Saturday, April 10th, 2021, Tampa, Florida

▷ Resultados ICW No Holds Barred Vol. 12: Farewell To The Pawn Shop •  TurnHeelWrestling

Nolan Edward def. Dan Maff 8.5 out of 10 stars (8,5 / 10)

Incontro che va visto prendendo in considerazione tutta la storia di Nolan Edward e la sua parabola di crescita negli ultimi mesi e che sancisce con lo splendido promo finale la prima consacrazione. L’incontro era la rivincita tra i due, dopo che nella loro prima uscita Maff aveva “abusato” del ragazzo. Anche in questa, la sceneggiatura è la stessa, ma ciò nonostante qui Edward si dimostra un lottatore, più forte, più resistente ed in grado di ribattere colpo su colpo. Devo essere sincero, il finale mi è sembrato un po’ esagerato, però questo booking ci stava totalmente se l’obiettivo era quello di elevare lo status di un lottatore.

Orin Veidt def. Bobby Beverly 7.5 out of 10 stars (7,5 / 10)

Incontro più che discreto ed assolutamente più violento del precedente. Veidt si dimostra come sempre un ottimo death wrestler sempre troppo poco considerato. Beverly dal canto suo lo segue con una prestazione convincente. Si vedono colpi duri, ma a me è mancato un po’ di phatos e quella adrenalina tipica degli incontri ultraviolent che fa fare il salto di qualità. Nonostante ciò i due hanno interagito bene e non si sono mai tirati indietro nonostante le tante fatiche del weekend.

Neil Diamond Cutter def. Tank 8 out of 10 stars (8 / 10)

Un icona del death match come Tank contro, a mio modo di vedere e un dei due lottatori più creativi del circuito indipendente (insime a Jimmy “Chondo” Lyon) messi sullo stesso ring non possono che dar vita ad una contesa godibile. Effettivamente così è stato nonostante la ruggine del veterano che aveva combattuto sette incontri negli ultimi tre anni. Sicuramente non un capolavoro, ma un incontro divertente che ha funzionato dall’inizio alla fine.

Satu Jinn def. Ruben Steel 8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)

Quando questi due entrano sul ring uno contro l’altro bisogna sempre aspettarsi tanto sangue ed una sana browlerata death. Anche questo incontro non è da meno, nonostante sia stato inferiore a quello combattuto poco tempo fa dentro al Pit. Una cosa è evidente, tra i due c’è molta alchimia e la si vede sul ring nonostante in questo caso ci siano stati diversi errorini. Incontro per palati forti e per gente non impressionabile.

Damon Spriggle def. Alex Ocean (with Riley Madison) 7.3 out of 10 stars (7,3 / 10)

Incontro che non mi ha fatto impazzire nonostante entrambi i lottatori abbiamo dato il massimo. Molti errori, forse troppi, hanno avuto un impatto importante sulla contesa ed il finale con l’intervento di Brandon Kirk che costerà la vittoria a Ocean, mi è sembrato un po troppo soft. Se doveva essere decisivo, sarebbe stato meglio, a mio modo di vedere, qualcosa di decisamente più contundente. Nel compesso comunque un incontro discreto.

Shane Mercer vs SHLAK 6.8 out of 10 stars (6,8 / 10) no contest

Incontro costruito per prepare un rematch tra i due. L’idea ci stava, ossia il fatto che i lottatori si picchiassero tanto da non potersi più rialzare e fare in modo che l’arbitro chiamasse il no contest. Il problema è che non è successo nulla che potesse giustificare questo finale. Certo si sono picchiati, ma in ICW si sono viste cose esageratemente peggiori e soprattutto tanto SHLAK quanto Mercer non sono due atleti che tendono a alzare bandiera bianca. Il pubblico non ha gradito

Atticus Cogar def. Reed Bentley 8.2 out of 10 stars (8,2 / 10)

Incontro ben combattutto e discretamente violento che a mio modo di vedere soffre troppo per l’eccessivo overbooking, anche se obiettivamente sensato perchè si sa che quando sul quadrato c’è un membro di 44OH! i componenti della stable sono sempre nascosti nell’ombra pronti ad intervenire. Nel complesso, comunque, contesa divertente che dimostra come tanto Bentley come Cogar, abbiano fatto passi da gigante nell’ultimo anno.

ICW American Deathmatch Title

John Wayne Murdoch def. Eric Ryan 8.8 out of 10 stars (8,8 / 10)

La nuova cintura della ICW sarà d’ora in avanti alla vita di John Wayne Murdoch dopo un main event molto violento ed estremamente sanguinoso dall’inizio alla fine. Classica contesa death con l’utilizzo delle armi tipiche di questa tipologia di incontri che potrebbe far storcere le budella ai deboli di stomaco. Non il più bel match dell’anno ma sicuramente uno dei migliori, degno spettacolo per la nuova incoronazione. Match consigliatissimo

EMG F*****G OUT!

Non dimenticatevi che potete seguirci nei nostri canali social, FacebookTwitterYoutube e Instagram.