Salve a tutti, appassionati di wrestling. Siamo sul finire dell’anno ed è il momento di tirare le somme degli ultimi 365 giorni di WWE con la puntata speciale di Monday Night Raw dedicata alla consegna degli Slammy Awards.

Ad aprire la serata ci pensa, esattamente come settimana scorsa, Stephanie McMahon, che si presenta sul ring sorridente dicendo che stasera non è il caso di pensare agli attacchi vigliacchi che Roman Reigns ha riservato a Triple H e a Vince McMahon, ma di festeggiare. Mentre la First Lady presenta la serata, Roman Reigns si presenta sul ring per mettere in chiaro che non si beve questa commedia di Stephanie e che si aspetta di ritrovarsi addosso la League Of Nation da un momento all’altro o che l’Authority gli giochi qualche scherzo. Per poi vantarsi del fatto di essere il nuovo WWE W.H. Champion. Stephanie lo caccia dal ring, ma Roman non ha intenzione di andarsene. La First Lady è in piena crisi isterica e l’Ariete non fa altro che prenderla in giro prima di lasciarla sola sul ring a inveirgli contro. Per minacciare Roman Reigns, Stephanie mette gli Usos in un 3 on 2 Handicap match contro il New Day e Dean Ambrose in uno Steel Cage Match contro Sheamus.

Primo Slammy della serata. A presidiare la consegna dello Slammy Breakout Star Of The Year ci sarà Dolph Ziggler e il vincitore è Neville, che viene immediatamente raggiunto da un non molto contento Kevin Owens, anche lui in concorso, che scaccia il britannico e si lamenta con il WWE Universe e con Dolph Ziggler, che risponde con i fatti e tra i due si scatena la rissa, sedata dagli arbitri.

Bray Wyatt vs Demon Kane

Torna sugli schermi Kane, che a quanto pare non ha ancora chiuso il suo conto con Bray Wyatt, nonostante i Brothers Of Distruction abbiano annichilito la Family alle Survivor Series.

Il match finisce in No Contest per l’intervento dei discepoli di Bray Wyatt, che a dirla tutta, Kane si va a cercare.

Kane, Tommy Dreamer e The Dudley Boyz vs Wyatt Family

In soccorso di Kane arrivano i Dudley Boys e Tommy Dreamer, e la cosa non può che tradursi in un match a squadre.

Vittoria della Wyatt Family per schienamento di Luke Harper su D-Von dopo il Discus Lariat.

A presentare lo Slammy per il LOL Moment dell’anno ecco rispuntare dal cilindro dove la WWE conserva tutti gli atleti che non ha intenzione di ricordare: Santino Marella. Il vincitore è R-Truth con il suo siparietto in cui pensava di essere nel Money In The Bank Ladder Match. Santino Marella, però si frega la statuetta e se la da a gambe inseguito dal rapper.

A presentare lo Slammy per l’OMG! Shocking Moment Of The Year c’è Paul Heyman, che specifica che tutti gli Slammy importanti dovrebbero essere dati a Brock Lesnar. Il vincitore è Kalisto per la sua Salida De Sol su Jimmy Uso dalla cima della scala.

Kevin Owens vs Dolph Ziggler

Dopo la zuffa di poco fa, un match tra questi due orgogliosi atleti era inevitabile, perciò eccoci qui, con i due più vicini all’Intercontinental Championship a confrontarsi uno contro uno.

Vittoria di Kevin Owens per schienamento dopo la Pop-Up Powerbomb.

Il prossimo Slammy in consegna è quello di Superstar Of The Year e a consegnarlo c’è Stephanie McMahon. Il vincitore è Seth Rollins, che si presenta in stampelle a ritirare il premio e dice che non c’era effettivamente un’altra valida alternativa come Superstar Of The Year e che l’anno prossimo si ricostruirà da capo, tornerà e riprenderà il titolo che non ha mai perso.

Jack Swagger vs Alberto Del Rio

Il patriota americano cercherà stasera di riavvicinarsi a quel titolo che sente suo più di qualunque altro, ma Alberto Del Rio ha già dimostrato di essergli superiore a TLC, vediamo se Swagger riuscirà a far cambiare a tutti idea.

Vittoria di Alberto Del Rio per schienamento dopo il suo Double Foot Stomp all’angolo. Dopo i match, la League Of Nation si accanisce contro Jack Swagger, che subisce il Brouge Kick di Sheamus.

