Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di Game Charger WrestlingSo Much Fun“, l’evento si è svolto nella serata italiana a Atlantic City, New Jersey. A scrivere sarà oggi il vostro Lorenzo Fanti. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Jordan Oliver def. Juicy Finau via Pinfall

Due talenti che ho già imparato a conoscere nelle varie fed delle Indy, decisamente un opener di alto per lo show. Jordan Oliver ormai lo ritengo un ottimo talento delle Indy capace di fare il salto in una major o una fed di secondo piano ma sempre importante nel panorama americano come la ROH o Impact. Juicy Finau lo conoscevo un po’ meno devo essere sincero, ma lo apprezzo per il suo stile di lotta molto simile a quello che può essere di Fallah Bahh a Impact, addirittura superiore secondo me come potenziale. Classico incontro tra un peso leggero e molto agile contro un big man dotato di una notevole stazza. Jordan ha tenuto testa al suo avversario anche se all’inizio Juicy sembrava essere in netto controllo. Mossa dopo mossa Jordan è riuscito a mettere in difficoltà il suo avversario e dopo averlo colpito nel finale con una mossa finale doppia, nella prima Juicy è uscito miracolosamente dallo schienamento, ha trovato una vittoria decisamente meritato. Un buonissimo opener.

7.8 out of 10 stars (7,8 / 10)

AJ Gray def. Ace Austin, Holidead, Aero Boy, Joe Keys & Levi Everett via Pinfall

Tanta carne al fuoco per questo match, due nomi tra il passato e presente di Impact Wrestling come Ace Austin e Holidead, il talentuoso Aero Boy, AJ Gray, e infine due nomi che non ho mai visto fino a oggi ma mi hanno sorpreso decisamente in positivo come Joe Keys e Levi Everett. Se non erro Levi ha una gimmick legata al mondo degli amish, ma non vorrei sbagliarmi. Uno Scramble Match molto ben fatto e tutto da seguire. Come mi aspetto solitamente in un incontro del genere spesso vince la grande confusione che si crea nel tutti contro tutti, ma qui invece c’è stata una confusione importante dove al posto della difficoltà di seguire le mosse ho visto una grande pulizia nella fase tecnica e una grande tenacia sul ring. Alla fine a uscirne vincitore è stato uno dei volti della GCW, AJ Gray con lo schienamento su Joe Keys. Ancora una volta si conferma tra i migliore della federazione.

8 out of 10 stars (8 / 10)

Death Match: Atticus Cogar def. Cole Radrick via Pinfall

Da quando ho iniziato a seguire la GCW, ormai da diverso tempo, credo che Cole Radrick sia uno dei talenti più cristallini che essa è stata in grado di mettere in mostra, così come per Jordan Oliver non gli manca niente per sfondare e arrivare in altro nel mondo del Pro Wrestling. Contro di lui un altro giovane talento che si mette in luce nelle Indy, il membro dei “440H!” Atticus Cogar, per avere solo 23 anni ha un esperienza che lo vede impegnato nel panorama Indy dal 2015. Un match senza regole tra di loro, ho visto usare scale, sedie, tavoli, e anche altri armi. Per me hanno combattuto alla pari nel Death Match. A uscirne vincitore dopo una specie di Facebuster su una scala incastrata in mezzo ad altre due scale è stato Atticus Cogar. Cole è uscito ugualmente a testa alta dal ring nonostante la sconfitta.

8 out of 10 stars (8 / 10)

Blake Christian def. Lio Rush via Pinfall

Un incontro ad altissima intensità quello tra Blake Christian e l’ex WWE Lio Rush. Due wrestler decisamente molto rapidi e capaci di grandi mosse. Mi sono divertito molto a seguire quest’incontro. Il match è sembrato potersi concludere diverse volte, tanti salvataggi con dei colpi di reni unici poco prima del terzo conteggio. Tutti e due si sono ritrovati stremati sul ring dopo una bella serie di mosse. Nel finale è successo di tutto, e pensando come è arrivata la vittoria di Blake Christian, cioè con un Roll Up, trovo che sia il finale ideale del match. Una grande prova di entrambi, sono riusciti a tirar fuori un incontro veramente spettacolare.

