che ha provato EMG. Quindi dal mio punto di vista il booking e la storia raccontata è stata perfetta. Badate bene, non si tratta di un incontro sanguinoso perchè sangue non ce ne è, non si tratta di un incontro particolarmente violento, se ne sono visti a migliaia peggiori. Devo essere sincero è veramente complicato spiegarlo a parole. Stretch è un lottatore sporco nelle esecuzioni ma sempre divertente da vedere e quello che succede in questa contesa e far vedere come lui non sia mai sazio della punizione che G-Raver gli infligge e come se chiedesse continuamente di provare più dolore. Questo è un match che credo posso dividere molto chi lo guarda. Io sono dalla parte di coloro ai quali è piaciuto. Il consiglio è quello di vederlo e farvi la propria opinione.

The Grimey Bastards (Deklan Grant and Devon Moore) def. GG Everson and Stockade 6.5 out of 10 stars (6,5 / 10)

Incontro più che sufficiente che da il meglio di se nel post match quando la donna di Deklan Grant viene gettata su di un tavolo da GG Everson, preparando il campo ad una faida futura. La contesa in se non ha avuto grandi sussulti ma è stata comunque godibile. Tutti e quattro i lottatori sono in grado di dare molto di più, ma ovviamente la prestazione è stata messa da parte, per questioni di booking.

Fight For Your Life

Jeff Cannonball def. Jonny Nova 6 out of 10 stars (6 / 10)

Una delusione. Incontro dal quale mi aspettavo molto molto di più vista anche la posta in palio e che invece non solo non mi ha fatto impazzire a livello di browling ma che non ha avuto molto senso a livello di storyline nel finale. Nova perde ma Cannonball, gatekeeper della compagnia, lo riammette in H20. Domanda: a cosa è servito dunque l’incontro? Misteri del wrestling.

Devil’s Bullrope

Terra Calaway vs Kit Osbourne no contest

Sentire piangere di dolore un lottatore è tremendo, sentirlo al femminile ancora più duro. Match che si chiude dopo pochi minuti a seguito di un infortunio al ginocchio assolutamente fortuito e casuale avvenuto neppure durante qualche particolare manovra. In bocca a lupo Terra.

H2O Danny Havoc Hardcore Title MatchFamily Affair Chapter 2

Bam Sullivan (c) def. Mouse and Aiden Baal 7.4 out of 10 stars (7,4 / 10)

Più che discreto hardcore match classico tra i tre amici, membri della stessa stable, che sono saliti sul ring e senza particolari strategie hanno cercato di eliminarsi uno con l’altro. Non si sono visti particolari bump, ma la contesa si è rivelata solida. Nel complesso un incontro sensato tanto nello svolgimento quanto come nel risultato.

H2O Heavyweight Title Match

Chuck Payne def. Ron Mathis (c) 7.8 out of 10 stars (7,8 / 10)

Buon main event. Chuck Payne aveva scelto come stipulazione speciale che Papagiorgio avrebbe dovuto essere l’arbitro per dargli il modo di poterlo controllare ed allo stesso tempo Ron Mathis aveva promesso che lo avrebbe battuto senza nessun aiuto. Ebbene l’incontro ha raccontato questa storia e lo ha fatto anche in modo sensato. Ovvio che qualcosa sarebbe successo, ma quel qualcosa succede solo una volta ed alla fine di una contesa ben combattuta e nella quale il pubblico si è lasciato trasportare. Probabilmente non un match molto spettacolare ma estremamente solido.

CONCLUSIONE 7.3 out of 10 stars (7,3 / 10)

Evento migliore di quello disputatosi nel pomeriggio, che si è lasciato vedere e che ha divertito. La cosa però più interessante avviene nel finale quando nel video compare quel “stiamo arrivando” dei 44OH! che grida vendetta. A livello di match sicuramente quello tra G-Raver e Alex Strech si porta a casa la palma del migliore.

EMG F*****G OUT!

Non dimenticatevi che potete seguirci nei nostri canali social, FacebookTwitterYoutube e Instagram.