Il prossimo Slammy assegnato è il premio Hero In All Of Us e a presentarlo abbiamo Mark Henry. Il vincitore è John Cena, che però non è qui stasera e Mark Henry accetta il premio a suo nome.

Per la cronaca vediamo che lo Slammy per la rivalità dell’anno l’ha vinta quella tra Brock Lesnar e The Undertaker. Quello per il miglior show sul WWE Network va allo Stone Cold Podcast. Lo Slammy Double Cross va Damien Mizdow. Quello per l’Extreme Moment Of The Year va a Roman Reigns per la sua aggressione a Triple H.

Per presentare lo Slammy per il ritorno a sorpresa dell’anno c’è nientemeno che Santa Claus (in cui si nota una non indifferente somiglianza con un certo ispiratore di nostra conoscenza). E il premio va a Sting, ma The Icon non è nell’arena e il premio se lo porta Bo Dallas.

New Day vs The Usos

Il match annunciato da Stephanie McMahon 3 contro 2 tra i gemelli samoani e i campioni di coppia avrà ora inizio, non prima che il New Day abbia fatto il loro rituale discorso imbarazzante.

Vittoria degli Usos per schienamento di Jay su Xavier Woods ottenuto da un Roll Up.

Siamo adesso alla premiazione di Diva Of The Year e a presentare il premio c’è R-Truth, che è riuscito a recuperare la statuetta. R-Truth annuncia Paige come vincitrice, ma solo dopo che la britannica è apparsa sullo stage si accorge di aver sbagliato e che la vincitrice è invece Nikki Bella (che si presenta con un vestito che può permettersi solo perché John Cena non è nei paraggi), che ringrazia tutte le donne della WWE e il WWE Universe.

Rusev vs Neville

Assistito dalla League Of Nation, Rusev si appresta ad affrontare The Man That Gravity Forgot, che non si è ancora liberato di quella palla al piede di The Miz.

Vittoria di Rusev per sottomissione di Neville alla Accolade. Dopo il match, la League Of Nation attacca Neville, e anche lui viene colpito dal Brouge Kick.

Siamo al This Is Awsome! Moment Of The Year, e a presentarlo abbiamo The Miz. I vincitori dello Slammy sono The Rock e Ronda Rawsey per il loro confronto con l’Authority a Wrestlermania. Naturalmente, essendo assenti i vincitori, The Miz si prende il premio.

Brie Bella vs Becky Lynch

Dopo due match in cui Becky Lynch ha vinto contro la gemella grazie a delle scorrettezze di Flair padre e figlia, la ragazza Steampunk ci tiene a dare prova della sua abilità vincendo il confronto con Brie da sola.

Vittoria di Becky Lynch per sottomissione di Brie Bella alla Dis-Arm-Her.

Lo Salmmy per il Match Of The Year sarà consegnato da The Nature Boy Ric Flair. A vincere è lo Hell In The Cell Match tra The Undertaker e Brock Lesnar. A ritirare il premio per conto del suo cliente è Paul Heyman che aggiunge che nessuno a parte The Undertaker è stato e sarà mai abbastanza uomo per salire sul ring con Brock Lesnar e per questo si sente di fare le congratulazioni al Deadman, ma il fatto resta che neanche lui è riuscito a fermare The Beast Incarned, come non ci riuscirà mai nessun altro.

Nel backstage, la League Of Nation attacca gli Usos, che subiscono uno la Cross Armbreaker e l’altro la Accolade, quindi entrambi un Brouge Kick (ma King Barrett li nel mezzo che ci sta a fare?).

Dean Ambrose vs Sheamus

Il Main Event della serata vedrà l’ex campione assoluto Sheamus, accompagnato dalla League Of Nation, affrontare Dean Ambrose, campione Intercontinentale, all’interno della Steel Cage. Messaggio forte per Roman Reigns.

Vittoria di Dean Ambrose per fuga dalla gabbia. Appena anche il Celtic Warrior tocca terra, viene colpito dalla Spear di Roman Reigns.

Nel backstage troviamo Stephanie McMahon, che ha seguito il match, ricevere una richiesta di commento da Tom Phillips, che viene brutalmente aggredito senza alcun motivo.

Questa è la fine di questa puntata di Raw dedicata agli Slammy Awards. Da qui in poi facciamo un giro di boa e ci addentriamo in un nuovo anno di WWE, che comincia dalla prossima settimana con un altro episodio di Monday Night Raw. Vietato mancare.