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)

Iron Beast def. The Ugly Ducklings via Pinfall

Il primo match di coppia della serata, gli Iron Beast contro i The Ugly Ducklings. Sinceramente è forse l’incontro che mi ha preso meno e quindi che almeno personalmente ho anche apprezzato meno. I due team si sono affrontati a viso aperto nonostante sia stato chiaro fin da subito che gli Iron Beast avevano una marcia in più. Di fatto nel finale dello stesso incontro sono stati loro a conquistare la vittoria dopo una doppia mossa eseguita sui loro avversari sui tavoli posti sul ring. Mi aspetto sicuramente qualcosa di più dai due team impegnati sul ring nonostante il match sia stato ugualmente di un discreto livello.

6 out of 10 stars (6 / 10)

Chris Dickinson def. Eric Ryan via Submission

Una colonna portante della federazione, Chris Dickinson, ha affrontato in questo match Eric Ryan. Due wrestler che fanno della potenza il loro punto forte. Rispetto al precedente incontro l’ho seguito con molto più piacere e interesse. L’impostazione messa in atto da Dickinson è stata chiara, provare a sottomettere nelle sue prese l’avversario. Una mossa dopo l’altra e una grande resistenza da parte di Ryan. Dopo tanti tentativi in cui è uscito sempre al massimo delle sue possibilità nulla ha potuto nel finale e ha dovuto cedere alla forza e alla costanza di Chris. Una prova convincente per Dickinson e una vittoria meritata per il medesimo.

7.8 out of 10 stars (7,8 / 10)

Tony Deppen def. Alex Zayne via Pinfall

L’ultimo match nelle Indy per Alex Zayne, al momento non ha però annunciato dove andrà a tempo pieno tra le major e le federazioni più importanti degli Stati Uniti. Il suo avversario è stato Tony Deppen. Due wrestler molto tecnici e rapidi, a grande linee molto similari tra di loro per come si comportano sul ring. Un match veramente importante per tasso tecnico raggiunto e minutaggio concesso ai due contendenti, almeno una mezz’ora anche se non ho calcolato con precisione il tempo. Dopo aver dato tutto sul ring Zayne ha perso contro Deppen concludendo così la sua carriera nelle Indy con una sconfitta. Un grande encomio a Zayne per la sua carriera nella GCW. Il ringraziamento a fine match di Deppen è stato un punto a suo favore. In ogni caso un match che vi consiglio di vedere.

8.5 out of 10 stars (8,5 / 10)

GCW Championship Match: Rickey Shane Page (c) def. Mance Warner via Pinfall

Il main event dello show, Rickey Shane Page ha messo in palio il suo GCW Championship contro Mance Warner. E’ stato come intensità il miglior incontro dell’intero show, mi è veramente piaciuto un sacco per come si sono affrontati senza paura. Warner aveva vinto anche il titolo, se non fosse stato per la decisione dell’arbitro di tornare indietro dato che RSP aveva il piede sulle corde, cosa che in prima istanza non aveva notato. All’esterno del ring poi è accaduto di tutto. Warner avrebbe vinto anche una seconda volta se non fosse stato per il fatto che l’arbitro era a terra e non poteva conteggiarlo, poi arrivato un nuovo arbitro dal backstage il conteggio si è fermato miracolosamente a due. Poi il campione si è confermato con un Roll Up arrivato dopo un Low Blow. Anche Rickey aveva i piedi sulle corde ma a questo giro l’arbitro non se ne è accorto. Per me da amante dei match piena di violenza sul ring è stato quasi il match perfetto, mancava un pelo per avere la perfezione.

8.5 out of 10 stars (8,5 / 10)

PPV RATE

Un evento della Game Charger Wrestling che a mio avviso ha rasentato la perfezione per certi aspetti, se non fosse stato per il match di coppia poteva avere la card perfetta, ma ripeto è solo un mio personale parere. Abbiamo avuto l’ultimo match nelle Indy per Alex Zayne e nel main event mancava veramente un pelo che Warner vincesse il GCW Championship contro lo storico campione Rickey Shane Page. Si sono gettate le basi per i futuri eventi della federazione. Voglio concludere dicendo una cosa, grazie Alex e buona fortuna fortuna per il tuo futuro.

8 out of 10 stars (8 / 10)