Benvenuti a una nuova WTW Review, oggi parleremo di WWE Hell in a Cell 2021, l’evento si è svolto dal WWE Thunderdome di Tampa in Florida. Vediamo nello specifico cosa è successo…

Natalya def. Mandy Rose via Submission

L’unico match che si è tenuto nel corso del Kickoff, la WWE Women’s Tag Team Champion Natalya ha affrontato Mandy Rose. La rivalità che vede le campionesse femminili di coppia del main roster Natalya e Tamina contro Mandy e Dana Brooke va ormai avanti da diverse settimane. Le sfidanti vogliono un incontro titolato che per il momento le due campionesse non gli hanno concesso. E’ stato un match molto tecnico a mio avviso. Mandy è arrivata vicina alla vittoria, ma non ha potuto fare nulla quando la canadese la ha chiusa nella sua micidiale presa di sottomissione alle gambe. Ha provato a resistere, poi però ha ceduto.

7.5 out of 10 stars (7,5 / 10)

Smackdown Women’s Championship Hell in a Cell Match: Bianca Belair (c) def. Bayley via Pinfall 

Il primo incontro per il main show del ppv, Bianca Belair ha messo in palio il suo SmackDown Women’s Championship contro Bayley. La stipulazione scelta dalla campionessa un Hell in a Cell Match, il primo dei due del ppv. La sfidante ha provato a portare allo sfinimento la campionessa anche grazie all’uso delle armi, una prova importante per Bayley. Tale prova però non le è bastata e Bianca nel finale ha trovato la vittoria per schienamento. Si è confermata ancora campionessa del brand blu.

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)

Seth Rollins def. Cesaro via Pinfall

Seth Rollins contro Cesaro, una faida che prosegue da WrestleMania, dove Cesaro ha trovato la sua più grande vittoria della carriera nella federazione. Un incontro che attendevo con piacere e interesse dato che poteva essere una vera sorpresa del ppv. Molta tecnica e intensità sul ring tra i due contendenti dove lo svizzero se avesse vinto non avrebbe rubato certamente nulla, ma Seth ha affrontato valere la sua esperienza e ha trovato una vittoria di pregio riportando i conti tra di loro sulla parità. Una piacevole sorpresa all’interno dello show.

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)

Alexa Bliss def. Shayna Baszler via Pinfall

Shayna Baszler ha avuto il coraggio di sfidare prima e affrontare poi Alexa Bliss e la sua bambola “demoniaca”. È stata tormentata da essa nel corso delle puntate del brand rosso prima di arrivare al loro scontro finale, alla resa dei conti sul ring di Hell in a Cell. Alexa Bliss ha condotto magistralmente le danze e il gioco nel corso del match, anche giocando spesso sull’aspetto horror e paranormale del suo personaggio, mentre Shayna si é ben comportata fino ad arrivare a diversi tentativi di schienamento e sottomissione finiti in maniera non di successo. Nel finale Alexa è come se si fosse impossessata di Nia Jax e ha prima messo al tappeto Reginald, poi é risuscita ad uscire dalla Kirifuda Clutch trasformando la mossa in una Sister Abigail. Ciò gli ha portato la vittoria.

8 out of 10 stars (8 / 10)

Sami Zayn def. Kevin Owens via Pinfall

Che Sami Zayn sia stato impostato attualmente su un personaggio che cerca di trovare le vittorie grazie ad astuzie tipo Count Out e cose del genere non é ormai una novità. Anche nel match contro il più potente Kevin Owens ha cercato di appellarsi alla fuga dal ring, Count Out e tutti sotterfugi del genere. In ogni caso il match in se è stato assolutamente di buonissimo livello, dato anche il livello eccellente dei due contendenti. Nel finale Sami ha trovato il modo di evitare le mosse del suo avversario per poi andare a segno con il suo Helluva Kick. Dopo esso ha trovato il pin vincente. Una vittoria che lo rilancia assolutamente e eleva in maniera importante il suo status.

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)

Raw Women’s Championship Match: Charlotte Flair def. Rhea Ripley (c) via DQ

Uno dei match che attendevo maggiormente dell’intero ppv, Rhea Ripley ha messo in palio il suo Raw Women’s Championship contro Charlotte Flair. Mi sarei aspettato un minutaggio maggiore per questo incontro, ma al fine della faida e del proseguimento dello stesso ci sta come è andata. Charlotte ha provato di tutto per provare a portare a casa una vittoria che le permetteva di riconquistare la cintura di campionessa del brand rosso. Chiaramente Rhea ha tenuta la sua difesa molto alta e di grande importanza. Il tutto si é concluso con la vittoria di Charlotte, ma solo per squalifica quindi Rhea resta campionessa, quando la Raw Women’s Champion ha colpito la sua avversaria con il top del tavolo di commento, l’arbitro ha visto tutto e ha chiamato la squalifica. Questa faida non ha ancora trovato la sua conclusione.

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)

WWE Championship Hell in a Cell Match: Bobby Lashley (c) def. Drew McIntyre via Pinfall

Una faida senza fine quella tra Bobby Lashley e Drew McIntyre. Il WWE Champion ha concesso diverse occasioni al suo rivale numero uno nel brand rosso. Di fatto per lo scozzese questa era l’ultima occasione per provare a riprendere la cintura proprio da stipulazione, poi se si aggiunge che il tutto era il secondo Hell in a Cell Match del ppv le aspettative non potevano che essere che alte. L’ho apprezzato veramente parecchio come incontro, per me é stato il migliore dello show. MVP ha fatto benissimo la sua parte aiutando Lashley nel corso della contesa. Proprio l’aiuto del manager del campione é stato fondamentale prima per salvare Bobby da uno schienamento che sembrava essere fatale, poi ha dato la grande mano per far arrivare Lashley al pin vincente. Il campione si é confermato tale, ma sono pronto a giurare che a SummerSlam perderà il titolo.

8.5 out of 10 stars (8,5 / 10)

PPV RATE

8.3 out of 10 stars (8,3 / 10)